Cani in condominio: tutto ciò che c’è da sapere sulla legge in questione

Oggi vi parliamo di tutto ciò che c'è da sapere riguardo alla legge che tutela la presenza dei cani all'interno di un condominio

Cani in condominio tutto ciò che c'è da sapere sulla legge in questione

Parliamo di cani in condominio, una questione che da sempre divide le persone in due categorie. Cosa dice la legge riguardo alla possibilità di tenere un cane in condominio e riguardo all’utilizzo degli spazi comuni?

Con l’articolo di oggi vogliamo provare a fare un quadro generale di quelle che sono le leggi che regolano questa questione. Vediamo insieme i dettagli.

Cani in condominio: tutto ciò che c'è da sapere sulla legge in questione

Tenere i cani in condominio: ecco cosa dice la legge

Ne abbiamo sentito parlare molto spesso, anzi troppo spesso. I vicini che si lamentano di un cane nel condominio.

Siamo sicuri, tra di voi ci sarà certamente qualcuno che ogni giorno è costretto a litigare con un vicino per il proprio animale a quattro zampe. Ma la legge, dalla parte di chi è?

Cani in condominio: tutto ciò che c'è da sapere sulla legge in questione

Iniziamo dicendovi che, in linea generale, essendo un problema con un confine sottile, la migliore scelta è quella di stabilire un dialogo con il vicino in questione. Ovviamente, questo non è sempre possibile e dunque a volte è necessario tutelarsi legalmente.

La riforma che riguarda i cani in condominio risale al 2012 ed è attiva dal 2013. In linea generale, possiamo dirvi che nessuno può vietarvi di tenere un cane all’interno di un condominio.

Se dunque avete un vicino che minaccia di farvelo portare via o di farvi sfrattare, sappiate che la legge è dalla vostra parte. Ovviamente, con le dovute eccezioni.

Cani in condominio: tutto ciò che c'è da sapere sulla legge in questione

Ci sono, infatti, due casi in cui potrebbero vietarci di avere animali nella nostra casa. Il primo riguarda le disposizioni degli ufficiali della ASL. Se qualcuno denuncia il vostro modo di tenere il cane, questi sono obbligati ad effettuare dei controlli.

Se dai controlli si evidenzia uno stato di detenzione poco civile con pericoli per l’igiene pubblica, gli ufficiali possono obbligarvi ad allontanare il cane. In questi casi si può fare ricorso, ma non è detto che venga accettato. Ovviamente, la cosa più importante è che facciate vivere il vostro cane con rispetto e decoro.

Il secondo caso, invece, riguarda chi abita in una casa in affitto. Anche se i condomini non possono vietarvi di tenere un cane, sappiate che potrà farlo il vostro proprietario di casa.

Cani in condominio: tutto ciò che c'è da sapere sulla legge in questione

Una menzione a parte, invece, merita la questione dell’uso degli spazi comuni. I condomini non posso proibire al vostro amico a quattro zampe di usare gli spazi comuni del condominio, tipo scale, ascensori o giardini.

Ovviamente, però, tutto deve essere fatto rispettando le norme civili. Dovete impedire al vostro cane di sporcare e soprattutto di arrecare danno alle persone. Proprio per questo motivo, la legge obbliga tutti i proprietari a tenere il proprio cane sempre al guinzaglio, che non sia superiore al metro e mezzo di lunghezza.