Cani e oli essenziali: sono sicuri? Possiamo tenerli in casa?

Cani e oli essenziali: può essere un dilemma. Alcuni possono dare beneficio ai pelosi altri invece sono molto tossici. Scopri

cane con fiori

Gli oli essenziali sono ormai molto diffusi in commercio per le loro proprietà benefiche. Ma i cani e gli oli essenziali sono sicuri o possono causare effetti collaterali inaspettati? E se ce ne sono, quali possiamo scegliere per curare alcune delle malattie veterinarie che possono colpire Fido?

Continuando a leggere potete scoprire se gli oli essenziali sono dannosi per i cani.

Quali sono gli oli essenziali sicuri

Cani e oli essenziali? La risposta è sì ma solo alcuni. Gli oli essenziali infatti sono riconosciuti come rimedi naturali per la tosse e il raffreddore, per ricordarne solo alcune. Vediamo quali sono gli oli essenziali sicuri per i cani e come utilizzarli.

Cani e oli essenziali: sono sicuri? Possiamo tenerli in casa?

  • Lavanda: è un olio essenziale utile nella cura allergie, ustioni, ulcere, insonnia, ansia e mal d’auto. Ma è adatto solo al consumo canino in quanto invece non risulta adeguato per l’uso sui gatti.
  • Copaiba: questo tipo di olio essenziale è molto utilizzato come supporto dei sistemi cardiovascolare, immunitario, digestivo, urinario, respiratorio, muscoloscheletrico e nervoso.
  • Incenso: rinforza il sistema immunitario ma migliora anche sistema nervoso e il transito intestinale.
  • Menta piperita: aiuta il sistema respiratorio e lenisce il dolore alle articolazioni.
  • Petitgrain: è un olio ricavato dalle foglie, dal legno e dai frutti acerbi delle arance amare. È ottimo per calmare gli stati d’ansia e stress nel cane e per migliorarne la digestione.

Gli oli essenziali pericolosi

Cani e oli essenziali: non sempre è un’associazione senza pericoli. In natura e in commercio ce ne sono infatti diversi che possono essere tossici per i quattro zampe sia se vengono ingeriti ma anche attraverso il contatto.

Cani e oli essenziali: sono sicuri? Possiamo tenerli in casa?

  • Legno di tè: può causare depressione, perdita di coordinazione, vomito, paralisi delle zampe posteriori, abbassamento della temperatura corporea e anche irritazioni alla pelle.
  • Cannella: quest’olio essenziale può provocare malattie a carico del fegato, diarrea, vomito e aumento della frequenza cardiaca.
  • Agrumi: in questo caso si possono verificare casi di letargia o, al contrario, di agitazione, tremori, convulsioni e vomito.
  • Pino: quest’essenza può causare irritazione alla pelle, disturbi allo stomaco, vomito con tracce di sangue, bava alla bocca, debolezza, perdita di coordinazione, danni al sistema nervoso e a carico di reni e fegato.
  • Ylang ylang: è un’essenza tossica perché provoca difficoltà nella respirazione, debolezza, instabilità nella camminata e vomito.
  • Betulla dolce: quest’olio essenziale può generare ulcere gastrointestinali anche gravi, insufficienza renale, convulsioni e, se assunto in eccesso anche morte.
  • Wintergreen: tra i sintomi più frequenti di tossicità connessi a quest’olio ci sono vomito e ulcere ma anche insufficienza renale ed epatica.

Come usarli

Gli esperti consigliano di usare gli oli essenziali nell’aromaterapia per cani aggiungendoli al bagnetto di Fido o in un vaporizzatore.

Cani e oli essenziali: sono sicuri? Possiamo tenerli in casa?

Bastano solo poche gocce per un’inalazione salutare che darà sicuramente benessere al vostro quattro zampe.