Cane abbandonato e maltrattato rinasce: la storia emozionante – VIDEO

Vedere poveri animali indifesi ci destabilizza. È questo è l'effetto del video del cane abbandonato e maltrattato che rinasce. La sua forza è straordinaria

cane in convalescenza

Noah è il protagonista del video del cane abbandonato e maltrattato che rinasce. Si tratta di uno di quei cani che spesso vengono considerati aggressivi e pericolosi.

Cane abbandonato e maltrattato rinasce: la storia emozionante - VIDEO

In realtà non esistono esemplari del genere, la malvagità – che altro non è che paura – è figlia di un addestramento scellerato da parte dell’uomo o di traumi subiti.

La lotta per la vita

Il video del cane abbandonato e maltrattato che rinasce mostra un povero amico a quattro zampe in fin di vita, con una lesione al volto che non gli avrebbe lasciato scampo se non avesse trovato dei veterinari e dei genitori umani determinati a donargli una seconda possibilità.

La parte interessata era in necrosi, il dolore subito è stato inimmaginabile. Gli antibiotici indispensabili, come le numerose operazioni chirurgiche. La resilienza fuori dal comune però ha premiato Noah.

Una seconda possibilità

Questo cane traumatizzato ha avuto una seconda chance, grazie soprattutto al suo attaccamento alla vita e alle cure ricevute.

Adesso ha una mamma e un papà che lo amano incondizionatamente, e un amico a quattro zampe con il quale si rilassa e si diverte.

I cani non sono aggressivi per natura

Cane abbandonato e maltrattato rinasce: la storia emozionante - VIDEO

I cani non nascono aggressivi. C’è sempre una causa alla base di comportamenti violenti. Purtroppo, nel caso di un meticcio trovato per strada e dal passato sconosciuto, risalire alle origini del disagio è quasi impossibile. Anche i nostri amici a quattro zampe subiscono dei traumi, e non sono solo fisici. Noah, infatti, dovrà fare i conti tutti i giorni con il male che ha dovuto sopportare.

Quindi è possibile affermare con assoluta certezza che esistono delle valide ragioni che spingono Fido a mostrare diffidenza e aggressività. Per risolvere il problema, e stare tutti più sereni, bisogna risalire alle origini.

Una volta individuata la causa, magari con l’aiuto di un etologo esperto, è bene mettersi nell’ordine delle idee che ci vuole molta pazienza e che le reazioni dal cane sono dovute solo alla paura. Cerchiamo di metterci nei suoi panni. Ogni amico a quattro zampe deve seguire un metodo rieducativo studiato in base alle sue esigenze, ed è importante che senta il sostegno di chi considera famiglia.