60 cani protetti dal proprietario durante l’incendio in Australia

È tristemente nota in tutto il mondo la drammatica situazione in Australia, dove vari incendi stanno devastando la flora e la fauna del paese. Chi ne sta pagando maggiormente le conseguenze sono gli animali, anche i cani ad esempio.

brett-famiglia

Certo la loro situazione non è disperata come quella di altre specie (koala, ecc..) ma nessuno la può trascurare. Questo lo sa Brett Hadden che tiene a cuore i suoi 60 Husky come nessun’altra cosa al mondo.

Per Brett i suoi cani sono tutto, i suoi amici, il suo lavoro ma soprattutto la sua famiglia, la sua immensa famiglia. Ora che l’incendio ha raggiunto anche la zona dove vive Brett tutto si fa più complicato.

brett-australia

Brett vive nello stato di Victoria, quindi nel sud-est dell’Australia; le fiamme e i roghi degli incendi hanno raggiunto anche quelle terre. I soccorritori hanno evacuato gran parte della popolazione ma sono sorti dei problemi.

brett-soccorsi

Per il recupero dei cittadini nelle zone più remote ed isolate, le squadre operative hanno usato degli elicotteri, assolutamente non adatti al trasporto di cani. Perciò quando è stato chiesto a Brett di evacuare senza i suoi 60 cani, lui ha categoricamente rifiutato.

L’uomo ha istallato una tenda in un campo aperto ed ora aspetta altri soccorsi, nella speranza che le fiamme non lo colgano alla sprovvista. Questo non dovrebbe comunque accadere per vari motivi.

brett-tenda

Prima di tutto perché gli incendi stanno riguardando le zone limitrofe a quella dove risiede Brett al momento. In secondo luogo le temperature sono scese e alcuni giorni fa ha anche piovuto nello stato di Victoria.

brett-incendio

Fino ad ora i cani hanno sofferto leggermente l’afa e il calore venutosi a creare proprio a causa dell’incendio, ma insieme a Brett tutti ce la faranno, questa è una garanzia che proviene da lui stesso.

brett-cani

Nel frattempo tutti i nostri pensieri sono rivolti alle vittime di questa immensa catastrofe naturale, preghiamo davvero che tutto finisca il più presto possibile.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati