Cane gettato via dal vicino perché da fastidio

Cane gettato via dal vicino del proprietario semplicemente perché recava disturbo.

Oggi nel mondo accadono moltissime cose strane o dispiacevoli che alcune volte possono colpire o lasciare di stucco, spiazzati, senza parole. Questa è una di quelle storie che sorprendono per l’insensibilità che spesso caratterizza alcuni esseri umani.

Ci troviamo in Inghilterra, per la precisione a Dover, sulla costa sud del New Hampshire, qui un uomo si è macchiato la coscienza con un atto vile che per quanto non sia estremamente grave, rimane pur sempre una cosa che nessuno dovrebbe mai fare.

L’uomo in questione è James Balboni, che al momento del gesto ignobile soggiornava a casa di un suo amico che lo stava ospitando per un po’ di tempo, tempo che a quanto pare fu sgradevole per James, specialmente nelle ore di riposo.

secchio-immondizia

L’ospite infatti, sostenendo che il cane dell’amico fosse troppo chiassoso lo afferrò e lo gettò nel secchio della spazzatura. Un atto che però non rimase inosservato per fortuna. Con velocità furono chiamate le forze dell’ordine che intervennero sulla scena.

I testimoni raccontarono ogni singolo dettaglio della vicenda, James era stato osservato mentre sollevava il cane sopra il cassone dell’immondizia per poi porlo all’interno e chiudere il la parte superiore.

cane-triste

Secondo il dipartimento che è intervenuto sulla vicenda, il tutto si sarebbe svolto durante la mattina presso il Lakeside Trailer Park al 3030 di Cranberry Highway. 

Il proprietario del cane, a detta di molti rimase turbato da ciò che era successo. Non riusciva a credere a ciò che l’amico aveva potuto essere in grado di fare. Naturalmente il cane di colore bianco e nero, fu estratto dal secchio della spazzatura e fu restituito all’uomo incredulo.

James Balboni è stato accusato dal dipartimento della protezione delle risorse naturali di crudeltà sugli animali, di solito queste tipo di pene sono composte dalle più semplici multe (che possono essere salatissime), fino a ad arrivare a anni di reclusione.

dipartimento-protezione

Ciò che si spera per il futuro è che questi avvenimenti non accadano mai più, perché i cani hanno il diritto di essere trattati come esseri viventi e non come spazzatura.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati