Boykin Spaniel

Boykin Spaniel
Boykin Spaniel

Esemplare di Boykin Spaniel

Dati generali
Etimologia Da Whitaker Boykin, cui fu donato il primo esemplare
Genitori Spaniel di diversa provenienza
Presente in natura No
Longevità 14-16 anni
Impieghi Cane da compagnia, cane da caccia
Taglia Media

Il Boykin Spaniel è una razza di taglia medio-piccola, originario degli Stati Uniti.

Oggi è il cane di stato della Carolina del Sud, che è il luogo dove comparve per la prima volta nella storia, circa nel 1900.

Nasce dall’incrocio fra un Cocker Spaniel e un American Water Spaniel. Al momento, non è riconosciuto ufficialmente dalla FCI, federazione internazionale delle associazioni di allevatori canini.

Ha un carattere molto dolce e affettuoso: questo gli permette di integrarsi perfettamente in una famiglia. Prima di tutto, però, a sua indole lo fa essere un ottimo cane da caccia, facilmente addestrabile e volenteroso nello svolgere i compiti assegnatigli.

Scheda informativa del Boykin Spaniel
Anallergico No
Per bambini Sì, molto allegro e adatto a loro
Per anziani No, per il bisogno di esercizio
Con altri cani Va fatta una buona azione di socializzazione, altrimenti potrebbe risultare ostile con altri cani
Con gatti Meglio fare attenzione al suo istinto da cacciatore
Rumoroso Abbaia molto quando caccia
Sport Venatori, nuoto ed intense attività all’aperto

ORIGINI STORICHE DELLA RAZZA

Il Boykin Spaniel è un cane originario degli Stati Uniti. L’inizio della storia legata alla nascita della sua amicizia con l’uomo è molto dolce.

Si racconta che un cagnolino, forse il precursore di quella che è oggi tale razza, appartenente al tipo spaniel, abbia seguito un certo Alexander L. White (un banchiere che viveva nella Carolina del Sud) lungo la strada che l’uomo stava percorrendo a piedi.

Vedendosi questo cagnolino alle calcagna, preso dalla tenerezza della scena, l’uomo decise di prenderlo con sé e portarlo a casa. Si instaurò subito un rapporto di amicizia reciproca, tanto che i due divennero proprio ottimi compagni di vita.

White era solito andare a caccia insieme ad suo amico, un certo Lemuel Whitaker Boykin, appassionato anch’egli di animali. Un giorno decise di fargli vedere quel particolare esemplare di spaniel che aveva incontrato pochi giorni prima, per capire di che razza fosse.

Quest’ulimo, non capendo precisamente la tipologia a cui apparteneva il piccolo cagnolino, dopo vari studi e ottenute alcune informazioni, provò a farlo accoppiare con altre razze di cani già esistenti.

Ciò che venne fuori da tale incrocio prese il nome di Boykin Spaniel, proprio dal cognome della famiglia che sperimentò il tutto (cosa non insolita per gli americani: questa non è l’unica razza che porta il nome di coloro che sperimentano gli incroci).

La zona di maggiore diffusione del nuovo Boykin Spaniel fu la stessa di nascita: la Carolina del Sud. Essendo questo luogo una regione fortemente dedita alla caccia, l’animale divenne il cane per eccellenza più usato nelle battute di caccia, anche per la sua grande bravura.

Inoltre, data la Carolina del Sud grande meta turistica, la razza non ebbe difficoltà a diffondersi nel resto degli Stati Uniti. Il Boykin Spaniel dunque, per la sua bellezza, eleganza, dolcezza e spiccata intelligenza, fu notato da una gran moltitudine di gente, che lo volle anche con sé.

PREZZO

CARATTERE

Il suo carattere risulta molto socievole e amichevole, anche nei confronti dell’uomo. È un cucciolotto molto dolce e buono con tutti, generalmente non si fa problemi a dare confidenza anche agli estranei.

La sua indole non lo rende un cane aggressivo o iroso, però ha un piccolo difetto: è in continua ricerca di attenzioni costanti da parte del padroncino!

Oltre alle coccole, ai giochi, lui è sempre pronto ad eseguire gli ordini che gli vengono imposti: anzi, vuole assolutamente che il padrone gli imponga qualcosa da fare! È un gran lavoratore e molto fedele.

ADDESTRAMENTO

Addestrarlo non sarà difficile. Lui è favorevole al contatto con l’uomo, anzi: la sua indole lo porta a desiderare costantemente qualcosa da fare!

Più impieghi gli vengono dati, più lui sarà contento. Ciò che più gli interessa è portare a termine ogni cosa nel migliore dei modi: farebbe di tutto pur di non deludere il suo padrone.

Impara molto in fretta perché si rende disponibile di sua spontanea volontà all’addestramento: è il primo a cercare un rapporto con l’umano, al quale terrà fede con grandissima costanza.

CARATTERISTICHE FISICHE

È un cane di taglia medio-piccola, con un’aspettativa di vita che si aggira intorno ai 14-16 anni.

ZAMPE

Riguardo gli arti c’è da fare una differenziazione: quelli posteriori hanno molta più forza rispetto a quelli anteriori.

Essendo un cane abituato a correre liberamente in spazi molto ampi, o a rincorrere le prede da catturare e riportare, ha bisogno di tanta velocità e di una grande spinta! Queste sono date dagli arti posteriori, molto muscolosi, forti e robusti.

CORPO

La sua struttura ossea è molto forte, quella muscolare molto tonica e robusta. Risulta elegante nel portamento, benché sia molto resistente e abbastanza piazzato per la sua taglia.

Tutto questo gli dona agilità e una grande libertà di movimento: è instancabile.

PESO E ALTEZZA

Il peso di un maschio oscilla fra i 14 e i 18 kg; una femmina fra gli 11 e i 16 kg.

L’altezza al garrese di un maschio può variare fra i 39 e i 46 cm; quella di una femmina fra i 36 e i 42 cm.

TESTA

Il musetto è allungato con il naso sul marroncino.

Gli occhi assumono, in età adulta, un colore sul giallo-ambrato.

Le orecchie, spesso più chiare del resto del corpo e piene di pelo molto riccio, sono lunghe e ricadono verso il basso.

CODA

La coda non è sempre presente: molte volte viene tagliata subito dopo la nascita del cucciolo.

Laddove invece si decida di tenerla, risulta ricurva, pelosa e attaccata direttamente alla fine del dorso.

PELO

Il pelo è medio-lungo, ondulato, riccio e praticamente impermeabile (è infatti adatto anche alle cacce nell’acqua).

COLORI

Il manto può variare sulla scala cromatica del marrone; il colore più ricorrente è un cioccolato fondente o mogano scuro.

La particolarità del pelo del Boykin Spaniel sta nelle orecchie (a volte anche nelle zampe): esse spesso sono più chiare del resto del corpo e ottengono, con la luce del sole, un colore dorato, a volte quasi ambrato.

CUCCIOLI

I cuccioli sono dolcissimi e molto coccoloni: fin da piccolissimi fanno subito vedere quanto abbiano bisogno di attenzioni e della presenza costante di qualcuno che gli stia dietro. (Crescendo, tutto ciò non cambierà!)

La particolarità fisica dei cuccioli di Boykin Spaniel sta nel colore degli occhi: un accenno di blu-notte molto profondo dà all’iride un tocco di originalità. Crescendo, muterà nel colore ambrato degli esemplari adulti.

SALUTE

Ci sono alcuni problemi di salute a cui questa razza è spesso soggetta. Si verificano spesso malattie cardiache ereditarie, malattie degli occhi o lussazioni alla rotula.

Molto comuni anche la displasia del gomito, il Cushing o l’ipotiroidismo.

Altri problemi a livello dermatologico possono essere legati alla presenza di sporcizia, acari, polvere, parassiti: avendo il pelo medio-lungo, il cane è particolarmente soggetto a prendersi qualcosa del genere che si annida nel pelo. Per questo è necessario un costante e quotidiano controllo del manto, soprattutto dopo vari escursioni all’aria aperta.

INDICAZIONI SULL’ALIMENTAZIONE

TOELETTATURA

Essendo un cane a pelo lungo, ha bisogno di moltissime cure al manto. Quest’ultimo, dal momento che è molto ondulato o completamente riccio, tende ad annodarsi molto spesso.

Data poi la natura avventuriera del cane, la voglia di correre e di intrufolarsi in chissà quale luogo sperduto, sarà necessario spazzolare quotidianamente il suo pelo.

Anche il taglio del pelo costante sarà essenziale, per evitare che, oltre ai nodi, si annidino sporcizia, animali, pulci o simili che possano anche ledere alla sua salute e al suo benessere.

Anche le orecchie, essendo lunghe e piene di pelo, dovranno essere tenute sotto il nostro costante controllo.

ALLEVAMENTI

Non sono registrati in Italia allevamenti ufficialmente riconosciuti, in quanto la stessa FCI non ha ancora dato il ‘via libera’ per accettare tale razza.

È invece molto popolare negli Stati Uniti, ricercato soprattutto dai cacciatori sia in zone di montagna, che lacustri.

È UN CANE D’APPARTAMENTO?

Nasce coma cane da guardia, ma data la sua estrema dolcezza e l’indole alla socializzazione, più volentieri con l’uomo che con gli altri cagnolini, può essere un cane d’appartamento.

L’unica parola d’ordine per farlo felice è questa: dargli costanti attenzioni!

Se così non fosse o se si sentisse messo da parte, potrebbe fare qualche danno (di varia natura). Se dovesse sfuggire al controllo del padrone, potrebbe dare libero sfogo alla sua (nascosta) natura distruttiva!

È disponibile al dialogo e all’integrazione in famiglia; ancora di più con i bambini, i quali saranno protetti e al sicuro con lui al loro fianco. Ha una personalità scherzosa e divertente.

Ricordiamoci però di portarlo spesso a spasso, di dargli la possibilità di correre in spazi aperti e fare molto esercizio fisico quotidianamente!

CURIOSITÀ

Il Boykin Spaniel è un tipico cane da caccia. Oltre a questo, però, la sua particolarità è quella di essere impeccabile anche (e soprattutto!) in acqua.

I cacciatori, in tempi antichi, dopo aver notato le sue grandi abilità anche come cane da riporto, tutt’ora lo fanno spesso divertire nella caccia alle anatre, ma anche ai tacchini, ai colombi e ai fagiani.

Inoltre, il suo grande olfatto, estremamente sviluppato, lo rende un ottimo compagno di avventure anche in mezzo ai boschi!