Home Razze di cani Bull Terrier

Bull Terrier

Bull Terrier
esemplare di cane Bull Terrier

Esemplare di Bull Terrier

Dati generali
Etimologia Dai tipi di cani incrociati per dargli vita.
Genitori Old English Bulldog x English White Terrier
Presente in natura No
Longevità 10-12 anni
Impieghi Cane da compagnia, cane da guardia
Taglia Medio/Piccola

Il Bull Terrier, definito da molti come il “gladiatore delle razze canine”, è un cane originario della Gran Bretagna tanto forte quanto sensibile.

Di certo non è un cane adatto a tutti per via del suo carattere un po’ difficile, per questo è il cane ideale per padroni esperti.

Nonostante ciò, il Bull Terrier riesce facilmente ad adattarsi alla vita in famiglia. In fondo è un cane che adora stare con gli esseri umani e ama la loro compagnia in qualsiasi circostanza.

Il Bull Terrier è una razza canina riconosciuta dalla FCI, la Federazione Internazionale che riunisce gli allevatori canini, e appartiene al gruppo dei Terrier, nello specifico alla sezione 3, quella che riunisce i cani Bull di tipo Terrier.

Scheda informativa del Bull Terrier
Anallergico No
Per bambini Sì, se dovutamente socializzato
Per anziani Sì, se non si tratta di persone inesperte
Con altri cani Sconsigliato per la territorialità
Con gatti Sconsigliato per la territorialità
Rumoroso Moderatamente
Sport Agility

Origini storiche della razza

Il Bull Terrier, come suggerisce il nome stesso, è una razza canina che discende dall’incrocio dell’Old English Bulldog, ormai estinto, con varie razze di Terrier inglesi come l’Old English Terrier che oggi è conosciuto con il nome di Manchester Terrier.

Parliamo di una razza canina che fu sviluppata nel Diciannovesimo secolo in Gran Bretagna per arginare l’invasione di animali nocivi, in particolar modo di ratti.

In verità da questi incroci si cercò di ottenere un cane che fosse adatto anche al combattimento, che univa cioè la velocità del Terrier, più leggero e agile, alla potenza del Bulldog, allevato quasi esclusivamente per la lotta contro i tori e gli orsi.

Soltanto nel 1850 abbiamo la nascita del Bull Terrier per come lo conosciamo oggi, grazie all’opera di selezione dell’allevatore James Hinks che sperimentò nuovi incroci tra il Bulldog e l’English White Terrier (estinto anch’esso).

Dopo tanti anni di lavoro infine Hinks ottenne il primo vero e proprio Bull Terrier, così come lo aveva concepito nella sua mente, una femmina di nome Puss di colore bianco.

La cagnolina però non presentava ancora tutti i tratti caratteristici del Bull Terrier per come lo conosciamo noi ed era sprovvista del tipico “muso a uovo”, che fu introdotto soltanto in un secondo momento dagli eredi di Hinks.

Dalla prima presentazione ufficiale al pubblico della sua Puss, nel 1862, Hinks proseguì nella sua attività di selezione e miglioramento della razza sperimentando nuovi incroci con Dalmata, Greyhound, Foxhound e Whippet ma anche Borzoi e Collie.

I primi avrebbero introdotto nella razza maggior eleganza e portamento, mentre i secondi servirono ad apportare le prime modifiche del muso e del tartufo.

Nel 1933, infine, il Bull Terrier ottenne il primo riconoscimento ufficiale.

A causa dei problemi di salute legati all’allevamento di una razza interamente bianca, gli eredi di Hinks cominciarono a introdurre altri colori tramite degli incroci con lo Staffordshire Bull Terrier. Questi Bull Terrier colorati inizialmente furono riconosciuti come razza separata dall’originale, per poi essere ammessi nello standard negli anni Cinquanta.

All’inizio del Novecento, inoltre, del Bull Terrier fu creata anche la variante miniature che ebbe presto un gran successo come cane da compagnia.

Prezzo

Il prezzo di un cucciolo di Bull Terrier con regolare pedigree e proveniente da un allevamento certificato va dagli 800 ai 1500 euro, ma può addirittura raggiungere i 2500 euro.

Carattere

Il Bull Terrier è un cane forte, non solo fisicamente, molto coraggioso e deciso, al quale unisce un temperamento tendenzialmente calmo e tranquillo.

Per questo motivo è un cane che si adatta bene alla vita in famiglia e in casa, ma ha comunque bisogno di un padrone che lo sappia gestire con fermezza e che abbia polso.

A dispetto di quanto si possa pensare, se è vero che purtroppo il Bull Terrier è nato con il preciso scopo di essere utilizzato come cane da combattimento in realtà è molto più “da compagnia” rispetto ad altre razze canine.

Incredibilmente il Bull Terrier adora stare con le persone e anzi le preferisce agli oggetti e agli altri cani.

Si affeziona moltissimo al padrone e alla famiglia, in particolar modo ai bambini con i quali è molto paterno (o materna, a seconda del sesso).

Addestramento

Chi decide di adottare e crescere un Bull Terrier deve essere molto attento e preparato. Non è un cane adatto a chiunque e ha bisogno di una vera e propria guida che lo instradi in un lungo e paziente processo di educazione.

L’addestramento del Bull Terrier deve iniziare necessariamente fin da cucciolo perché è fondamentale che impari a socializzare con gli altri cani già dai primi anni di vita.

In fondo parliamo di una razza canina sviluppata e creata apposta per essere una “macchina da guerra”, per soddisfare le egoistiche esigenze di uomini che si divertivano a far combattere i cani tra di loro.

Mai dimenticare, dunque, che per indole il Bull Terrier è un cane che non predilige particolarmente gli altri cani (così come gli oggetti). È necessario introdurlo a poco a poco alla socializzazione con i suoi simili e all’interazione con giochi e accessori pensati appositamente per i nostri amici a quattro zampe.

Per fortuna il Bull Terrier è un cane estremamente intelligente, quindi non è affatto difficile addestrarlo ed educarlo, a patto che il padrone (o l’addestratore) riesca a “imporsi” come capo branco ai suoi occhi.

Il Bull Terrier è buono ed è fedele e affezionato al suo padrone, tuttavia tende spesso a essere un po’ dominante nei confronti del resto del “branco”.

Caratteristiche fisiche

Il Bull Terrier è una razza canina di taglia media nella versione standard. Fa eccezione la versione miniature, di dimensioni molto più ridotte.

Zampe

Le zampe del Bull Terrier sono più corte in proporzione al busto, muscolose e potenti.

Corpo

Il Bull Terrier è un cane dalla corporatura robusta e muscolosa, ed è dotato di un’ossatura forte e resistente, caratteristiche appositamente ricercate in fase di sviluppo della razza, progettata per il combattimento.

Il fisico del Bull Terrier si sviluppa più in lunghezza e larghezza, che in altezza. Il tronco è largo, con spalle ben sviluppate e un torace che, visto frontalmente, è largo e potente.

Peso e altezza

La versione standard del Bull Terrier non ha limitazioni di peso ma possiamo dire che il peso ideale per un maschio si aggira tra i 28 e i 30 chilogrammi e per le femmine tra i 22 e i 24 chilogrammi.

Non esistono limitazioni precise neanche per quanto riguarda l’altezza al garrese.

L’unica eccezione va fatta per la variante miniature del Bull Terrier, che non deve superare i 35,5 centimetri di altezza (al garrese).

Testa

La testa è senza dubbio la caratteristica distintiva del Bull Terrier, che per la particolare forma allungata del muso (senza stop, come gli altri cani) è soprannominato “cane formichiere”, per via della somiglianza a questo animale.

Parliamo dunque di una testa allungata e di forma ovale, detta anche “a uovo”, sulla quale si ergono due piccole orecchie a punta e sempre puntate verso l’alto, mai in avanti.

Anche gli occhi sono piccoli e ben distanziati tra loro, con una particolare forma a mandorla, quasi a triangolo.

Il muso termina con un’ulteriore incurvatura in prossimità del tartufo che è scuro e rivolto verso il basso.

Coda

La coda del Bull Terrier non ha caratteristiche particolari. Ha un’attaccatura bassa ed è corta.

Pelo

Il mantello del Bull Terrier è caratterizzato da un pelo corto e molto fitto, ruvido al tatto ma dall’aspetto uniforme.

Colori

In origine questa razza canina era soltanto di colore bianco ma per via dei problemi di salute legati agli incroci fra cani di quest’unico colore sono stati introdotti anche altri colori.

Nello standard sono ammessi il bianco con macchie di colore diverso sulla testa, tigrato, nero e bianco oppure marrone e bianco (il colore predomina sul bianco) e tricolore (anche qui il colore domina sul bianco).

Cuccioli

I cuccioli di Bull Terrier sono dei veri bambinoni, caratteristica che resta in questi cagnoloni anche da adulti.

Sono buffi ed energici e mostrano sin da subito un grande attaccamento al padrone e ai membri della propria famiglia.

Come abbiamo detto, però, essendo il Bull Terrier un cane creato e sviluppato apposta per i combattimenti, tende a essere un po’ restio ad avere rapporti con gli altri cani.

Non è aggressivo, tuttavia è fondamentale che sin da cucciolo il “piccolo gladiatore” si abitui a socializzare con i suoi simili, altrimenti una volta cresciuto si potrebbero riscontrare dei problemi nella sua gestione.

Una cosa davvero importante è che la separazione dei cuccioli di Bull Terrier dalla madre non avvenga mai prima dei due mesi di vita.

Altra cosa da tenere in considerazione ( e che non deve assolutamente allarmare) è che i cuccioli sono dei grandissimi dormiglioni e possono arrivare a dormire addirittura per il 50% delle ore giornaliere.

Salute

È un cane dalla sana e robusta costituzione che non presenta particolari problemi di salute e ha un’aspettativa di vita che si aggira intorno ai 10-12 anni.

Se gode di buona salute può anche superare questa soglia d’età.

Esiste tuttavia la possibilità che nascano con dei difetti congeniti, principalmenta la sordità congenita che colpisce circa l’1,3% dei cani di questa razza.

Nel caso del Bull Terrier albino la percentuale sale addirittura fino al 20%.

Ed è proprio al Bull Terrier completamente bianco che si deve prestare maggiore attenzione, perché è quello fisicamente più delicato.

Può essere infatti soggetto a un’ipersensibilità della pelle e a patologie come allergie e dermatiti.

Ricordiamo, inoltre, che il Bull Terrier è un cane a pelo corto e senza sottopelo, perciò non tollera bene le temperature troppo basse.

Indicazioni sull’alimentazione

Si tratta di un cane che deve essere nutrito accuratamente, con molta attenzione alla sua dieta.

Si consigliano circa 400 grammi di croccantini divisi in due razioni giornaliere, più un 15% di umido. In ogni caso, è bene confrontarsi con il veterinario per indicazioni più precise.

Toelettatura

Il Bull Terrier è una razza a pelo corto che non richiede quindi una particolare manutenzione.

Nonostante ciò perde molto pelo, non soltanto in estate ma anche in inverno, perciò si consiglia di pettinarlo e pulirlo almeno ogni 4 o 8 settimane, anche per controllare che la pelle goda di buona salute.

Come sempre la toelettatura non deve riguardare solo il mantello, ma deve includere anche un controllo e una pulizia accurata di occhi, orecchie e unghie (che vanno accorciate quando necessario).

Per quanto riguarda il bagno dobbiamo prestare davvero molta attenzione ai prodotti che usiamo, data la sensibilità della pelle di questo cane.

In genere si consiglia di effettuare due bagni. Il primo va fatto con un prodotto “generico” appositamente studiato per i cani e serve a rendere il pelo morbido e lucido.

Il secondo, invece, va fatto con un prodotto specifico ipoallergenico, a seconda dei problemi di salute della pelle che il cane presenta.

Allevamenti

In Italia esistono ben 31 allevamenti di Bull Terrier regolarmente certificati dall’ENCI in Abruzzo, Campania, Emilia Romagna, Lazio, Lombardia, Piemonte, Puglia, Sardegna, Sicilia, Toscana e Veneto.

Sono invece 26 gli allevamenti certificati della variante miniature e si trovano in Emilia Romagna, Lazio, Lombardia, Piemonte, Puglia, Sicilia, Toscana e Veneto.

È un cane d’appartamento?

Il Bull Terrier è un cane imponente e per certi versi appare “minaccioso”, ma a discapito di questo aspetto possiamo dire che è un vero tenerone.

È un cane dolce e affettuoso, che si affeziona moltissimo al padrone e alla sua famiglia, ma anche alla casa in cui vive verso la quale diventa molto protettivo (non a caso è considerato un ottimo cane da guardia).

Se è vero che ha bisogno di muoversi e fare tanta attività fisica, è vero anche che adora stare in casa a sonnecchiare. È un gran pigrone e riesce a dormire persino per la metà delle ore di una giornata.

Con i bambini è un cane fantastico e adora giocare e farsi coccolare, ma senza eccedere. Non dimentichiamo che il Bull Terrier non è nato come cane da compagnia perciò è giusto rispettare i suoi spazi e non eccedere con le carezze e i maneggiamenti.

Qui sta alla bravura del padrone insegnargli certo a convivere pacificamente ed educatamente in famiglia, ma sta anche ai membri di quest’ultima essere consapevoli delle caratteristiche cane che hanno deciso di adottare, concedendogli il rispetto che merita.

Curiosità

Il Bull Terrier è forse il cane che nel tempo ha collezionato la maggiore quantità di soprannomi, per via del suo inconfondibile (e insolito) aspetto.

Fu “Hinks Breed” (dal nome dell’allevatore che lo creò) e anche “Cavaliere Bianco”, perché inizialmente la razza fu sviluppata esclusivamente con il colore bianco.

Classificazione FCI

Classificazione FCI – n. 11
Gruppo 3 Terrier
Sezione 3 Terrier di tipo bull
Standard n. 11
Nome originale Bull Terrier
Tipo Terrier di tipo Bull
Origine Regno Unito
Altezza al garrese Non esistono limiti di altezza
Peso ideale Non esistono limiti di peso