Perché il cucciolo di cane sembra più energico in primavera?

Cucciolo di cane energico in primavera? Ecco spiegato perché

Anche voi avete a che fare con un cucciolo di cane energico in primavera? Bene, sappiate che siete davvero in buona compagnia, perché moltissimi pelosi mostrano un’energia e un’irrequietezza insolite con l’arrivo della bella stagione. Altri, invece, reagiscono in maniera del tutto contraria, dimostrandosi sempre stanchi e spossati, contraddistinti dalla voglia di non fare niente. In entrambi i casi, si tratta di un atteggiamento del tutto naturale, dovuto al cambio di stagione. Ebbene sì, avete letto bene. Anche Fido soffre il passaggio dall’inverno alla primavera.

Il cambio di stagione nel cane

Se avete notato che il vostro cucciolo è più energico in corrispondenza dell’arrivo della primavera non avete nulla di cui preoccuparvi. Al pari degli esseri umani, anche gli animali reagiscono al cambio di stagione. Questo comportamento, a quanto pare, è dovuto al “nucleo suprachiasmatico“, un gruppo di neuroni responsabile dell’orologio biologico di tutti i mammiferi. Più nel dettaglio, l’attività di questi neuroni è strettamente correlata alla variazione dell’intensità della luce diurna.

Questo significa che nei periodi in cui la luce è meno intensa, il nucleo suprachiasmatico attiva la produzione di melatonina, considerata a tutti gli effetti l’ormone del sonno. Viceversa, quando con l’arrivo della primavera la luce si fa più intensa, allora i neuroni inducono una riduzione nella produzione dell’ormone. Di conseguenza, il cane sarà più energico e attivo, e meno predisposto a dormire. In questi periodi, infatti, l’attività fisica e il gioco diventano le attività prioritarie di Fido. Ed è impossibile convincerlo del contrario. Mettetevi quindi l’anima in pace: a primavera dovrete soddisfare la voglia di fare del vostro amico a quattro zampe.

cucciolo di cane annusa un fiore rosa

Il cane e la primavera

Cucciolo di cane energico in primavera? È del tutto normale e fisiologico. Come abbiamo già anticipato, la riduzione della produzione di melatonina rende il nostro amico a quattro zampe più attivo e vivace. Accorgervene non sarà affatto difficile, ma tenete in considerazione che dovrete essere voi a gestire l’esuberanza di Fido nelle prime giornate della bella stagione. Come? Anzitutto facendolo sfogare con almeno una seduta di attività fisica quotidiana. Con estrema cautela, è importante che portiate il vostro cucciolo al parco, così da permettergli di correre e giocare con gli altri cani.

Questo basterà a liberare l’energia che ha in corpo, e al ritorno dal parco noterete voi stessi che il piccolo è più tranquillo e rilassato, ma soprattutto più stanco. La sola accortezza che dovrete avere, allora, sarà quello di proteggerlo dai parassiti, che compaiono proprio con l’arrivo dei primi caldi. Prima di portare il cucciolo al parco, fareste bene ad utilizzare un antiparassitario, così da evitare punture di zecche, pulci, pappataci ed altri insetti fastidiosi. E non è tutto. Una volta all’aperto, fate anche estrema attenzioni alle minacce che possono nascondersi nel parco, come forasacchi e piccoli serpenti. In fondo, siamo certi che non vorreste che il cane si facesse male solo perché ha bisogno di scaricare le sue energie.

La sindrome da primavera

Per i nostri amici a quattro zampe esiste una vera e propria sindrome da primavera, che li porta ad essere incredibilmente energici da un lato, ma anche fortemente spossati dall’altro. Questa strana ambivalenza è evidente soprattutto nelle prime settimane della bella stagione, quando il cucciolo consuma più energie nell’attività fisica, eseguendo così uno sforzo a cui non è abituato nel corso dell’inverno. Chiaramente, una volta che il cane è riuscito ad equilibrare il bisogno di movimento e quello di riposo, la situazione torna alla normalità. E rimane così per l’intera stagione.

cucciolo di cane dorme al sole

Come comportarsi quindi con un cane che sta affrontando il cambio di stagione? Anzitutto, come abbiamo già anticipato, è importante che il cucciolo trascorra quanto più tempo possibile all’aria aperta, così da abituarsi al nuovo clima nel più breve tempo possibile. Poi è altrettanto fondamentale che pratichi una buona dose di attività fisica quotidiana, soprattutto in compagnia del suo padrone. Questo lo aiuterà ad equilibrare i ritmi di attività-riposo, permettendogli così di affrontare al meglio l’arrivo della nuova stagione.

Infine, vi suggeriamo di fare attenzione agli sbalzi di temperatura, che potrebbero rischiare di compromettere il sistema immunitario di Fido. In questa fase più che mai, allora, è importante prendersi cura dell’alimentazione del cucciolo, così da garantirgli non solo l’energia necessaria per affrontare le giornate calde, ma anche per supportare le difese immunitarie. E a proposito di alimentazione, è importante che sappiate che la primavera può portare con sé un senso di inappetenza. In tal caso, vi suggeriamo di non forzare il cane a mangiare, ma di chiedere aiuto al veterinario se la situazione dovesse prolungarsi per oltre 4/5 giorni.

Le allergie primaverili

Sappiamo bene che può sembrarvi strano sentir parlare di allergie e di cucciolo di cane energico in primavera. Eppure le due cose potrebbero, in qualche modo, essere strettamente correlate tra loro. Al pari degli esseri umani, anche gli animali domestici possono soffrire di allergie stagionali. In primavera più che mai esplode letteralmente l’allergia ai pollini, che può provocare nel cane sintomi quai starnuti, occhi che lacrimano e pruriti vari. Ma attenzione, perché il cane potrebbe anche assumere un atteggiamento irrequieto per via di questo fastidioso problema.

cucciolo di bulldog guarda una farfalla

Il fatto che il piccolo si muova continuamente in casa, grattandosi sulle pareti o rotolando a terra potrebbe non essere dovuto alla voglia di giocare, bensì ad un’allergia. In questo caso, fareste bene a contattare un veterinario per cercare di capire qual è la condizione reale del piccolo. E soprattutto capire a cosa è allergico. Potrebbe trattarsi tanto di pollini quanto di piante e fiori. Anzi, considerate che alcuni di questi possono addirittura rivelarsi tossici per i nostri amici a quattro zampe: azalee, rododendri e gigli in particolare. Abbiate quindi cura del vostro piccolo e monitorare le piante a cui si avvicina, perché questo potrebbe aiutarvi a capire cosa lo infastidisce.

Al di là di questo, ricordate che con la primavera i nostri amici pelosi si risvegliano dal torpore dell’inverno, per cui è assolutamente normale trovarli più vivaci ed energici. Per quanto possano sembrarvi iperattivi, non lo sono. Stanno soltanto accogliendo la nuova stagione a loro modo.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati