Cani mai più in stiva! Adesso potranno viaggiare in cabina con noi

È stata introdotta un’innovazione intelligente nei trasporti aerei: i cani non dovranno più viaggiare nella stiva, ma avranno la possibilità di viaggiare insieme a noi direttamente nella cabina.

La compagnia aerea americana Delta ha deciso che, dal mese di marzo, non trasporterà più cani in stiva ma li farà viaggiare direttamente in cabina insieme ai loro padroni poiché sono stati troppi gli animali morti o scomparsi negli ultimi dieci anni a causa di questo sistema di trasporto, e la compagnia ha deciso di correre ai ripari.

Al momento si parla solo dei cani di taglia medio-piccola, per i cani di taglia grande invece questo nuovo progetto prevede un’assistenza diretta del personale.

HATTIESBURG, MS - SEPTEMBER 22: Rescued pets wait in cages aboard a plane for transport to St. Louis, Missouri, September 22, 2005 in Hattiesburg, Mississippi. The pets will be taken in by foster owners until they can be reunited with their owners or placed for permanent adoption. Together the United States Humane Society and the Humane Society of Missouri have rescued thousands of pets since Hurricane Katrina devastated the Mississippi Gulf Coast and New Orleans. (Photo by Marianne Todd/Getty Images)

Per chi non lo sapesse, per le più importanti compagnie aeree che circolano in Italia, vi sono determinate regole per il trasporto degli animali. Per la nota Alitalia, ad esempio, solo gli animali con peso superiore a 10 kg devono viaggiare in stiva, mentre gli altri possono stare in cabina con i loro umani. In Air Transat, solo i cani guida possono rimanere in cabina, mentre solo cani e gatti hanno accesso alla stiva; tutti gli altri animali non possono prendere l’aereo. Un altro esempio lo dà Lufthansa, che prevede il trasporto di cani e gatti in cabina ma solo in gabbiette con determinate dimensioni, mentre gli animali di grossa taglia devono essere spostati in stiva.

maxresdefault-1

Quadrupedi e bipedi di taglia media o grande, solitamente, viaggiano nella stiva pressurizzata in gabbie rinforzate, e il trasportino deve per legge consentire all’animale di stare in una posizione comoda, di potersi girare e accucciare, deve essere ben aerato, impermeabile, resistente e sul fondo può essere presente un telo e/o altro materiale assorbente. L’animale non deve avere né guinzaglio né museruola e questi accessori non devono essere neppure lasciati all’interno del trasportino. Alcune compagnie, inoltre, non imbarcano cani sedati e cani e gatti brachicefali (ovvero con muso schiacciato), che hanno bisogno di più spazio per respirare.

dogs-on-a-plane

Chi deve affrontare un lungo viaggio trasportando un animale è anche bene che verifichi se il volo prevede scali in Paesi di transito con cambi di compagnia aerea o di aeromobile, sia perché i trasferimenti possono comportare stress e rischi per l’animale, sia perché questo potrebbe essere bloccato nel Paese di transito per dei controlli sanitari.

Detto ciò questa notizia riempie di gioia anche quelle persone che hanno paura di volare o soffrono di attacchi d’ansia quando devono salire sull’aereo poiché la presenza del proprio cane vicino da conforto e sicurezza.

c6ofwvpwgaa9s1y

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati