Insufficienza epatica nel cane: cosa sapere

L'insufficienza epatica nel cane non è da sottovalutare: il fegato ha delle funzioni essenziali. Ecco cosa c'è da sapere.

Elimina le sostanze di scarto, depura il sangue e produce enzimi. Quando il fegato non funziona bene si può arrivare a parlare di insufficienza epatica nel cane.

Purtroppo la diagnosi non è sempre facile e i danni provocati da questa malattia sono irreversibili.

Insufficienza epatica nel cane: cause

Sono diverse le cause dell’insufficienza epatica nel cane.
Le intossicazioni da insetticida, da piombo, alcuni farmaci come il paracetamolo; la leptospiriosi, la filariosi, l’epatite, il morbo di Cusching, il diabete o il cancro sono tutti possibili motivi scatenanti.

A tal proposito vediamo quali sono le 5 razze di cane più soggette a sviluppare un tumore.

Insufficienza epatica nel cane: cosa sapere

Anche i calcoli biliari o la pancreatite potrebbero danneggiare il fegato. Gli shunt (delle deviazioni del flusso normale del sangue, che possono essere congenite o conseguenti a una cirrosi epatica) possono impedire la giusta erogazione del fegato, le tossine non vengono così eliminate e il cane potrebbe arrivare a soffrire di encefalopatia epatica.

Insufficienza epatica nel cane: sintomi

Anche i sintomi sono numerosi. Vediamo quali sono:

  • Ittero. Quando il fegato non funziona bene, si verifica un accumulo di bile che dà un colore giallognolo alle mucose e agli occhi, e uno marrone scuro alle urine.
  • Ascite. Si tratta di un accumulo di liquido nell’addome, a causa della diminuzione delle proteine sieriche. Questo provoca un aumento della pressione venosa che porta il sangue al fegato.
  • Encefalopatia epatica. È un’infiammazione del cervello dovuta alla presenza di tossine nel sangue (come l’ammoniaca). Il cane apparirà disorientato, scordinato, avrà un eccesso di salivazione, e sarà debole. Nei casi più gravi avremo convulsioni e coma.
  • Edema. Si verifica quando si accumula liquido alle estremità ed è dovuto a una diminuzione delle proteine sieriche.
  • Emorragie. Se la malattia è in stato avanzato possono essere spontanee. Sono frequenti nell’area addominale e intestinale; possono colpire anche il sistema urinario. Attenzione a eventuale sangue nelle feci e a episodi di vomito e diarrea, controlliamo sempre le urine.

Potrebbe bere e urinare di più: è qui che dobbiamo chiedere l’intervento del veterinario.
Insufficienza epatica nel cane: cosa sapere

Il fegato comincerà a infiammarsi e le cellule, con il progredire dell’insufficienza epatica nel cane, inizieranno a morire.
L’organo avrà una conformazione diversa, apparirà indurito e tutto ciò sarà irreversibile: questa si chiama cirrosi epatica.

Nonostante la patologia, il fegato riesce comunque a svolgere le proprie funzioni finché la maggior parte delle sue cellule non sono compromesse.

Perché ci sia una diagnosi corretta e tempestiva bisogna risalire alle cause, così il veterinario potrà dare la cura più efficace.

Insufficienza epatica nel cane: diagnosi

Il problema principale è che i sintomi non sono specifici e ci si può confondere con altre patologie. La diagnosi quindi può arrivare ritardo.

Insufficienza epatica nel cane: cosa sapere

Il veterinario può fare degli esami del sangue, ecografie. Può analizzare le urine e le feci, fino ad arrivare a una biopsia.

Insufficienza epatica nel cane: cura

Nel caso di un’infezione, verranno prescritti i farmaci più adeguati. Le ostruzioni e alcuni tumori possono essere trattati con la chirurgia.

Nei casi di shunt bisognerà intervenire o procedere con il trattamento della conseguente encefalopatia.

Insufficienza epatica nel cane: cosa sapere

Comunque sarà il veterinario a decidere la cura della patologia e delle complicazioni che può generare, spesso suggerendo una dieta specifica e la somministrazione di farmaci che possono migliorare la coagulazione, o prevenire convulsioni e ulcere.

La percentuale di guarigione dipende dai danni che la malattia ha provocato al fegato.