Cane obeso salvato dall’eutanasia dopo aver perso 45 chili

cane-obeso-salvato-dalleutanasia-dopo-aver-perso-45-chili

Kai, un grosso cane di circa 70 kg avrebbe potuto vivere il suo ultimo natale l’anno scorso. Ebbene si, perché a causa della sua stazza e del suo peso, la sua ex famiglia aveva deciso di portarlo dal veterinario per la soppressione.Cane obeso salvato dall'eutanasia dopo aver perso 45 chili

Per fortuna ma soprattutto grazie alla volontà del veterinario, quella puntura fatale non c’è mai stata ed oggi Kai è un cane totalmente diverso. In un solo anno questo cane è riuscito nell’impresa di perdere circa 45 kg, tantissimi se si pensa a come era solamente 12 mesi fa.

Quel veterinario che lo ha salvato l’ha dato immediatamente in affidamento ad una donna che è risultata di fondamentale importanza nel percorso di Kai. Il suo nome è Pam Heggie, di professione fa l’infermiera ma nella vita è una strenua amante degli animali.

Cane obeso salvato dall'eutanasia dopo aver perso 45 chili

Lei ha preso con sé il grosso cane di circa 8 anni per due motivi principalmente: per amore e per affrontare una sfida. La sfida consisteva nel far dimagrire il cane per fargli vivere una vita sana e felice.

Non si è perso minimamente tempo, grazie ad una ferrea dieta e un durissimo allenamento i due hanno raggiunto l’obbiettivo che sembrava apparentemente irraggiungibile.

Cane obeso salvato dall'eutanasia dopo aver perso 45 chili

Pam e Kai hanno fatto camminate tutto l’anno, anche più di una volta al giorno. Kai ha svolto attività fisica in acqua, che lo ha aiutato moltissimo. Fisioterapie su fisioterapie hanno contribuito molto sull’esito finale.

Ed oggi Kai è a tutti gli effetti un cane nuovo, non più obeso, completamente dimenticati quei 75 kg sulla bilancia perché oggi se ne contano ben 35 kg.

Cane obeso salvato dall'eutanasia dopo aver perso 45 chili

Esiste anche una pagina Facebook dedicata a Kai, che mostra giorno per giorno la vita completamente cambiata del cane. le Foto lo ritraggono sempre in posti diversi perché l’allenamento non è certo finito, si deve sempre guardare avanti.

Cane obeso salvato dall'eutanasia dopo aver perso 45 chili

La storia di kai, oltre che essere una grande “impresa” deve essere soprattutto una fonte d’ispirazione. Questo perché ci insegna come, tramite la volontà e la determinazione, tutti i traguardi sono raggiungibili, nulla risulta essere impossibile, basta solo crederci.