Pulire le orecchie di un cucciolo di cane, come farlo e cosa usare

Pulire le orecchie di un cucciolo di cane: tutto quello che c'è da sapere.

pulire le orecchie di un cucciolo di cane

Vi avvertiamo sin da subito: pulire le orecchie di un cucciolo di cane non è affatto una pratica facile, ma è assolutamente necessaria. Farete quindi bene ad abituare il vostro piccolo sin da subito a questa procedura – o tortura, come direbbe lui -, così da non avere problemi di alcun tipo quando è adulto. Le orecchie di un cane, infatti, sono una parte del corpo incredibilmente delicata, che deve essere monitorata con grande attenzione.

Per la sua particolare conformazione, l’orecchio è soggetto non solo all’attacco di funghi e batteri, ma anche a brutte e fastidiose infezioni. E se questo è valido per tutte le razza, lo è ancor di più per gli esemplari dalle orecchie cadenti, come Cocker Spaniel o Basset Hound. Ma anche Bulldog e Barboncini sono inclini a patologie dell’apparato uditivo, per cui è importante che abituiate i vostri cuccioli alle cure. Vediamo allora quali prodotti usare e come fare per pulire al meglio le orecchie del vostro amico a quattro zampe.

Perché è importante pulire le orecchie di un cucciolo di cane?

La pulizia delle orecchie è fondamentale per prevenire patologie come le otiti, che possono essere di diversa origine: batterica, micotica o dovuta ad un corpo estraneo. I cuccioli, invece, possono andare incontro alla cosiddetta rogna auricolare (otocariasi), una particolare infiammazione dovuta alla presenza di un parassita, che si manifesta con un forte prurito. Altrettanto comune è il catarro auricolare, dovuto ad un accumulo eccessivo di cerume, che può provocare una brutta infezione. Ma anche acari, zecche e pulci possono trovare nelle orecchie “terreno fertile” per proliferare.

La prevenzione diventa allora la soluzione migliore per evitare l’insorgere di queste problematiche. È importante che facciate attenzione agli atteggiamenti del vostro cucciolo, per capire se ha fastidi di qualche genere. Generalmente, quando ci sono problemi con le orecchie, il piccolo tende a grattarsi o scuotere la testa. Segnali chiari che vi dicono che qualcosa non va. Al di là di questo, è bene che una volta a settimana controlliate da vicino il padiglione auricolare, facendo attenzione al colore della parte interna. Nel caso in cui non dovesse essere rosa, allora fareste bene a cercare di individuare qual è la causa reale del problema. Una volta individuato il problema, allora potete procedere con la pulizia adeguata.

Pulire le orecchie di un cucciolo di cane, come farlo e cosa usare

Cosa usare per la pulizia delle orecchie?

Come anticipato, pulire le orecchie del vostro cucciolo una volta a settimana è di fondamentale importanza per la sua salute. Cosa utilizzare? La risposta è semplice: esistono tantissimi detergenti specifici in commercio, che aiutano a sciogliere lo sporco assicurando così una pulizia profonda e accurata del padiglione auricolare. Se preferite, potete anche preparare una soluzione casalinga a base di alcol e aceto bianco, ammesso che il vostro piccolo non abbia ferite o graffi di alcun genere. Evitate però di utilizzare l’acqua, perché potrebbe penetrare nel condotto uditivo e causare la proliferazione di infezioni di vario genere.

Se invece notate che il padiglione auricolare del vostro piccolo emana cattivo odore o è di colore giallastro, allora vi suggeriamo di portarlo dal veterinario per farvi suggerire un prodotto adatto da utilizzare per la pulizia delle orecchie. In questo caso, infatti, sarà necessario garantire al vostro cucciolo una pulizia più profonda e accurata, così da far passare l’infezione. Una volta conclusa la terapia, potrete ricominciare con la pulizia settimanale con detergenti specifici. Ma vediamo allora come pulire le orecchie di un cucciolo di cane al meglio, evitando che faccia capricci o altro.

Come pulire le orecchie del cucciolo

A seconda del detergente che scegliete di utilizzare, dovrete seguire dei passaggi ben specifici per pulire le orecchie del vostro cucciolo di cane. Se optate per un prodotto in gocce, allora vi suggeriamo di introdurre qualche goccia nel padiglione, massaggiare e poi procedere con la pulizia con un batuffolo. Se invece scegliete una soluzione, allora dovete immergervi un batuffolo e poi tamponare delicatamente la parte interna dell’orecchio del cucciolo. Eliminate al meglio ogni traccia di sporcizia e residui di cerume, facendo grande attenzione alle piccole fessure e agli spazi interstiziali, così da garantirne una pulizia completa.

Pulire le orecchie di un cucciolo di cane, come farlo e cosa usare

Fate attenzione a non andare troppo in profondità, perché potreste creare danni al vostro cucciolo. Cercate di rimanere in superficie e, nel caso in cui notiate troppo cerume nelle orecchie del cane, allora chiedete al veterinario di darvi una soluzione specifica per sciogliere il cerume e portarlo verso l’esterno dell’orecchio. Una volta conclusa la pulizia, lasciate che il piccolo scuota la testa per eliminare la soluzione in eccesso rimasta nel padiglione auricolare. Per assicurare davvero una pulizia profonda, vi suggeriamo di passare il batuffolo una seconda volta, così da eliminare eventuali residui di sporco o cerume. Ricordatevi di fare questa pulizia una volta a settimana quando il cane è in buona salute e non presenta problemi di alcun tipo. Se invece state curando infezioni o altro, allora seguite le indicazioni del vostro veterinario, che molto probabilmente vi suggerirà di utilizzare prodotti specifici almeno un paio di volte al giorno.

Pulire le orecchie di un cucciolo di cane: consigli utili

Il primo consiglio che dobbiamo darvi è quello di abituare il vostro cucciolo sin da subito alla pulizia delle orecchie. Già dai primi mesi di convivenza, dovete cominciare a pulirlo, in modo che si abitui e non crei problemi in età adulta. Vi avvertiamo subito che non sarà facile, ma con una buona dose di pazienza riuscirete a farlo. Se necessario, fatevi aiutare da qualcuno, che può distrarre il cane coccolandolo e lasciarvi abbastanza tranquillità per riuscire a pulire le sue orecchie. A questo punto, potete armarvi di batuffolo ed effettuare la pulizia. Ricordatevi che si tratta di una zona molto sensibile, per cui dovrete fare grandissima attenzione. Soprattutto, cercate di essere ben fermi anche quando il cucciolo si muoverà per evitare che voi possiate passargli il batuffolo nel padiglione auricolare. Una volta che sarete riusciti a pulirlo, ricordatevi di premiarlo, in modo che capisca di essersi comportato nel modo giusto. Vedrete che la prossima volta che vi avvicinerete per pulirlo, non farà storie.

Altri consigli utili? Come già detto, evitate di utilizzare l’acqua per pulire le orecchie del vostro piccolo e optate piuttosto per un detergente specifico o una soluzione preparata in casa per l’igiene del vostro cucciolo. Controllate sempre le sue orecchie, anche se siete soliti effettuare la pulizia settimanale, soprattutto nelle stagioni più calde e dopo aver portato il piccolo al parco. Anzi, vi suggeriamo addirittura di effettuare dei controlli costanti dal veterinario, soprattutto se avete adottato il cucciolo di una razza molto sensibile a queste patologie. In questo caso, fareste bene ad avere l’accortezza di verificare sempre se le orecchie del piccolo sono rosa e hanno un buon odore. Se così non fosse, vi suggeriamo di procedere con la pulizia e poi, in caso non dovesse bastare, di recarvi dal veterinario per far controllare il piccolo.

Pulire le orecchie di un cucciolo di cane, come farlo e cosa usare

Pulire le orecchie di un cucciolo di cane: cosa sapere

Pulire le orecchie di un cucciolo di cane è una pratica che bisogna eseguire con estrema attenzione, ma anche con grande fermezza, onde evitare che il piccolo possa fare movimenti bruschi e farsi male. E farlo anche a voi. Al di là di questo, ci vorrà davvero poco per imparare. Se non avete mai avuto un animale in casa prima d’ora, dopo un paio di volte avrete già imparato. Capirete cosa fare, come e soprattutto quando. Evitate, ad esempio, di pulire le orecchie del vostro amico a quattro zampe se lo vedete troppo sù di giri. Certo, non vi stiamo dicendo di disturbarlo in un momento di tranquillità, ma semplicemente di scegliere una situazione che possa permettervi di pulirlo.

Se decidete di portare il vostro cucciolo al mare o al lago, ad esempio, vi suggeriamo vivamente di riportarlo a casa e procedere subito con la pulizia delle orecchie. L’acqua aumenta il rischio di infezioni, per cui è molto importante asciugarla subito. Dovrete essere minuziosi ed eliminare l’acqua entrata nel padiglione, e poi concludere la pulizia utilizzando una lozione, se necessario. Insomma, considerate che le orecchie sono molto importanti per il vostro amico a quattro zampe, per cui vi suggeriamo vivamente di prestarci grande attenzione. Certo, ci vorrà un po’ di pazienza per insegnare al vostro cucciolo a farsi pulire costantemente, ma se lo abituate dai primi giorni e lo ricompensate in maniera adeguata, allora vedrete che non avrete problemi di alcun tipo. Nè quando il vostro amico a quattro zampe è piccolo, tanto meno quando cresce.

In conclusione, ora che sapete che pulire le orecchie di un cucciolo di cane è di fondamentale importanza, siamo certi che farete molta attenzione a questa parte così delicata del vostro amico a quattro zampe. Prendete la pulizia come un momento di condivisione, e state certi che anche lui la apprezzerà alla fine. In fondo, massaggiare le orecchie è una pratica che piace molto ai nostri amici a quattro zampe. Scoprirete che, con un piccolo massaggio, anche il vostro cucciolo sarà felice di ricevere la sua pulizia settimanale. Non preoccupatevi se all’inizio non è così, prima o poi il piccolo si abituerà.