Bari, cane intrappolato in una buca d’olio: salvato da 4 ragazzi

Cane salvato

Una brutta notizia arriva dalla cronaca di Bari, con un cane che è rimasto intrappolato in una buca d’olio e acqua.

Una notizia che, però, riserva un liete fine. Perché sebbene sembra abbastanza probabile che qualcuno ce lo abbia buttato in quella buca, per fortuna c’è stato qualcun altro che ha lottato per la sua salvezza.

Bari, cane intrappolato in una buca d'olio: salvato da 4 ragazzi

La vicenda di oggi divide i protagonisti in due diverse categorie. Da una parte ci sono quelle persone di cui ogni giorno vi parliamo, quelle persone che non hanno nessun rispetto per la vita dei nostri amici a quattro zampe.

Quelle che li abbandonano, li maltrattano e molto spesso addirittura li uccidono. Quelle persone, dunque, che forse non possono neanche essere definite delle persone.

Bari, cane intrappolato in una buca d'olio: salvato da 4 ragazzi

Dall’altra, invece, ci sono le persone che ogni giorno lottano per la loro vita. Persone come i tanti volontari dei rifugio o persone come i Vigili del Fuoco che, tra le mille mansioni, riescono anche a salvare gli animali in difficoltà.

Perché il cane che è rimasto intrappolato a Bari deve la sua vita ai Vigili del Fuoco e anche ad alcuni ragazzi che si sono rivelati i suoi angeli custodi.

Bari, cane intrappolato in una buca d'olio: salvato da 4 ragazzi

La vicenda inizia nella periferia della città, quando alcuni ragazzi iniziano a sentire dei lamenti in lontananza. Come loro stessi hanno raccontato, in un primo momento sembravano i lamenti di una bambina.

E così, con molto impegno e tanta pazienza, si sono messi a cercare. Per più di un’ora hanno seguito quel lamento, fino ad arrivare al luogo di provenienza.

Qui, hanno scoperto che a lamentarsi era un povero cane intrappolato in una buca con olio e acqua. Una buca dalla quale sembrava impossibile uscire e che molto presto si sarebbe trasformata in una trappola mortale.

Bari, cane intrappolato in una buca d'olio: salvato da 4 ragazzi

Fortunatamente, grazie all’aiuto dei Vigili del Fuoco, il cane è stato portato in salvo. Il quadrupede si chiama Gina e vive in un rifugio della città.

I volontari del canile avevano notato da alcuni giorni la sua scomparsa. Purtroppo, sembra proprio un caso di maltrattamento.

Anche perché alcuni giorni fa, un cane che vive nello stesso rifugio ha riportato molte ustioni a cause dell’olio bollente. Un gesto che, ovviamente, nasconde la mano dell’uomo.