Cibo per cani con pochi ingredienti: i vantaggi

La salute di Fido è al primo posto, e quindi anche la sua dieta. La scelta dei mangimi è fondamentale. Ecco i pro del cibo per cani con pochi ingredienti

cane che aspetta di mangiare

Imparare a leggere l’etichetta e a scegliere cibo per cani con pochi ingredienti è molto importante. Il cane, e non solo lui, è ciò che mangia. La nostra capacità di discernimento fa la differenza quando si parla di dieta sana ed equilibrata.

Cibo per cani con pochi ingredienti: i vantaggi

Vediamo insieme i vantaggi dei croccantini o delle materie prime di qualità nella vita del nostro amato quadrupede, che così apparirà forte, energico e in salute. Se lui starà bene dipenderà solo da noi, o quasi.

Non lasciamoci confondere

Prima di tutto dobbiamo conoscere i cibi assolutamente vietati nella dieta del nostro amato quadrupede. C’è l’imbarazzo della scelta tra gli scaffali dei supermercati o (ed è meglio scegliere loro) dei negozi per animali. Marche, dimensioni, c’è una formula alimentare per ogni esigenza e disturbo.

Cibo per cani con pochi ingredienti: i vantaggi

Ma una cosa che bisogna sapere è che il cibo per cani con pochi ingredienti (quello che non confonde chi legge le descrizioni sul retro della confezione) è il migliore, o perlomeno ha degli enormi vantaggi. Fa bene a tutti, ma in special modo a chi soffre di allergie alimentari e ha difficoltà digestive.

Diversi tipi di cibo

Esistono mangimi per cani di tutti i tipi, di fascia qualitativa più o meno alta e con fini diversi. In genere si dividono in:

  • Completo: da solo soddisfa tutte le necessità alimentari di Fido;
  • Complementare: che si usa per integrare le diete casalinghe.

Cibo per cani con pochi ingredienti: i vantaggi

A loro volta questi due categorie vengono classificate in sottocategorie, in base alla quantità di acqua contenuta al loro interno:

  • Umido: con acqua al di sopra del 34%;
  • Semiumido: con un quantitativo compreso tra il 14 e il 34%;
  • Secco: quando contiene meno del 14% di acqua.

Qualsiasi sia la tipologia che si sceglie per il nostro amico a quattro zampe, sempre previa consulenza del veterinario, il cibo per cani con pochi ingredienti fa bene. Vediamo perché.

È digeribile

Il cibo per cani con pochi ingredienti è più facile da digerire, ed è particolarmente indicato per gli esemplari con problemi gastrointestinali o di assimilazione.

Una formula con poche componenti non nasconde nulla e non ha tutti quei componenti chimici, più o meno dannosi, che spesso non sono molto simpatici allo stomaco del nostro fedele amico.

Ottimo in caso di allergie o intolleranze

Se il nostro peloso ha allergie o intolleranze alimentari, facilmente riscontrabili con una dieta a esclusione, il cibo con pochi ingredienti fa al caso suo.

Cibo per cani con pochi ingredienti: i vantaggi

Qualora dovessimo sospettare che qualche ingrediente specifico gli faccia male, dobbiamo procedere con l’eliminazione – uno per volta – di tutti gli alimenti che assume normalmente il nostro Fido. Quando non starà più male vorrà dire che non assume più il cibo colpevole del malessere, a quel punto potremo riprendere – sempre gradualmente – con il rinserimento degli altri alimenti.

Se gli ingredienti sono contati sulle dita di una mano, si fa per dire, riduciamo di molto l’eventualità che il nostro cagnolino incappi in cibi dannosi per la sua salute.

Crocchette di qualità

Tra le formule in commercio con pochi ingredienti, selezionati e dosati correttamente ci sono quelle di FirstMate. Tutte le crocchette della sua linea sono grain e gluten free, non sono frutto di maltrattamenti sugli animali e sono state studiate per dare il giusto apporto di tutti nutrienti di cui un cane ha bisogno.

Cibo per cani con pochi ingredienti: i vantaggi

Sia il mangime a base di pollo, che quello con agnello o con il pesce hanno pochi ingredienti, facilmente individuabili; e ognuno è indicato per le esigenze specifiche del nostro amico a quattro zampe. Provare per credere!