Cagnolone si tuffa in un lago per prendere il suo simpatico giocattolo

Avete mai visto un cane tuffarsi in modo così buffo? Non voleva rischiare di perdere la sua pallina!

I nostri amici a quattro zampe amano giocare. Si divertono un sacco, soprattutto in compagnia. Hanno bisogno di un compagno di gioco altrimenti si annoiano. Spesso utilizzano dei giocattoli, di qualsiasi genere. Aspettano che il padrone gli lanci qualcosa, come ad esempio un bel bastone. Iniziano a correre nella direzione del lancio e appena tocca terra, lo mordono fortissimo per poi riportarlo indietro. Delle volte si fissano con certi oggetti. Se ne impadroniscono senza volerli più lasciare andare. Alcuni cani hanno la fissazione per oggetti rotondi, soprattutto se sono abbastanza morbidi da poter essere morsi. È proprio questo il caso, in cui un padrone lancia la pallina all’interno del lago e il suo cagnolone si tuffa per riprenderla.

È bello vedere come i cani siano affezionati ad alcuni oggetti. Non c’è una spiegazione precisa, d’altronde anche noi essere umani teniamo ad oggetti senza valore economico, ma carichi di valore affettivo. In questo video possiamo vedere come il cane si precipita verso il lago, correndo il più velocemente possibile. Il cagnolone si tuffa in modo buffo, ma efficace per raggiungere rapidamente il suo giocattolo. Successivamente torna indietro nuotando fiero, per aver ripreso il suo trofeo.

LEGGI ANCHE: I cuccioli di Carlo e Camilla “cacciano” dal Palazzo i cani della Regina Elisabetta II (affidati al figlio Andrea e all’ex Sarah Ferguson)

I cani, grazie ai loro comportamenti, non smettono di insegnarci importanti lezioni. Da questo video possiamo estrapolare concetti davvero interessanti. Non è importante il valore oggettivo di qualcosa, ma il valore intrinseco.
Siamo noi i protagonisti della nostra vita, quindi è importante il valore che noi attribuiamo a qualcosa, e non il valore che la società ci impone.

LEGGI ANCHE: Cane abbaia e avvisa i vicini che mamma e figlio in casa, purtroppo, sono improvvisamente morti

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati