Bully Kutta

Bully Kutta
esemplare di Bully Kutta

Esemplare di Bully Kutta

Dati generali
Etimologia Dalla parola urdu-bohli (poi divenuta bully) che significa molto rugoso, e kutta che significa cane.
Genitori Cani primitivi dell’India x lupi
Presente in natura No
Longevità 8-10 anni
Impieghi Cane da compagnia, cane da lavoro, cane da guardia
Taglia Grande

Il Bully Kutta, chiamato anche Mastino pakistano, è un cane di grossa taglia. Come si può intuire dal suo stesso nome, è originario della regione presente tra India e Pakistan ed in più è considerato un discendente del lupo ed anche il progenitore di tutti i molossoidi.

Il nome di molossoidi viene portato da tutti quei cani che fanno parte delle razze più resistenti e più vicine all’uomo, dato che lo aiutano persino a compiere lavori faticosi.

Crescere un Bully Kutta può essere anche molto faticoso, ma basta seguire delle piccole accortezze per rendere il tutto più semplice.

Scheda informativa del Bully Kutta
Anallergico No
Per bambini Sì, con la dovuta attenzione: sa essere paziente ma attenzione alle sue grosse dimensioni
Per anziani No, per il bisogno di esercizio e la grossa stazza
Con altri cani Socievole, raramente litiga con gli altri cani
Con gatti Meglio se cresciuti insieme
Rumoroso Moderatamente
Sport Nonostante la stazza non è molto incline all’esercizio, ma è consigliato comunque concedergli uno spazio adeguato e dell’esercizio fisico regolare

Origini storiche della razza

Si tratta di una razza che a quanto pare ha addirittura 4000 anni e in più sembrerebbe anche essere la più antica razza di cani indo-pakistana.

Importantissimo anche il fatto che il cane anticamente era usato per lavorare con le mandrie di pecore, soprattutto quelle merinos.

Prezzo

Il prezzo di un Bully Kutta può aggirarsi intorno alle 1700 euro. Precisamente, oscilla tra i 1500 ed i 1700 euro. Si sottolinea che nei casi di Bully Kutta giganti, c’è persino la possibilità che l’esemplare arrivi a costare in media 2000 euro, anche se il prezzo medio di solito è sempre 1700 euro circa.

Carattere

Per quanto riguarda il Bully Kutta, si deve subito sottolineare senza dubbio si tratta di un esemplare molto affidabile, forte e che possiede dimensioni grandi, che la maggior parte delle volte vengono anche considerate giganti. Oltre a questo si tratta di un esemplare che si adatta bene anche a condizioni climatiche difficoltose, anche perché è abbastanza abituato a climi abbastanza freddi. Di solito infatti si trova in zone montuose, dove ci sono in abbondanza pastori e greggi.

Nello stesso tempo però, sa gestirsi anche da solo, in modo autonomo e indipendente. Se è in casa e vive insieme ad una famiglia, tende a mantenere una certa libertà e ad essere schivo e silenzioso. In poche parole, trascorre la maggior parte del tempo a dormire, o comunque a stare tranquillo in una parte della casa.

Ciò però non significa che si tratti di un cane pigro o che non abbia voglia di fare nulla, anzi. Piuttosto, quando si tratta di dover badare al gregge oppure di aiutare il proprio padrone, è pronto anche a scattare e a svegliarsi da uno dei suoi pisolini.

Addestramento

Crescere e addestrare un Bully Kutta può essere difficoltoso per una serie di motivi: la stazza, il quantitativo di cibo di cui necessita, il carattere particolare che ha, la spesa. Rimane il fatto che nonostante la difficoltà, un cane del genere può essere un ottimo guardiano della casa, se viene addestrato correttamente.

Per addestrarlo in modo corretto, occorre cercare prima di tutto di avere pazienza, e poi abituarlo a rispettare i comandi vocali. Occorre senza dubbio esercizio, ma come tutti i cani, non si tratta di un tipo di animale difficile da addestrare. Piuttosto, questa razza così tranquilla e poco ribelle, è incline all’addestramento.

Caratteristiche fisiche

Il Bully Kutta è considerato un cane di taglia gigante, che vive in media dagli 8 ai 10 anni. Ci sono casi di Bully Kutta che a volte riescono a raggiungere anche età più elevate.

Zampe

Le sue zampe sono di taglia gigante, di forma abbastanza arrotondata e con la parte superiore pronunciata.

Corpo

Il corpo del Bully Kutta è massiccio, dritto, forte, con la schiena dritta ma nello stesso tempo anche robusta ed anche molto pelosa e soffice.

Peso e altezza

Il peso di questo cane può andare dai 90 fino ai 110 kg per i maschi, mentre va dagli 85 ai 95 kg per le femmine. L’altezza di un Bully Kutta può arrivare addirittura a 77 cm per i maschi e 72 cm per esemplari femmine.

Testa

Si tratta di una testa senza dubbio molto pelosa, morbida e folta di pelo. Oltre a questo, è una testa molto grande, con orecchie che arrivano all’altezza degli occhi e che ricadono verso il basso.

Coda

Molto robusta, ma nello stesso tempo anche pelosa, di lunghezza media, che ricade verso il basso ed è morbida e folta.

Pelo

Può essere di varie tonalità, ma senza dubbio è molto folto in tutti gli esemplari. Altra caratteristica è che può essere di vario colore.

Colori

I colori del Bully Kutta sono diversi. Può essere nero, anche se nella maggior parte degli esemplari è beige chiaro. Ci sono tantissimi casi di Bully Kutta totalmente bianchi.

Cuccioli

Un cucciolo di Bully Kutta può essere senza dubbio molto impegnativo. È bene sottolineare che si tratta di un cane che ha bisogno di molte cure, soprattutto da cucciolo.

Salute

Per mantenere un Bully Kutta in salute, è bene sottoporlo a controlli regolari dal veterinario. Se lo si prende da cucciolo, è bene sottoporlo a sverminazione e ovviamente anche a tutte le vaccinazioni obbligatorie.

Indicazioni sull’alimentazione

Per crescerlo sempre bene, non si deve dimenticare di non esagerare con le razioni di cibo: i Bully Kutta mangiano tanto, questo è vero, ma ci si deve sempre attenere alle razioni consigliate dal veterinario, ed anche al tipo di cibo adeguato.

Il problema di questa razza infatti è che tende a gonfiare in fretta il proprio stomaco, e di conseguenza si rischia solo di fargli del male, se gli si mettono a disposizione troppe ciotole piene.

Toelettatura

Quando si deve crescere un Bully Kutta, ovviamente si deve pensare anche alla sua igiene, e questo vale sia per i cuccioli, sia per gli esemplari adulti. Il bagno va fatto con una certa regolarità, e dato che il pelo del Bully Kutta è molto folto, l’ideale sarebbe prima spazzolare via i peli in eccesso.

Subito dopo, si può insaponare e poi risciacquare. Meglio evitare di usare shampoo troppo profumati, anche perché l’olfatto del Bully Kutta è molto sensibile, e potrebbe dargli fastidio un odore troppo forte. Esistono shampoo per cani inodore, oppure andrebbe benissimo anche il bicarbonato: questo disinfetta e neanche lascia odori.

Allevamenti

Gli allevamenti di Bully Kutta sono molto numerosi in India e Pakistan, mentre in Italia sono soprattutto nelle regioni settentrionali, dove il clima è più freddo e dove il Mastino pakistano, altro nome con cui viene chiamato il Bully Kutta, può stare meglio.

È un cane d’appartamento

Come accennato, si tratta di un cane da appartamento, cioè che sa stare in casa, perché il suo temperamento è tranquillo e non genera problemi.

Curiosità

Per crescere bene il cucciolo di Bully Kutta e in maniera educata, si deve tenere conto che può risultare anche difficile non farlo sentire solo.

Infatti si tratta di un cane che potrebbe soffrire molto la solitudine e si deve cercare in tutti i modi di stargli vicino e di evitare che si senta solo.

È molto importante quindi che il padrone gli dimostri in tutti i modi il suo affetto verso di lui e che soprattutto gli mostri sempre la sua presenza fisica.

Già il fatto di lasciarlo solo a lungo in una stanza della casa, potrebbe bastare a questo cane a farlo sentire triste. Per evitare che si senta così, è bene quindi cercare di dargli tutte le attenzioni necessarie.