Cane da Pastore di Ciarplanina

Cane da Pastore di Ciarplanina
Cane da Pastore di Ciarplanina

Esemplare di Cane da Pastore di Ciarplanina

Dati generali
Etimologia Il nome significa “Pastore dei Monti Šar“, un gruppo montuoso ai confini tra Albania, Kosovo e Macedonia.
Genitori Si ritiene essere il diretto discendente del Molosso d’Epiro
Presente in natura No
Longevità 11-13 anni
Impieghi Cane pastore, cane da guardia
Taglia Grande

Cane indipendente, ma voglioso di compiacere il proprio padrone. Il Cane da pastore di Ciarplanina è un cane di grossa taglia riconosciuto dalla FCI.

È in grado di relazionarsi tranquillamente con l’essere umano, ma non è adatto alla vita in appartamento.

Scheda informativa del Cane da Pastore di Ciarplanina
Anallergico No
Per bambini Sì, adatto alla famiglia, tenderà a proteggerli
Per anziani Sì, data la sua calma può adattarsi a ritmi di vita tranquilli
Con altri cani Socievole se abituato da cucciolo
Con gatti Convivenza possibile se abituati già da piccoli
Rumoroso Moderatamente
Sport Tranquille passeggiate e giochi d’intelligenza

ORIGINI STORICHE DELLA RAZZA

In territorio europeo, le origini di questo cane pastore vanno ricercate lungo i monti che si trovano al confine con l’Albania. Successivamente, proseguendo il loro cammino si sono diffusi anche lungo tutta la fascia costiera. Le origini vere e proprie di questa razza, però, sono davvero antichissime e vanno ricondotte al territorio asiatico. Il pastore di Ciarplanina, infatti, sembra aver accompagnato i popoli asiatici nei lunghi viaggi affrontati verso l’occidente.

PREZZO

Il prezzo di un cucciolo di pastore di Ciarplanina, fornito di Pedigree e proveniente da un allevamento riconosciuto che ne possa attestare le origini e le buone condizioni di salute, non è noto per la rarità e la scarsa quantità di esemplari in Italia.

Sono quattro le regioni in cui è possibile trovare degli allevamenti riconosciuti, ma i prezzi non sono nati.

CARATTERE

Il pastore di Ciarplanina può essere definito intelligente e ubbidiente. Parlare di questo cane implica parlare di protezione sotto tutti i punti di vista. Questo esemplare, infatti, è adatto sia alla protezione dei terreni, che delle greggi, che degli umani. È un cane molto devoto al padrone se ne riconosce l’autorità e riesce a distinguersi per la sua calma e la sua pacatezza. Nei confronti degli estranei, non mostra aggressività, ma impiega un po’ di tempo per socializzare. Se riesce a legarsi alle persone, diventa persino affettuoso e giocoso.

ADDESTRAMENTO

Essendo un pastore ed avendo vissuto praticamente in maniera del tutto autonoma, il cane non accetta un addestramento che recepisce come una costrizione. Il pastore di Ciarplanina adora compiacere il proprio padrone e va quindi ricercato un sistema di addestramento che segua questa logica.

CARATTERISTICHE FISICHE

Il pastore di Ciarplanina è un cane di grande taglia.

Le sue aspettative di vita variano dagli 11 ai 13 anni.

ZAMPE

Generalmente, gli arti del pastore di Ciarplanina sono dritti e risultano ben proporzionati al resto del corpo. I gomiti si trovano, orientativamente, al 55% della totale altezza al garrese. Le zampe sono tutte e quattro in appiombo, permettendo al cane di calpestare tranquillamente qualsiasi tipo di terreno.

CORPO

Le forme del cane non sono evidenti perché coperte da uno spesso mantello. In via generale, il cane è robusto, muscoloso e con delle zampe dalle ossa e dalla muscolatura notevolmente forte.

PESO E ALTEZZA

Come anticipato, il pastore di Ciarplanina fa parte della categoria di cani di grande taglia. Le dimensioni del corpo dell’esemplare variano in base al sesso. Per le femmine è previsto un peso compreso tra i 30 e i 40 kg e un’altezza che può variare dai 54 ai 60 cm. Per i maschi invece sono previste dimensioni maggiori: un’altezza massima di 62 cm e un peso che può arrivare ai 45 kg.

TESTA

La testa si presenta ben proporzionata all’intera misura del corpo. Il cranio ha una forma leggermente più allungata del muso. La canna nasale è diritta e ampia e termina con un tartufo di colore nero. Gli occhi si presentano a forma di mandorla e di colore marrone nella variante sia scura che chiara.

CODA

La coda del pastore di Ciarplanina è lunga e arriva almeno al garretto. È forte e resistente alla radice, ma si assottiglia alla punta, mostrando frange lungo tutto il lato inferiore. Quando il cane è eccitato, la curva della coda si accentua e può rialzarsi fin sopra la linea del dorso.

PELO

Il pastore di Ciarplanina è un cane che mostra il pelo lungo e folto. Nelle regioni della testa, delle orecchie e nella parte anteriore degli arti il mantello è leggermente più corto.
Sotto il pelo di protezione, quello mostrato in superficie, l’abbondante sottopelo è corto, fitto e di tessitura fine.

COLORI

Gli standard ufficiali che riguardano il pastore di  Ciarplanina, accettano soltanto gli esemplari monocolore. Sono accettate tutte le variazioni di colore, dal bianco al marrone scuro, purché non siano presenti macchie o marcature bianche.

CUCCIOLI

I cuccioli di questa razza potrebbero tranquillamente essere scambiati per dei pupazzi. Voluminosi, forse inizialmente un po’ goffi, sono tra i preferiti dei più piccoli. Hanno bisogno di imparare a socializzare già dai primi mesi di vita e di conoscere gradualmente gli spazi aperti.

SALUTE

In genere, il cane da pastore di Ciarplanina, non mostra particolari problemi di salute in quanto, durante i viaggi storici, la selezione naturale ha fatto il suo corso lasciando tutti gli esemplari più deboli indietro e lasciando sopravvivere solo i più sani.

INDICAZIONI SULL’ALIMENTAZIONE

Dal punto di vista alimentare, la razza del pastore di Ciarplanina non presenta particolari necessità. È però un cane che si muove molto e ha bisogno di energie. Per questo motivo è utile rivolgersi ad un veterinario che possa stilare una dieta sana ed equilibrata per poter assicurare il giusto apporto calorico al cane.

TOELETTATURA

La cura del pelo, per questo genere di cane, è davvero molto importante. È necessario spazzolarlo frequentemente per mantenere vivo il sottopelo, permettere la rigenerazione di tutto il mantello ed evitare che si formino nodi e grovigli che per in cane possono essere molto fastidiosi, se non dolorosi. Non è assolutamente consigliato tagliare il pelo.

ALLEVAMENTI

Tra le regioni in cui si trovano degli allevamenti ufficiali, riconosciuti e che rilasciano pedigree ed attestazione della vaccinazioni effettuate troviamo la Lombardia, l’Umbria, la Sicilia e il Lazio.

È UN CANE DA APPARTAMENTO?

Il pastore di Ciarplanina riesce a vivere in famiglia e ad instaurare rapporti autentici con gli umani, ma non è decisamente adatto alla vita da appartamento. È troppo grande, ha bisogno di spazi aperti e di movimento costante. Vivere in appartamento potrebbe causargli stress eccessivo e disagi.

CURIOSITÀ

Forse non lo sai, ma al pastore di Ciarplanina, lungo la storia, sono state attribuite denominazioni diverse. Il nome originario con cui è stato identificato al suo arrivo in ex-Jugoslavia era “Yugoslavenski Ovcarski pas Sarplaninac”. Nel 1939 venne riconosciuto dalla FCI, con un nome diverso: Iliriski Ovcar, la cui traduzione è ” Cane da pastore dell’Illiria”. Soltanto nell’anno 1957 acquisì l’attuale denominazione.

Classificazione FCI – n. 41
Gruppo 2 Cani di tipo Pinscher e Schnauzer, molossoidi e cani bovari svizzeri
Sezione 2 Molossoidi
Sottosezione 2.2 Tipo da montagna
Standard n. 41 del 25/03/03 (en)
Nome originale in albanese “qeni i sharit”