Come riconoscere un cane adatto ai bambini

Fido può essere un amico inseparabile per un bambino, ma a patto che ci siano delle regole per entrambi. Ma com'è un cane adatto ai bambini?

Crescere con Fido è un’esperienza unica che ti segna per la vita, ma è importante riconoscere un cane adatto ai bambini.

Cani e bimbi sono un mondo meraviglioso fatto di risate, giochi e tanto divertimento ma è giusto capire quali sono le caratteristiche giuste per la loro convivenza.

Sia chiaro, è un discorso che vale per entrambi: il cane deve essere amichevole ed educato, ma il bambino deve essere rispettoso nei confronti del suo amico a quattro zampe.

Caratteristiche del cane

Per prima cosa un cane adatto ai bambini non deve essere aggressivo e non deve mordere, nemmeno quando per gioco i piccoli lo provocano.

cane in spalla al bambino

Questo è di fondamentale importanza per la salute del bambino e, indipendentemente dalla razza, entrambi devono sempre essere tenuti d’occhio quando sono insieme.

In secondo luogo si dovrebbe tener conto delle dimensioni del cane: quando Fido è troppo grande potrebbe inavvertitamente urtare e far cadere il bambini, facendogli male.

Per una buona convivenza dobbiamo tener conto del fatto che il bambino deve essere in grado di tenere il cane al guinzaglio senza conseguenze.

bambino che coccola il suo cane

Non solo troppo grande, un cane adatto ai bambini non dovrebbe essere neanche troppo piccolo.

Potrebbe essere schiacciato o calpestato, o anche lasciato cadere per terra, con gravi conseguenze per la sua salute.

Il compagno di giochi ideale per i bimbi è un cane socievole ed energico, che abbia voglia di interagire e che non si innervosisca con la loro presenza.

Cani e bambini molto piccoli

Quando arriva in casa un dolce amico a quattro zampe è importante presentarlo ai bimbi di casa nel modo giusto, in modo che possano da subito fare amicizia.

carlino con nenonato

Non bisogna essere eccessivamente protettivi. Ad esempio è un comportamento sbagliato cercare di nascondere il cane al bambino perché questo susciterebbe soltanto una reazione contraria.

Vale a dire che il cane per la troppa curiosità cercherebbe in ogni modo di raggiungere il piccolo nella sua stanza.

bambina che gioca con il cane

Questo è un comportamento sbagliato, perché il cane deve abituarsi a entrare in contatto con il bambino seguendo delle regole precise e soltanto quando gli viene concesso.

Se al contrario il nuovo arrivato in casa è il bambino, attenzione alle gelosie: non trascurate Fido, che potrebbe sentirsi messo da parte.

È giusto continuare a dargli le dovute attenzioni, con coccole e giochi, abituandolo gradualmente alla presenza del bambino che, in questo modo, assocerà a una sensazione positiva.

Cani e bimbi un po’ più grandi

Se un cane arriva in famiglia e ci sono bambini un po’ più grandi, occorre la collaborazione di entrambi: cane e bambino vanno educati nella maniera giusta, tenendoli sempre sotto controllo.

bambine e cuccioli

Innanzi tutto se si tratta di un cane di grossa taglia o di un cane adulto che non è abituato alla presenza dei bambini, è meglio tenerlo al guinzaglio.

Se invece si tratta di un cane di piccole dimensioni o di un cucciolo, è meglio procedere gradualmente mettendo a sedere il bambino in modo che non possa inciampare, far cadere o inseguire il cane.

Altra cosa importante è insegnare al bambino come accarezzare il cane: deve essere delicato e inoltre non deve spaventarlo e non deve urlargli contro.

Il bambino deve imparare anche che deve comportarsi bene con i cani estranei, evitando azioni avventate per non incappare in spiacevoli inconvenienti (come i morsi).

bambino guarda un cane grande

Mai avvicinare un cane che tende ad allontanarsi e mai allungare la mano se si incontra un cane randagio o che non ha il guinzaglio, o che ancora è chiuso dentro una recinzione.

Bisogna sempre chiedere il permesso al padrone sia quando si vuole accarezzare il suo Fido che quando gli si vuole dare qualcosa da mangiare.

l bambino deve capire che un cane ha bisogno dei suoi spazi quando ad esempio sta mangiando, o se sta giocando con una pallina o un altro giochino: mai tentare di portaglielo via.

Per convivere cane e bambino devono imparare a conoscersi bene, comprendere il linguaggio del corpo e non dare mai nulla per scontato. Solo così potrà instaurarsi un’amicizia solida e duratura.

Articoli correlati