Cani trascinati con lo scooter: individuati i colpevoli

Oggi, purtroppo, vogliamo raccontarvi ancora una brutta vicenda che ha come protagonisti alcuni cani morti dopo esser stati trascinati da uno scooter in corsa.

La storia arriva dalla cronaca di Marsiglia, dove le forze dell’ordine hanno indagato per molto tempo per raggiungere la verità.

Gruppo di cani randagi

Una verità che, finalmente, ha trovato la luce, individuando i colpevoli di questo terribile gesto. Colpevoli della morte di questi due poveri cani, deceduti dopo esser stati trascinati con uno scooter.

Ma facciamo un passo indietro e cominciamo dall’inizio. Come detto siamo a Marsiglia, dove la cronaca locale alcuni giorni fa ha riportato la notizia del ritrovamento di due corpi senza vita di cani.

Due cani randagi

Animali morti non per cause naturali. Animali uccisi da qualcuno. Sui loro corpi, infatti, i segni inequivocabili del maltrattamento e della violenza subita.

Cani trascinati da uno scooter in corsa, al quale erano legati tramite una corda. Cani con evidenti segni di morsi su tutto il corpo, evidentemente utilizzati per i classici combattimenti tra cani.

Due cani che camminano in strada

Animali, dunque, vittime delle violenza e dell’infinita crudeltà che solo noi umani sappiamo tirare fuori.

Come detto, le forze dell’ordine hanno lavorato moltissimo per individuare i colpevoli di questo gesto.

Non solo per permettere che i due cani avessero giustizia, ma anche perché il sospetto era che molti altri animali si trovassero nella loro stessa situazione.

E, purtroppo, il sospetto è diventato poi verità. Dopo molti giorni di indagini, infatti, gli inquirenti hanno individuato i colpevoli.

Cucciolo di cane che osserva

Si tratta di due giovanissimi ragazzi, uno di vent’anni e uno di appena 13. Entrambi, gestivano un piccolo giro di animali dal destino non felice.

Animali maltrattati, utilizzati per i combattimenti, uccisi con crudeltà. Insomma, una situazione davvero terribile.

Fortunatamente, però, adesso tutti gli animali sono salvi e pronti a ricominciare una nuova vita. I due ragazzi, invece, sono in attesa di un giudizio. La speranza è che possano pagare per il loro comportamento terribile.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati