Cane trovato legato vicino al rifugio

Cane trovato legato vicino al rifugio, la lettera lasciata li nei pressi è letteralmente straziante.

cane-trovato-legato-vicino-rifugio

Il mese scorso i membri dello staff del Villalobos Rescue Center sono stati protagonisti di un ritrovamento alquanto triste, infatti un cane è stato trovato legato vicino al rifugio; il povero cucciolo di poco più di un anno è stato trovato legato ad una staccionata vicino la proprietà di New Orleans.

Cane trovato legato vicino al rifugio

La corda gli stringeva fortemente una zampa che rischiava di rimanere lesa gravemente, per fortuna però non si è riscontrato nessun danno permanente; il giovane Pit Bull presentava un espressione triste, di sconforto, quasi come se consapevole di cosa fosse successo.

I membri dello staff trovarono vicino al cane una busta di plastica con i pochi averi di quest’ultimo, oltre ciò spuntò anche una lettera dal contenuto straziante.

Cane trovato legato vicino al rifugio

La lettera iniziava con la presentazione generale del giovane Pit Bull, poi però alcuni elementi spiegavano come il cane fosse finito li, nel rifugio.

Nella lettera si sottolineava come il povero cane aveva vissuto una vita triste fino a quel momento, una vita fatta di delusioni e di isolamento.

Saltava all’occhio però anche la parte finale dello scritto, che lasciava intendere come il cane fosse buono, amorevole, e voglioso di credere nell’amicizia e nella compagnia di qualcuno in grado di donargli tutte le attenzioni del caso.

Il rifugio era già strapieno, non c’erano posti disponibili all’interno della struttura e si doveva ragionare su una soluzione in grado di non deludere una seconda volta il povero Pit Bull che già aveva sofferto troppo.

Cane trovato legato vicino al rifugio

Si decise di Pubblicare sui social il video del ritrovamento e alcuni risposero all’appello, tra questi spuntò il fratello dell’ex proprietario (l’uomo della lettera), volenteroso di adottare il cane per garantirgli una vita felice estranea ad ogni sorta di male e delusione.

I soccorritori all’inizio furono restii a lasciare il cane all’uomo ma poi quando videro la reazione del Pit Bull si convinsero del fatto che stavano facendo la cosa giusta. Fu dato al cane il nome di Rocky, che ora vive una vita felice, lontana da quella che aveva assaporato qualche mese prima.