Cane da Pastore Bergamasco

Cane da Pastore Bergamasco
Cane da Pastore Bergamasco

Esemplare di Cane da Pastore Bergamasco

Dati generali
Etimologia Nome che ne indica la zona di origine, nelle Alpi Italiane, vicino Bergamo
Genitori Discende dal ceppo di cani conduttori e mandriani giunto in Occidente dall’Oriente
Presente in natura No
Longevità 13-15 anni
Impieghi Cane da compagnia, cane pastore
Taglia Media/Grande

Il cane da pastore bergamasco è una razza media – grande appartenente alle Alpi italiane, nello specifico vicino Bergamo, luogo dove veniva impiegato come cane da pastore, famoso per essere particolarmente peloso.

Scheda informativa del Cane da Pastore Bergamasco
Anallergico No
Per bambini Sì, molto protettivo e affettuoso
Per anziani No, per il bisogno di esercizio
Con altri cani Socievole se abituato da cucciolo
Con gatti Tollerante se abituato sin da piccoli
Rumoroso Moderatamente
Sport Esercizi per tenerlo attivo, che contrastino la sedentarietà

Origini storiche della razza

Il Cane da pastore bergamasco discende da un ceppo di cani proveniente dall’Oriente grazie alle popolazioni nomadi. Gli antenati di questa razza trovarono nelle Alpi italiane il terreno fertile in cui stanziarsi. Fino al 1300 questa razza era impiegata per la conduzione del gregge e degli ovini, successivamente però, soprattutto durante i due conflitti mondiali, ebbe un calo netto fino a sfiorare l’estinzione. Nel 1949 nacque quindi la Società amatori Pastore Bergamasco con lo scopo di salvare questa razza canina e qualche anno dopo sopraggiunse lo standard ufficiale.

Prezzo

Il prezzo del Cane da pastore bergamasco si aggira tra i 350 e i 700€; il prezzo non è altissimo anche se il cane non è molto diffuso. Anche le cure non richiedono particolari costi di manutenzione.

Carattere

Il Cane da pastore bergamasco è un cane parecchio coraggioso, impavido e non ha paura di niente e nessuno, nemmeno degli animali selvatici come i lupi. Riesce ad essere coraggioso anche nel caso in cui dovessero presentarsi degli aggressori; con gli estranei è parecchio diffidente, ma con i membri della propria famiglia è un coccolone. È infatti anche un perfetto cane da compagnia ed è riconoscente a tutte le persone che lo trattano bene e che si prendono cura di lui. I pelosi in questione sono molto pacati, pazienti e parecchio intelligenti; amano tuttavia trascorrere anche il tempo in solitaria, raccolti nel proprio spazio.

Addestramento

Potrebbe risultare un po’ difficolto addestrare un cucciolo di pastore bergamasco a causa della forte diffidenza che contraddistingue questi cani; una volta instaurato il rapporto di fiducia non risulterà complicato l’addestramento. Questi cani sono parecchio intelligenti e parecchio ubbidienti e addestrarli risulterà un gioco da ragazzi.

Caratteristiche fisiche

Il Cane da pastore bergamasco è di taglia medio-grande, nonostante il suo pelo che lo fa sembrare un cane di taglia grande. Sono cani parecchio forti e dall’aspetto decisamente rustico proprio per la massiccia presenza di pelo che potrebbe perfino farli sembrare dei veri e propri giganti.

Zampe

Le zampe sono parecchio forti; per quanto riguarda le zampe anteriori, queste risultano regolari, le spalle sono forti e massicce e i gomiti sono paralleli al corpo. Il piede sembra assomigliare ad una forma ovale e le dita sono unite tra di loro; le unghie sono forti e ricurve. Per quanto invece riguarda le zampe posteriori è possibile notare le cosce lunghe e larghe, coperte di muscoli; la gamba è parecchio forte e i piedi sono come quelli degli arti anteriori. Queste caratteristiche permettono al cane di avere un’andatura sciolta e quasi galoppante.

Corpo

Il corpo è possente e forte; la testa è larga e il tronco tende ad essere largo. La loro grandezza, misto alla forza e al coraggio li rende perfetti per essere degli incredibili cani da guardia.

Peso e altezza

Per quanto riguarda i maschi questi possono raggiungere fino ai 60 cm, mentre le femmine raggiungono i 56 cm. Il peso dei maschi si aggira tra i 32 e i 38 kg e quello delle femmine tra i 26 e i 32.

Testa

La testa del Cane da pastore bergamasco è parecchio grossa, la pelle non è molto spessa e non sono presenti rughe. La lunghezza del cranio è pari alla lunghezza del muso il quale va assottigliandosi via via che si raggiungono le estremità. Le labbra sono parecchio sottili, le mascelle sono ben sviluppate; i denti sono bianchi con gli incisivi allineati. Gli occhi sono parecchio grandi e di colore marrone. Per quanto riguarda le orecchie sono tendenzialmente cadute e sono di forma triangolare; il collo invece è corto e la pelle non presenta rughe.

Coda

La coda è particolarmente robusta alla radice e nel complesso parecchio grossa per essere poi più sottile alla punta; leggermente ondulata, la coda è ricoperta di pelo caprino. In stato di riposo la coda risulta essere pendente, e si incurva verso la fine; la stessa coda si muove energicamente quando il cane entra in azione.

Pelo

Il pelo ricorda molto il pelo delle pecore; non appena compaiono i primi boccoli è fondamentale che ci mettiate mano il meno possibile; è possibile spazzolargli solamente il dorso per evitare che si formino troppi nodi. Sopraggiunti i due anni di età i boccoli inizieranno ad unirsi l’uno all’altro, per questo è necessario separarli delicatamente con le mani. Sopraggiunti i tre anni il Cane da pastore bergamasco raggiunge l’aspetto definitivo. L’unico problema del pelo può essere l’eventuale cattivo odore, ma con i trattamenti adeguati può essere risolto.

Colori

È possibile trovare il Cane da pastore bergamasco di colore grigio o a chiazze, tendenti sempre al grigio o al nero; alcuni tuttavia possono essere di colore fulvo e raramente è possibile notare alcuni cani con delle chiazze bianche.

Cuccioli

I cuccioli non hanno un carattere diverso rispetto ad un cane adulto; i cuccioli sono diffidenti e quindi è importante instaurare un rapporto di fiducia. Una volta che il cane prende confidenza risulterà impossibile farlo staccare dal proprio padrone.

Salute

Tendenzialmente questi pelosi non hanno particolari problemi; inoltre è abbastanza longevo e resistente alle malattie, tuttavia potrebbe soffrire di displasia all’anca e al gomito. La stima di vita di questi pelosi va dai 12 ai 15 anni.

Indicazioni sull’alimentazione

Non ci sono particolari esigenze alimentari, tuttavia è comunque necessario che il cane faccia circa due pasti al giorno. Potrete somministrare al peloso tre tazze di cibo secco nei due pasti. In ogni caso è indispensabile che chiediate consiglio al veterinario che potrà essere più specifico prendendo in considerazione lo stile di vita del vostro cane.

Toelettatura

Attenzione particolare deve essere riservata al bagno; questo non deve essere fatto per più di due volte all’anno per evitare che il grasso naturale su cui è avvolto il pelo si sciolga; il grasso infatti ha la capacità di proteggere il cane dalle varie intemperie. Il pelo non dovrebbe mai essere toelettato e mai pettinato per evitare che il cane possa farsi male.

Allevamenti

È possibile trovare in Italia cinque allevamenti di questi cani; uno in Piemonte, nello specifico a Cuneo e quattro in Lombardia, uno a Como, due a Bergamo e uno a Mantova.

È un cane d’appartamento?

Potrebbe essere un cane d’appartamento a patto e condizione che il peloso faccia frequenti passeggiate o nel caso in cui viviate in una casa con giardino. Tuttavia la taglia non è consona per vivere in un appartamento che potrebbe farlo sentire oppresso.

Curiosità

Nel 2012 sono stati registrati soltanto 82 cani di questa razza.

Classificazione FCI – n. 194
Gruppo 1 Cani da pastore e bovari (esclusi bovari svizzeri)
Sezione 1 Cani da pastore
Standard n. 194 del 1949
Nome originale Cane da pastore bergamasco
Origine Italia