Cane randagio accudito dalla ragazza

Cane randagio accudito dalla ragazza, nonostante la perdita del padre, la giovane figlia ha continuato questa speciale tradizione.

Per fortuna alcune storie, per quanto umili e semplici, sono destinate a colpire per la loro bellezza e per il messaggio che riescono a mandare; a volte queste storie possono sembrare concluse ma c’è sempre qualcosa che mantiene viva la fiamma, come questo cane randagio che continua ad essere accudito da una ragazza nonostante tutti gli eventi accaduti.

cane-johnny

 

Per eventi accaduti si intende tutti quegli avvenimenti che avrebbero potuto concludere una bellissima storia fatta di bontà, amicizia e altruismo.

I protagonisti di questo scenario sono un uomo anziano, sua figlia e Johnny, un cane randagio con pochissime pretese se non quella di condividere un pasto datogli da chi lo ha a cuore.

cane-johnny-randagio

Purtroppo il 16 aprile il cane Johnny ha vissuto un giorno triste perché ha perso la persona che per lui contava più di qualsiasi altra cosa al mondo.

Quel giorno si spense il padre di Nurul ain, migliore amico di Johnny.

L’amicizia fra l’uomo e il cane randagio è nata quasi per caso, infatti un giorno, apparentemente come gli altri, Johnny passò davanti la casa dell’uomo, quest’ultimo, vedendo passare davanti a lui un cane pelle e ossa, sanguinante e zoppicante, gli offrì del cibo e dell’acqua.

johnny-casa

Il fatto continuò fino a quando il cane capì di aver trovato una nuova sistemazione, o meglio, una nuova casa.  L’uomo si impegnò costantemente per trovare delle ossa gustose per Johnny, spingendosi addirittura a chiederle ai vicini di casa.

Il destino però ha voluto che l’uomo passasse a miglior vita ma la storia non finì cosi, la “tradizione” fu infatti continuata dalla figlia Nurul che da quel 16 aprile, si prende cura quotidianamente di Johnny.

Nurul pubblica frequentemente su Twitter alcuni messaggi in memoria del padre, ricordando che Johnny è sempre li che lo pensa, che spera di rivedere l’uomo che gli ha salvato la vita e che gli ha donato speranza.

 

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati