Segugio Serbo

Segugio Serbo
Segugio Serbo

Esemplare di Segugio Serbo

Dati generali
Etimologia Nome che ne indica la tipologia e la provenienza
Genitori Deriva dai Segugi importati dai Fenici in Europa
Presente in natura No
Longevità 11-13 anni
Impieghi Cane da compagnia, cane da caccia
Taglia Media

Il Segugio serbo è una razza di cani da caccia impiegato principalmente per la caccia di lepri, caprioli e perfino cinghiali; come suggerisce il nome la sua provenienza geografia è la Serbia e risultano particolarmente famosi nel territorio natio.

Scheda informativa del Segugio Serbo
Anallergico No
Per bambini Molto dolce con i più piccoli
Per anziani No, per il bisogno di esercizio
Con altri cani Socializza facilmente con i suoi simili, basta che abbia regolari contatti
Con gatti È buona regola che crescano insieme per favorire il rapporto
Rumoroso Abbaia molto quando caccia
Sport Venatori, ricerca, lunghe passeggiate

Origini storiche della razza

Le origini del Segugio serbo sono pressoché frammentarie; si sa però che questi segugi vennero importati dai Fenici in Europa e che si sia sviluppato nei paesi balcanici per poi adattarsi e moltiplicarsi. Le origini sono quindi parecchio antiche e questi segugi sono stati immortalati nei quadri, da tantissimi pittori.

Prezzo

Quantificare un prezzo risulta pressoché impossibile perché questi cani non sono per nulla famosi fuori dal loro territorio di provenienza.

Carattere

Questi sono cani sono particolarmente resistenti e tendono a stancarsi veramente poco, tale resistenza li rende quindi perfetti per la caccia. Sono molto indipendenti e a tratti parecchio testardi, tuttavia amano concedersi il tempo con la propria famiglia, che amano particolarmente. Il rapporto con i bambini non è per nulla problematico, anzi, questi segugi hanno un senso di protezione molto spinto e per questo risultano essere anche dei perfetti baby sitter. Amano tantissimo giocare e compiacere al proprio padrone, soprattutto durante le fasi di caccia, quando riescono a stanare la preda.

Addestramento

Addestrare un Segugio serbo richiede parecchia pazienza e parecchia costanza perché questi pelosi tendono ad essere particolarmente testardi. Sarà quindi necessario impegnarsi e cominciare ad insegnare al peloso i comandi base del cane; è possibile migliorare l’umore del cane attraverso l’ausilio di qualche snack premio. Inoltre è consigliabile effettuare diverse sessioni di allenamento giornaliero, ma tutte abbastanza brevi, per evitare che il cane possa stressarsi e che possa dimenticare le cose apprese fino a quel momento.

Caratteristiche fisiche

Il Segugio serbo è un cane di media taglia ed è anche noto anche con il nome di “Segugio dei Balcani”; sono cani parecchio resistenti e massicci e la loro fama tuttavia non è nota alla maggior parte della popolazione mondiale. Si adatta molto facilmente a tutti i tipi di clima, anche se è necessario tenerli al riparo quando fa troppo freddo o troppo caldo.

Zampe

Le zampe sono proporzionate al resto corpo e l’ossatura risulta particolarmente resistente; per quanto riguarda le zampe anteriori, queste risultano dritte e muscolose, i piedi sono forti e le dita ben distanzi; i cuscinetti sono resistenti e le unghie sono forti e nere. Per quanto riguarda le zampe posteriori queste sono altrettanto muscolose e le cosce sono ben definite e resistenti. I piedi sono come quelli delle zampe anteriori con cuscinetti duri e unghie nere.

Corpo

Il tronco del Segugio serbo è di media lunghezza ed è abbastanza robusto; la testa è molto simile a quella di qualsiasi altro segugio, con il muso allungato e il cranio largo; il collo è ben robusto e le orecchie sono di media lunghezza, piatte, di media larghezza e tendenzialmente rotondeggianti all’estremità. Gli occhi sono di forma ovale, di colore scuro che tendono a dare al cane un’espressione serena e dolce-

Peso e altezza

Per quanto riguarda l’altezza, quella dei maschi si aggira tra i 46 e i 56 cm, mentre quelle delle femmine tra i 44 e i 54 cm. Per quanto concerne il peso, questo sia per i maschi che per le femmine oscilla tra i 20 e i 22 kg.

Testa

Il cranio risulta leggermente bombato e le arcate sopraccigliari sono parecchio visibili e pronunciate, il naso è di colore nero e le narici sono tendenzialmente larghe. Le labbra sono sviluppate e spesse e aderiscono perfettamente alle mascelle che sono possenti; i denti sono forti, le guance piatte, gli occhi sono di media grandezza e di forma ovali. Per quanto riguarda le orecchie queste risultano particolarmente sottili e presentano un’attaccatura alta; sono pendenti e aderiscono perfettamente alle guance.

Coda

La coda si trova in una posizione mediamente alta; è forte alla base ma tende a restringersi verso la punta. Viene portata bassa e tende leggermente ad assomigliare ad una sciabola.

Pelo

Il pelo del Segugio serbo è un pelo decisamente corto, tuttavia risulta anche essere abbondante e particolarmente spesso; la distribuzione è omogenea in tutto il resto del corpo e la presenza del sottopelo permette al cane di resistere alle temperature più fredde e più calde.

Colori

È possibile trovare il Segugio serbo tendenzialmente di colore rosso (lo stesso rosso del pelo della volpe) e le tonalità possono andare dal rosso giallastro, al ruggine e con striature di colore nero. Inoltre è possibile trovare una macchia bianca e rotonda al centro del petto.

Cuccioli

I cuccioli, come tutti i cuccioli, necessitano di una socializzazione precoce e dell’addestramento, già dalle primissime settimane di vita. Questi pelosi da cuccioli richiedono parecchie attenzioni perché potrebbe creare danni e potrebbero perfino scappare spinti dal loro senso innato di caccia.

Salute

Fortunatamente il Segugio serbo non ha particolari malattie ereditarie o genetiche e le visite basilari dal veterinario risultano più che sufficienti, in assenza di problemi; la loro aspettativa di vita si aggira tra i 11 e i 13 anni.

Indicazioni sull’alimentazione

Come quasi tutti i cani da caccia, anche il Segugio serbo necessita di un’alimentazione di alta qualità, poco importa che sia cibo secco o cibo fresco fatto in casa. È possibile quindi somministrare sia la carne (rossa e bianca) che pesce; inoltre è possibile pure somministrare cereali, frutta e perfino verdura; tuttavia è importante che prima di somministrare qualsiasi cosa, si chieda il parere del veterinario che potrà essere più specifico, prendendo in considerazione una serie di fattori, quali salute e stile di vita.

Toelettatura

Il Segugio serbo non richiede particolare manutenzione; è possibile fargli una spazzolatura una volta ogni due settimane e fargli il bagnetto una volta al mese. È importante asciughiare bene il pelo e le orecchie per evitare che possano sorgere problemi legati all’udito, come l’otite.

Allevamenti

Sul sito Enci risulta che in Italia non sono presenti allevamenti che trattano questa razza.

È un cane d’appartamento?

il Segugio serbo potrebbe essere idoneo per un appartamento tuttavia è necessario che sia spesso in movimento e che facciano almeno due passeggiate al giorno per evitare che possano annoiarsi e diventare irrequieti.

Curiosità

Il 12 novembre 1996 il Consiglio Generale della FCI ha deciso di assecondare la proposta che chiedeva di cambiare il nome da “Segugio dei Balcani” a “Segugio serbo”.

Classificazione FCI – n. 150
Gruppo 6 Segugi e cani per pista di sangue
Sezione 1 Cani da seguita
Sottosezione 1.2 Di taglia media
Standard n. 150 del 5 maggio 2003 (en)
Nome originale српски гонич
Origine Serbia