La cucciola di chihuahua Raya ha rischiato la morte a causa della burocrazia

Quando si parte con il proprio peloso è importante che tutta la documentazione sia corretta; la cucciola di chihuahua Raya ha rischiato per questo di morire

Nell’ottobre 2020 una burocrazia eccessivamente zelante ha quasi permesso l’abbattimento della cucciola di chihuahua Raya; una petizione del suo proprietario e la sua condivisione, da parte dell’attore Jean-Claude Van Damme, ha permesso alla pelosa di sopravvivere. La situazione, inoltre, risultava particolarmente ostica perché la pelosa era al centro della legge di due Paesi: Norvegia e Bulgaria.

I proprietari della cucciola di chihuahua Raya avevano deciso di trascorrere qualche giorno di vacanza in Norvegia; sfortunatamente al momento di ritornare nel proprio paese, si riscontra un problema nell’aeroporto norvegese. I documenti della piccola Raya non erano in regola. Per questo, la Bulgaria aveva deciso di non fare tornare il peloso a casa. Nel frattempo, Raya, per motivi di sicurezza legati alla salvaguardia della fauna locale, non poteva restare nemmeno in Norvegia. Est Europa: i cuccioli viaggiano in condizioni indescrivibili per arrivare in Italia.

Ciò significava optare per una scelta drastica; ovvero quella di sopprimere la cagnolina. Il proprietario della piccola, attraverso i suoi legali, ha chiesto qualche giorno di proroga; per evitare l’iniezione letale. Il suo scopo era quello di prendere tempo per trovare una soluzione e riportare il cane a casa. Il proprietario Iversen ha deciso quindi di fare una petizione per fare tornare Raya nel proprio Paese; su change.org. Moltissime persone hanno deciso di sottoscrivere e aderire alla petizione; tra queste persone c’era anche l’attore e maestro di arti marziali Jean-Claude Van Damme. I ‘baci d’arrivederci’ regalano ai cani un trattamento speciale prima dell’eutanasia.

L’attore, condividendo a sua volta sui social la petizione, ha aiutato ad aumentare il numero dei sostenitori della piccola pelosa. La Bulgaria, facendo uno strappo alla regola, ha comunicato ai proprietari e alle autorità norvegesi che Raya sarebbe potuta ritornare in Paese. Il proprietario adesso deve sistemare tutta la documentazione del cane, prima di partire di nuovo; la pelosa però sta bene ed è al sicuro ed è questo quello che conta. Tutte le precauzioni per portare il cucciolo di cane in vacanza.

Leggi anche Viaggiare con il cane in aereo, cosa sapere?

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati