Lasciano un Chow-Chow sul balcone per giorni: il cane muore di freddo nel pratese

E' l'ennesima triste storia di maltrattamenti nei confronti degli animali quella di un cane Chow-Chow, morto di freddo in provincia di Prato

Sono state le rigide temperature di dicembre ad uccidere un cane di razza Chow-Chow, lasciato volontariamente sul terrazzo per giorni.

I proprietari, una giovane coppia di Montemurlo, nel pratese, sono stati denunciati dalla Polizia municipale e dalle Guardie zoofile. Dovranno rispondere per i reati di maltrattamento, abbandono di animali e lesioni. Il cane, nonostante il trasporto dal veterinario, è morto di freddo.

Lasciano un Chow-Chow sul balcone per giorni: muore di freddo

La segnalazione è arrivata da parte di alcuni cittadini, vicini di casa. Da tempo vedevano l’animale rinchiuso sul terrazzo di un appartamento senza alcun riparo, esposto al freddo pungente dell’inverno. Le guardie zoofile si sono prontamente attivate. Dopo aver contattato il proprietario, sono riuscite a vedere e prelevare il cane di razza Chow-Chow. La situazione è apparsa subito critica. L’animale era in condizioni gravissime.

Trasportato dal veterinario, ha accertato che il cane era in stato ipotermia. Purtroppo è deceduto il mattino successivo al ricovero.

Le guardie zoofile e la polizia municipale hanno quindi informato il magistrato di turno che ha autorizzato il sequestro dell’animale. Per il proprietario del cane e la moglie, sono scattate le denunce penali. Il cane, inoltre, è risultato importato illegalmente dalla Bulgaria e mai registrato sul territorio italiano.

Lasciano un Chow-Chow sul balcone per giorni: muore di freddo

Il proprietario del cane ha provato a giustificarsi alle Guardie zoofile. Sostiene che per problemi di lavoro, non riusciva a gestire il cane e a portarlo fuori. Per questo motivo teneva l’animale sul terrazzo.

«È importante sapere che se non ci si può prendere cura di un animale domestico come nel caso della persona denunciata, esiste un’alternativa. Basta rivolgersi alla nostra associazione. Che si attiverà con prontezza per trovare una sistemazione adeguata per l’animale. Oppure è possibile rivolgersi al Comune.

In questo modo si eviterà di arrivare a situazioni estreme come quella che ha portato al decesso dell’animale.» Spiega Andrea Monaco. Presidente dell’associazione Laboratorio Verde Fare Ambiente – Vigilanza Guardie zoofile ambientali.

E continua: «Il nostro compito è innanzitutto quello di sensibilizzare sui corretti comportamenti da tenere nella gestione degli animali domestici. Per questo le persone ci ringraziano».

Questa associazione infatti si occupa della tutela e della prevenzione dei maltrattamenti degli animali domestici.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati