Cani in macchine e in motoveicoli: le leggi

Cane su veicoli: c'è qualcosa che dobbiamo sapere a riguardo? La legge dà delle direttive, ma quali sono? Scopriamolo adesso insieme

Quali sono le leggi che disciplinano gli spostamenti del nostro cane sui veicoli? Scopriamo insieme.

Cane trasportato in macchina

Siamo soliti a trasportare il nostro piccolo Fido all’interno della nostra auto. Ma siamo sicuri che sia legale? Cosa ne pensa la legge?

Esiste una norma all’interno del Codice della Strada che disciplina questo evento. Si trova all’interno dell’articolo 169, comma 6. Afferma esattamente che:

“È vietato il trasporto di animali domestici in numero superiore a uno e comunque in condizioni da costituire impedimento o pericolo per la guida.”

Ad esempio, quindi, stare in macchina e tenere il cane sulle propria ginocchia, abbracciandolo o tenendolo semplicemente lì fermo, costituisce un potenziale pericolo.

Tuttavia, per quanto riguarda il numero di animali da trasportare, c’è qualcosa da specificare di molto importante. Sembra infatti che sia possibile trasportare più di uno, ma a determinate condizioni.

cucciolo di cane sta in macchina

Quali sono? Gli animali trasportati devono essere tutti custoditi all’interno di gabbie e le gabbie devono essere separate.

Queste, devono in genere essere posizionate nel sedile posteriore della propria auto o in quello anteriore del passeggero, solo se appositamente diviso tramite una rete o un mezzo con le stesse sue funzioni.

Qualora queste norme non dovessero essere rispettate, il legislatore punisce con una sanzione. Questa, è compresa in un cifra tra gli 84 e i 335 euro.

Queste norme, sono nate proprio a tutela dei cani e degli altri animali domestici. Tenere il cane libero di girare per l’automobile, è davvero pericoloso. Non bisogna mai essere superficiali in questi casi. Piuttosto, la prudenza non deve mai essere troppa.

D’altronde, è risaputo che prevenire è sempre meglio che curare! Non lasciamo quindi che i nostri amici pelosi corrano dei rischi a causa nostra.

Cucciolo di cane trasportato su veicoli a motore a due ruote

Vorremmo sempre portare il nostro cucciolo con noi. Ogni volta che usciamo, troviamo il modo di farlo venire. In auto, come visto prima, è possibile trasportare Fido, attenendoci a delle regole ben precise.

Se le seguiamo, quindi, siamo consapevoli che il nostro cane può effettivamente venire insieme a noi, senza che nessun atto illecito venga commesso. Così, non perdiamo tempo e invitiamo il nostro cucciolo a condividere il viaggio con noi.

Ma se non disponiamo di un automobile, soltanto di un motoveicolo a due ruote, cosa cambia? Cosa prevede la legge in caso di cane trasportato su veicoli a due ruote? Sicuramente, vi sono delle differenze a cui il legislatore ha pensato.

A disciplinare questo caso, infatti, ci ha pensato l’articolo 170 del Codice della Strada. Solitamente, la legge prevede che colui che si sposta su un veicolo a due ruote, debba avere piena libertà di movimento.

cucciolo di cane sul bauletto della moto

Questo significa che deve essere in grado di muovere liberamente le braccia, così come le mani o le gambe. Deve, inoltre, stare seduto con una postura corretta e deve tenere il manubrio utilizzando entrambe le sue mani.

Per questi motivi, non è assolutamente consentito il trasporto di oggetti che non siano assicurati, che sporgano dai lati del motoveicolo o che possano limitare la visuale o il movimento del conducente. Così, sembrerebbe che un cane non possa assolutamente essere trasportato su veicoli a due ruote.

Tuttavia, non è esattamente così. Se si rispettano i precedentemente citati limiti, è possibile trasportare il cane all’interno di una gabbia. Purtroppo, questo può valere solo per cani di piccola o media taglia. Come è possibile immaginare, un cane di grossa taglia, non potrebbe permettere il rispetto dei limite che il Codice della Strada impone.

Per chi questi limiti non li rispetta, è prevista una sanzione in denaro. La sua somma è compresa in un intervallo tra gli 80 e i 323 euro.

Trasporto del cane in bicicletta

Se valutiamo tutti gli spostamenti del cane su veicoli, non possiamo ignorare la così tanto diffusa bicicletta. Mezzo ecologico e abbastanza comodo, non permette, purtroppo, lo spostamento di grossi oggetti.

Supponendo di avere un cane, come dovremmo comportarci se l’unico mezzo a disposizione che abbiamo è proprio una bicicletta?

cani sulla bicicletta

La legge, per questo genere di mezzo, prevede le stesse limitazioni che vengono imposte per il trasporto del cane su veicoli a motore a due ruote prima citato. Se quindi disponiamo di una bicicletta, dobbiamo attenerci a quanto afferma l’articolo 170 del Codice della Strada.

Per la trasgressione di suddetto articolo, è prevista, come negli altri casi, una sanzione in denaro. La cifra è compresa tra i 25 e i 99 euro.

Trasporto del cane su un treno

Se per gli spostamenti di breve durata, possiamo pensare di lasciare Fido temporaneamente solo in casa, per i viaggi più lunghi non è possibile. Molti, optano per lasciare il cane all’interno di una pensione.

Altri, invece, più coraggiosi, decidono di portare il cane con sé. Uno dei mezzi maggiormente utilizzati per gli spostamenti più lunghi è il treno. Ma Fido può salirci? Cosa prevede la legge per gli spostamenti di un cane all’interno di un treno?

All’interno del territorio italiano, la legge consente di viaggiare all’interno di un treno, in compagnia del proprio animale domestico. Ovviamente, è possibile farlo, rispettando degli obblighi e non superando determinati limiti posti dalla legge stessa.

cane sul treno

Innanzitutto, è il caso di contattare la compagnia su cui si sceglie di viaggiare. La legge consente lo spostamento degli animali sui treni, ma ogni compagnia applica regolamenti interni e costi diversi.

In generale, quasi in tutte le compagnia, è consentito il trasporto di cani di piccola taglia, all’interno della prima e delle seconda classe, in maniera gratuita, purché il cagnolino sia custodito all’interno di una gabbia o di un trasportino. Per le dimensioni di questi, bisogna sempre contattare la compagnia di riferimento.

Per i cani di grossa taglia, invece, le condizioni cambiano. Viene ammesso soltanto un cane per ogni viaggiatore, che deve essere trasportato all’interno delle carrozze dotate di cuccette. In questo caso, bisogna acquistare il compartimento per intero. Non è consentita la divisione dello spazio con altri viaggiatori.

Inoltre, per ogni genere di spostamento del cane, è previsto l’utilizzo di guinzaglio e museruola.

Fa eccezione a tutto questo soltanto il cane guida per i non vedenti. In questo caso, il trasporto è gratuito e il viaggio è consentito su ogni genere di treno.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati