Cani fanno di tutto per attirare l’attenzione

Cani fanno di tutto per attirare l'attenzione, i due giocherelloni arrivano al punto di chiamare addirittura la polizia.

I cani sono animali giocherelloni, trovano sempre il pretesto per divertirsi o per divertire, quando però si accorgono che non diamo abbastanza peso a ciò che fanno cominciano ad inventarsi di tutto per catalizzare gli sguardi su di loro.

remy-bomber

Esempi tangibili di ciò sono le azioni di Remy e Bomber, due segugi che, non avendo probabilmente altro da fare, hanno chiamato numerose volte la polizia.

Lo scorso giovedì mattina, la polizia di Lakeville, nel Minnesota, ha ricevuto varie telefonate, tutte dal contenuto misterioso, un mistero accompagnato dal silenzio delle chiamate ricevute.

Il fatto incuriosì e non poco le autorità; furono mandati due agenti a controllare il luogo di provenienza delle chiamate che scoprirono essere una casa apparentemente vuota e chiusa a chiave, ma gli agenti sapevano essere impossibile, altrimenti da dove sarebbero arrivate le telefonate?

chiamate-centraline

Nel frattempo che gli agenti cercavano di capire come il tutto fosse possibile, la centralina del 991 ricevette altre tre telefonate velate da un parziale silenzio ogni tanto interrotto bruscamente da qualche abbaio, nessuna voce umana però era stata ancora udita.

 

Gli agenti del posto, credendo ad un falso allarme o ad uno scherzo, presero la via del ritorno ma nella centralina le chiamate continuarono ad arrivare insistenti. I poliziotti in macchina, consapevoli del perseverare delle chiamate, decisero di risalire al numero del proprietario della casa e riuscirono ad entrare nell’abitazione tramite il garage.

Appena entrati i due agenti sono stati accolti da Remy e Bomber, che scodinzolavano felici ma anche un po’ timidi, come se consapevoli delle loro azioni.

chiamate-cani

Attuando una piccola perquisizione, l’agente Roberts trovò un cellulare poggiato sul tavolino, sullo schermo appariva la scritta “Chiamata d’emergenza” e li si svelò il mistero.

Il proprietario dei due furbacchioni non credette al fatto fino a quando non riascoltò le chiamate registrate dalla polizia, rimase meravigliato da ciò che era successo. In totale furono effettuate ben 16 chiamate quel giorno, tutte solo per ricevere un po’ d’attenzione.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati