Alano spagnolo, cosa si sa di questo cane oggi estinto

Ecco cosa si sa oggi dell'Alano spagnolo, razza canina molto antica e dichiarata ufficialmente estinta: un cane forte e coraggioso come pochi

cosa si sa dell'alano spagnolo estinto

Tra tutte le razze canine l’Alano spagnolo resta una delle meno conosciute, ma cosa si sa di questo cane oggi dichiarato estinto?

Le notizie sull’Alano spagnolo risalgono a tempi piuttosto antichi e ci donano a tutti gli effetti il ritratto del progenitore di molte razze canine che esistono attualmente.

Alano spagnolo: le prime testimonianze

Secondo le testimonianze più attendibili l’Alano spagnolo esisteva già intorno al Quarto secolo dopo Cristo, quando cioè arrivò nella Penisola iberica al fianco del popolo nomade degli Alani.

Alano spagnolo, cosa si sa di questo cane oggi estinto

Proprio da questi pastori nomadi prese il nome con cui oggi lo conosciamo, viaggiava al loro fianco come cane da lavoro.

Agli Alani serviva un cane che fosse ottimo per far da guardiano delle greggi ma che allo stesso tempo fosse abbastanza forte e resistente da sopravvivere in qualsiasi condizione.

Spostandosi dalle regioni caucasiche fino all’attuale Spagna si ritrovavano ad affrontare climi differenti e territori spesso impervi.

E per di più accampandosi all’esterno con le loro tende erano esposti agli attacchi dei tanti grandi predatori come orsi, lupi e persino felini selvatici.

Era il cane perfetto per difendere il bestiame ma anche i loro averi da queste minacce e per tanti motivi.

Era un cane instancabile, massiccio e tra i più forti che esistessero e inoltre era dotato di un temperamento temerario e coraggioso.

Insomma, l’Alano spagnolo era una vera e propria macchina da guerra e non si tirava di fronte a niente affrontando ogni pericolo con grande coraggio.

L’evoluzione dell’Alano spagnolo

Per via di queste caratteristiche che lo rendevano a tutti gli effetti un cane fortissimo come pochi, l’Alano spagnolo ebbe da subito un grande successo.

Alano spagnolo, cosa si sa di questo cane oggi estinto

Tanto che iniziò a diffondersi anche tra gli abitanti della Penisola iberica che iniziarono a perfezionare la razza incrociandola con mastini e molossi autoctoni.

Il risultato fu un cane ulteriormente grande e potente, perfetto per svolgere le più disparate mansioni.

Secondo alcune fonti storiche questo cane prese parte persino alle spedizioni dei Conquistadores nelle Americhe al fianco dell’esercito spagnolo.

Trattandosi di un cane dal carattere iracondo era facile aizzarlo contro i poveri malcapitati da sottomettere, macchiando purtroppo la sua affascinante storia.

Cosa si sa oggi dell’Alano spagnolo si deve a ulteriori testimonianze che risalgono al periodo successivo, quando cioè era protagonista di numerosi trattati di caccia.

Nel tempo, infatti, i nobili spagnoli inclusa la famiglia reale iniziò ad accogliere nelle proprie dimore molti esemplari di questa razza canina.

E li impiegavano come cani da caccia alla grande selvaggina e ai grandi predatori, vantandosi di avere al loro fianco i cani più forti del mondo.

Persino scrittori e artisti del tempo citano l’Alano spagnolo nelle proprie opere, dai dipinti del Velàsquez che ritraggono scene di caccia fino ad autori famosi come il Cervantes.

Alano spagnolo: cosa si sa di questo cane

Grazie ad altre testimonianze cosa si sa dell’Alano spagnolo include fatti legati alla storia più recente, oltre che dettagli su temperamento e aspetto.

Alano spagnolo, cosa si sa di questo cane oggi estinto

Innanzi tutto sappiamo che fino al 1883 questo cane fu impiegato per i combattimenti con i tori nelle famose corride spagnole.

Un compito ingrato per cui si sfruttavano le peculiarità del grande e forte Alano spagnolo per il discutibile piacere legato a questo tipo di evento.

Dal 1883 in poi questa pratica fu proibita per legge e la razza canina finalmente non fu più costretta a combattere contro altri animali.

Ciò però provocò anche un calo di interesse nei confronti della razza canina che, in pochi decenni, arrivò di fatto all’estinzione.

Il sangue dell’Alano spagnolo continua a scorrere nelle vene di razze canine ancora esistenti come Bulldog, Molossi e persino in cani come il Carlino.

Ma non esistono a detta degli studiosi esemplari “originali” che rispecchino tutte le caratteristiche di questa razza canina.

Caratteristiche fisiche e temperamento

Cosa si sa sul carattere dell’Alano spagnolo? Ebbene, sappiamo che si tratta di un cane dal temperamento forte proprio come la sua fisicità.

Alano spagnolo, cosa si sa di questo cane oggi estinto

L’Alano spagnolo è un cane intelligente e coraggioso con un forte istinto di protezione nei confronti del padrone, della famiglia e del territorio.

Per questo motivo è sempre stato considerato un ottimo cane da guardia, oltre che da combattimento, sempre pronto ad affrontare qualsiasi pericolo o minaccia.

L’Alano spagnolo è “aiutato” in questo compito da una fisicità senza eguali, una corporatura muscolosa e massiccia che lo rende resistente praticamente a tutto.

Il suo carattere non lo rende un cane adatto proprio a tutti e va gestito da un padrone che sappia avere polso fermo, che sappia educarlo al meglio.

Attenzione soprattutto agli estranei, verso i quali questo cane non prova grande simpatia vista la tendenza a percepire l’altro come minaccia.