Bora, la cagnolona salvata da morte certa, sogna una vita felice

Questa cagnolona è arrivata in Italia dalle strada dell'Albania per ricominciare a vivere e ad essere finalmente felice

La storia di questa cagnolona di nome Bora non è iniziata nel migliore dei modi, ma presto avrà il suo lieto fine. I volontari dell’Oipa insieme ad una volontaria dell’Albania, l’hanno salvata da una morte certa. Ora si spera solo che sia finalmente felice.

L’appello di oggi è in supporto di Bora, una cagnolina simil pit che vagava in grave stato di deperimento tra le strade di Valona, in Albania. Come sappiamo, purtroppo in questo paese il fenomeno del randagismo è fuori controllo“, scrivono i volontari dell’Oipa.

E ancora: “anziché provvedere a campagne di sterilizzazione, le autorità locali accalappiano i randagi per poi ucciderli“. I randagi purtroppo, in Albania sono condannati a vagare per le strade in condizioni terribili e sono completamente abbandonati.

Nessuno si occupa di loro, solo qualche cittadino sensibile e qualche associazione locale. La maggior parte di loro, però, viene catturata e poi abbattuta. “La situazione per i randagi in questo paese è drammatica e le uccisioni di massa continuano a verificarsi. Nonostante le numerose proteste degli attivisti delle associazioni locali, tra cui anche la lega membro dell’OIPA International Animal Rescue Albania“, scrive ancora l’Oipa.

Non esistono in Albania dei rifugi per i randagi, e anche Bora stava morendo per strada. Ma grazie ad una volontaria locale, è riuscita a salvarsi. La cagnolona è rimasta in stallo nel bagno della struttura veterinaria per moltissimo tempo, perché non c’era nessun altro posto disponibile dove potesse stare.

Grazie alla cooperazione tra i volontari dell’OIPA di Bergamo e la volontaria del posto che si è mobilitata per salvarla, Bora è arrivata in Italia. L’hanno accolta presso uno stallo temporaneo che gli Angeli blu hanno trovato per accoglierla. Ma per garantirle l’assistenza veterinaria di cui necessita, la sterilizzazione e un luogo dove possa essere ospitata in attesa di trovarle una casa, c’è bisogno dell’aiuto di tutti“, scrivono i volontari.

Ora Bora ha bisogno di aiuto per poter essere finalmente felice. Con l’aiuto di tutti, può realizzare il suo sogno. Lei ha circa due anni, e se non fosse stato per i volontari, non avrebbe avuto speranze. Per avere informazioni su di lei, potete scrivere una email al seguente indirizzo: bergamo@oipa.org.

Per chi volesse invece donare qualcosa per aiutare Bora, può cliccare sul link seguente –> Bora salvata dall’Oipa. Aiutiamo la cagnolona ad avere la vita che merita. Lei è arrivata in Italia per avere una vita felice, aiutiamola a realizzare il suo sogno!

LEGGI ANCHE: Irena, la cagnolona che ha vissuto sempre in gabbia

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati