Cane chiuso in auto per un’ora: denunciato il proprietario

Succede a Roma, dove un cane è rimasto chiuso in auto per più di un'ora. Il proprietario è stato rintracciato e denunciato

Torniamo a parlare di una questione che, ogni anno di questo periodo, torna tra le notizie di cronaca: il cane chiuso in auto sotto il sole.

Il caldo è arrivato e l’estate è sempre più vicina. E, se da una parte siamo felici di trascorrere qualche giornata al mare, dall’altra torna la preoccupazione per i nostri amici a quattro zampe.

Cane in macchina

Ogni anno, infatti, tantissimi cani muoiono all’interno di auto parcheggiate al sole. La questione del cane chiuso in auto, infatti, è una questione ancora troppo spesso sottovalutata da tutti i proprietari di quadrupedi incoscienti.

Proprio per questo, vi abbiamo già parlato delle 5 cose che puoi fare se vedi un cane chiuso in auto sotto il sole rovente. In casi come questi, infatti, la non indifferenza è ciò che può fare la differenza tra la vita e la morte dei nostri amici a quattro zampe.

Cane in auto

Lo sa bene il cane protagonista di questa vicenda che è rimasto chiuso in auto per molto più di un’ora. Siamo a Roma, in un pomeriggio in cui i termometri segnano una temperatura di oltre 30°.

Nonostante questo, però, il proprietario di questo cane ha ben visto di lasciarlo chiuso in auto sotto il sole rovente. Auto che, nel giro di pochissimo tempo, si è trasformata in un vero e proprio forno.

Cane dentro ad una macchina

Fortunatamente, i passanti non sono rimasti indifferenti. Sono state tantissime le persone che hanno notato quel cane all’interno della Mercedes sotto il sole rovente. E, vista l’evidente difficoltà del cane, hanno chiamato i vigili, che sono prontamente intervenuti.

I vigili hanno liberato il cane, che per fortuna non presenta nessuna conseguenza grave. Nel frattempo, il suo proprietario è stato denunciato.

Cane che guarda fuori dal finestrino di un'auto

Si tratta di un avvocato romano di 60 anni che ora deve rispondere all’accusa di maltrattamento di animali e dovrà presto presentarsi davanti ad un giudice. Una vicenda che, per fortuna, non ha avuto conseguenze gravi. Nonostante questo, però, il gesto resta da condannare.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati