Alfie, il cane che non può tornare a stare con il suo padrone malato

La storia di Alfie, il cane che ha dovuto cambiare famiglia dopo il ricovero del suo padrone e che ora non può tornare da lui

La storia di oggi è una storia molto particolare. Racconta la vicenda di Alfie, un cane che, dopo il ricovero del suo padrone, è stato costretto a cambiare famiglia. Oggi che il suo amico sta bene, purtroppo, non può tornare a casa.

È disperato Richard Howard, il proprietario del protagonista di questa storia. Qualche mese fa, l’uomo è stato ricoverato in ospedale a seguito di alcuni problemi mentali.

Primo piano di un cane

Un ricovero mediamente lungo il suo, che lo ha costretto a stare lontano dal suo cane Alfie. L’amico di una vita, il suo vero e proprio migliore amico.

Alfie è un cane di razza Border Collie che oggi ha sei anni e che vive da 3 insieme a Richard. Un cane con un passato un po’ violento, abbandonato dalla sua prima famiglia. Un cane che ha ritrovato la felicità solo grazie a Richard.

Cane seduto

Felicità che, però, si è improvvisamente interrotta dopo il ricovero in ospedale dell’uomo. Richard, un uomo di 30 anni affetto da disturbo da deficit di attenzione e di iperattività, aveva in Aflie il suo unico vero amico.

Durante il ricovero, Richard era convinto che Alfie fosse in un rifugio, in attesa che lui stesso lasciasse l’ospedale. Dopo le dimissioni, però, l’amara verità. Un’altra famiglia aveva adottato il cane Alfie.

Cane sdraiato

La polizia ha dichiarato che dopo il ricovero dell’uomo, hanno dovuto per forza portare Alfie al rifugio Leigh Dogs and Cats, dal momento che nessuno poteva più occuparsi di lui.

Qui, una famiglia si è innamorata di lui e ne ha richiesto immediatamente l’adozione. Tramite il microchip, il rifugio ha rintracciato il suo primo proprietario che, ovviamente, non si è opposto alla nuova adozione.

Cane insieme ad un bambino

E così, Alfie è entrato a far parte di nuova famiglia. Ora Richard sta combattendo la sua battaglia per riavere il suo cane che, a detta dell’uomo, qualcuno gli ha portato via ingiustamente.

La polizia, però, si difende, affermando di aver seguito la procedura nei minimi dettagli. E così Alfie si ritrova conteso tra due famiglie diverse, in attesa di capire chi avrà ragione. Non è la prima volta che vi raccontiamo vicende del genere. Come la storia di Jago, il cane conteso in tribunale.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati