Cane Toccatore

Cane Toccatore
Cane Toccatore

Esemplare di Cane Toccatore

Dati generali
Etimologia Nome di origine italiana. Deriva dal “tocco” che questa razza pastore da agli altri animali su cui vigila per spingerli a muoversi
Genitori Probabile autoctono italiano sin dal medioevo
Presente in natura No
Longevità 12-15 anni
Impieghi Cane pastore, cane da guardia
Taglia Media

Per Cane toccatore si intende un cane prettamente da pastore, in grado di aiutare i contadini nelle loro mansioni giornaliere.

Questi solitamente sono molto simili al Border Collie e a tutti quei pelosi che sono nati prettamente come cani da montagna e da gregge.

Scheda informativa del Cane Toccatore
Anallergico No
Per bambini No, perché prevalentemente cane da lavoro
Per anziani No, per il bisogno di esercizio
Con altri cani Socievole con gli altri cani da pastore compagni
Con gatti Probabilmente diffidente per le sue caratteristiche territoriali
Rumoroso Moderatamente
Sport Attività all’aperto attinenti al suo carattere

Origini storiche della razza

Quando si parla del Cane toccatore non si fa riferimento ad una razza specifica ma ad una vera e propria tipologia di cane.

Le origini di questa tipologia canina sono davvero molto antiche e risalgono nello specifico a 12.000 anni fa, quando questa specie di cane, strettamente imparentata con il lupo, ha iniziato a vivere con l’uomo auto-domesticandosi e, allo stesso tempo, permettendo all’uomo di addomesticarlo.

Attraverso questa convivenza, il contadino si rese conto delle grandi abilità insite nel cane che era in grado di essere cane da guardia, da difesa dei greggi e da lavoro, contemporaneamente. Queste caratteristiche quindi fecero capire ai contadini l’enorme potenziale dei cani e quanto queste potenzialità potessero aiutarli.

L’etimologia della parola “toccatore” è “tòcca” le cui origini sono prettamente dialettali e tipiche del centro – sud Italia e rimanda all’azione di “portare” , “far muovere”, “condurre”. Attraverso questo si evince come questo tipo di cani fossero di grandissima utilità per i contadini che quindi non ne potevano fare più a meno.

Il Border Collie è il Cane toccatore più famoso della storia; questi infatti hanno una capacità innata di giostrare e di condurre con estrema tranquillità le greggi e di difenderle quando se ne presenta l’occasione. Risulta quindi possibile affermare che il primo cane da guardia in assoluto è il cane toccatore; nato con la prerogativa di difendere il proprio lavoro e difendere le cose del proprio padrone.

Prezzo

Risulta davvero impossibile riuscire a stilare un prezzo per un esemplare di un cane toccatore; le razze che rientrano in questo tipo di cane sono diverse e hanno tutte prezzi diversi. Spesso e volentieri questi cani non vengono comprati, ma vengono fatti accoppiare tra loro; i cuccioli non vengono venduti, ma vengono addestrati ad una vita di campagna, come quelli che li hanno preceduti.

Carattere

Questi cani sono tutti i cani con un temperamento davvero incredibile; sono nati praticamente per lavorare, non riescono mai a stare fermi, almeno fino a quando c’è da lavorare.

Amano particolarmente compiacere il proprio padrone e rendersi sempre utili; spesso non sono cani aggressivi, ma sono molto coraggiosi, in grado non solo di abbaiare molto, ma anche di attaccare, soprattutto se le circostanze lo rendono necessario. Sono in grado di percepire le volontà dell’uomo senza che questi parli; sono quindi dotati di una capacità percettiva ed empatica che è tipica di questi cani.

L’istinto predatorio inoltre caratterizza moltissimo questi cani; è bene ricordare che questi discendono direttamente dai lupi e per quanto le loro caratteristiche fisiche, adesso, siano più affini a quelle di un normale cane, alcune atteggiamenti sono proprio quelli di un lupo. Sono cani affettuosi, ma sono anche cani molto attenti e che odiano le eccessive smancerie e il non far nulla. Necessitano di continuo movimento e di perlustrare ogni singola parte della proprietà, per evitare che qualche intruso possa irrompere e disturbare l’equilibrio della “sua campagna”; sono quindi molto territoriali e poco volentieri accettano che qualcuno o qualcosa possa intromettersi.

Addestramento

Riuscire ad addestrare un Cane toccatore non è per nulla semplice, è importante ricordare che discendono direttamente dal lupo e non tutti sono propensi ad essere sottomessi, anche se amano particolarmente il proprio padrone.

Per questo è necessario impartire al cane toccatore sin dalle primissime settimane, le regole per una buona convivenza, non solo con gli umani, ma anche e soprattutto con le greggi. L’addestramento richiede comunque parecchia pazienza e altrettanta costanza; è consigliabile eseguire più sessioni giornaliere d’addestramento che dura pochi minuti, ed evitare una sessione che duri ore.

Facendo in questo modo il cane non tenderà a stressarsi e potrà recepire più facilmente e con poche pressioni; potete anche utilizzare degli snack premio, in modo da richiamare l’attenzione del cane e aumentare i richiami positivi. Bisogna essere particolarmente meticolosi e parecchio determinati, ma questi cani sono parecchio intelligenti e comprendono velocemente quali sono le esigenze del proprio padrone.

Caratteristiche fisiche

Il cane toccatore, in base agli accenni storici sopracitati, era quindi anche considerato a tutti gli effetti un molossoide, ovvero cane in grado di adempiere a diversi valori.

Il Cane toccatore è quindi un cane con delle caratteristiche fisiche che non sempre accomunano tutti cani. In comune hanno il fatto che hanno una grandissima resistenza.

Zampe

Generalmente gli arti di questi cani sono molto resistenti e anche se la conformazione degli arti è diversa da cane a cane, è possibile notare che hanno tutti in comune un’incredibile resistenza. Inoltre hanno tutti in comune il fatto che questi cani i cuscinetti spessi in grado di sopportare tutti i tipi di terreno in grado di superare ostacoli.

Inoltre le zampe sono ben formate e anatomicamente predisposte per correre velocemente; tale caratteristica permette al cane di correre in aiuto, ogni qualvolta si presenta l’occasione per farlo.

Corpo

Il corpo di un cane toccatore è un corpo generalmente ben compatto, anche se le dimensioni variano da cane a cane. Questi cani sono parecchio resistenti, presentano una testa molto forte e una dentatura molto stretta.

Peso e altezza

I cani toccatori possono essere davvero molto piccoli, ma anche davvero molto grandi; il loro peso infatti varia dai 15 ai 30-40 kg. È bene ricordare che non si parla di un cane specifico, ma di una caratteristica canina che accomuna molte razze.

Testa

Anche la testa non risulta per tutti uguale; il cane toccatore, come accennato, comprende diverse razze, non tutte riconosciute, e quindi diverse caratteristiche fisiche. Questo vale anche per la testa e per tutto ciò che riguarda la testa, come faccia, cranio, occhi e naso.

Coda

La coda cambia in base alla razza, può essere sia lunga che corta ed è quasi sempre dotata di folto pelo.

Pelo

Il pelo del cane toccatore può essere sia liscio che riccio, sia a pelo corto che a pelo lungo; ogni pelo richiede quindi un trattamento diverso.

Colori

È possibile trovare il Cane toccatore in diverse colorazioni, dal bianco al nero al fulvo; altri colori comprendono sfumature di nero, di beige e di rossastro.

Cuccioli

I cuccioli sono tutti cuccioli giocherelloni che richiedono parecchie attenzioni, soprattutto se già si vive in montagna; amano interfacciarsi con gli altri animali e non hanno particolari difficoltà sia con eventuali altri animali domestici che con gli animali in generale.

La socializzazione precoce è un incentivo in più per renderli tranquilli nei confronti di tutti; inoltre i cuccioli fisicamente sono molto più resistenti di altri, perché i contadini non erano soliti farli sverminare o vaccinare, nonostante vivano in ambienti non privi di pericoli e a contatto con animali selvatici e non solo.

Salute

Il cane toccatore generalmente gode di ottima salute ed è un cane che è davvero parecchio resistente. La loro stima di vita cambia in base alla razza, ma generalmente sono cani abituati a resistere alle intemperie e ai climi rigidi; questo rafforza il loro sistema immunitario e li rende più resistenti alle malattie.

Ovviamente tutti i cani possono essere soggetti a malattie, soprattutto se vivono costantemente in un ambiente ad alto rischio come quello delle montagne; tuttavia sono anche in grado di resistere di più e di sopportare meglio anche le fatiche e le malattie.

Indicazioni sull’alimentazione

Questi cani generalmente possono mangiare di tutto, sia dal cibo secco che da quello fatto in casa. È bene precisare che il cibo deve contenere sempre degli ingredienti di alta qualità in modo da garantire sempre il benessere del peloso.

Toelettatura

Pulire un cane toccatore può essere più o meno facile; sono comunque generalmente cani che non necessitano di particolari cure.

Allevamenti

Non c’è un allevamento specifico per prendere un cane toccatore, ma gli allevamenti possono avere diverse opzioni per prendere un cane che abbia queste caratteristiche. È consigliabile quindi recarsi nell’allevamento più vicino e informarsi in base alle vostre esigenze.

È un cane d’appartamento?

Il Cane toccatore non è assolutamente un cane che può vivere in appartamento, non solo per la stazza, ma soprattutto per il temperamento.

Sicuramente risulta pressoché impossibile il solo cercare di provare a fare vivere un cane di queste dimensioni all’interno di una casa; lo stress fisico e psicologico avrebbero effetti devastanti sia sul cane che sui padroni, con la certezza che il cane possa far anche parecchi danni all’interno della casa.

Neanche la casa munita da giardino risulta bastevole per questi pelosi; necessitano di lavorare, di entrare a contatto con la natura e con gli altri animali e necessitano di esplorare senza avere muri o frontiere.

Curiosità

Soltanto nel 2018 attraverso degli studi genetici, gli esperti sono arrivati alla conclusione che intorno al 1859 un cane da pastore europeo aveva dato origine ad alcune razze che adesso sono parecchio conosciute.

Queste sono: il pastore tedesco, il Berger Picard, il Bergasmasco Sheperd, Cane Paratore, Lupino del Gigante, Pastore d’Oropa, Pastore del Lessinia e del Lagorai.

Nelle Alpi, quando il lupo è scomparso (intorno al 1800) e il mastino era stato impiegato dall’esercito per combattere la Grande Guerra, venne impiegato come cane toccatore, il Grande Pastore bergamasco.