Chin

Chin
cane chin sul prato

Esemplare di Chin

Dati generali
Etimologia Nome di origine giapponese. Nome originale
Genitori Originiario della Cina e del Tibet
Presente in natura No
Longevità 12-14 anni
Impieghi Cane da compagnia
Taglia Piccola

Il Chin, detto anche Mento giapponese, è un cane di taglia molto piccola e rientra tra le razze di cani cinesi; sono pelosi molti piccoli e che necessitano di vivere al chiuso, quindi all’interno di un appartamento.

Famosi per essere incredibili cani da compagnia, sono perfetti per i padroni di tutte le età, dai bambini agli anziani; sono pelosi quindi con un carattere molto mite e facili da gestire e da addestrare, anche da persone che non hanno mai avuto prima un cane.

Scheda informativa del Chin
Anallergico No
Per bambini Sì, perché molto affettuosi
Per anziani Sì, ottimo cane da compagnia
Con altri cani Socievole, molto attivo
Con gatti Può andare d’accordo se abituato da piccolo
Rumoroso Moderatamente
Sport Esercizi per tenerlo attivo, agility

Origini storiche della razza

Il Chin è una razza molto antica proveniente dal continente asiatico; erano famosi per essere i cani della corte imperiale cinese. All’epoca i Chin venivano donati agli emissari come segno di rispetto e di fasto.

L’aspetto di questi pelosi non è sempre stato questo; probabilmente gli originali Chin vennero fatti accoppiare con degli Spaniel, raggiungendo quindi l’aspetto che adesso si conosce.

Questa razza fu poco conosciuta fino al 1853 quando, leggenda vuole, il commodoro Matthew Perry salpò nell’odierna Tokyo e fece entrare nel Paese questo peloso che riscosse parecchio successo, a tal punto da diventare famoso in Gran Bretagna e negli Stati Uniti d’America.

Tuttavia come sia arrivato il Chin in Giappone rimane ancora un dubbio; altre leggende infatti narrano che i Chin furono donati ai sovrani giapponesi nel 732 d.C. come dono da parte dei sovrani della Corea.

Esistono numerose altre leggende su come questa razza si sia spostata da un Paese ad un altro, ma nessuna di queste ancora è stata confermata.

Prezzo

I cani di questa razza sfortunatamente costano parecchio, soprattutto perché non sono diffusi o facilmente trovabili; il prezzo di un cucciolo infatti si aggira intorno ai 1000€.

Carattere

I Chin come accennato sono perfetti cani da compagnia e d’appartamento, grazie alla loro piccola stazza; sono molto espansivi e amano parecchio le coccole e passare il proprio tempo a giocare con i propri padroni.

Questi pelosi vanno estremamente d’accordo con tutti gli esseri umani, in particolar modo con i bambini a tal punto da rivelarsi dei perfetti baby sitter.

Questi pelosi sono quindi parecchio socievoli, ma fino ad un certo punto. Amano ritagliarsi un po’ di tempo per sé e quando lo fanno non vogliono essere assolutamente disturbati.

Questi pelosi infatti hanno la nomina di essere dei perfetti gatti, sono molto vigili, intelligenti e soprattutto usano le zampe per pulirsi il viso e tendono a nascondersi in luoghi veramente impensabili.

Caratteristiche fisiche

I Chin come già accennato sono cani parecchio piccoli e per questo facilmente gestibili e trasportabili. Le dimensioni ridotte rendono facilissima la convivenza in appartamento.

Corpo

Nonostante le piccole dimensioni, questi sono pelosi sono davvero robusti; il loro corpo sembra prendere la forma di una struttura quadrata e con un aspetto davvero regale.

Peso e altezza

Questi incredibili pelosi sono davvero piccoli; il loro peso si aggira intorno ai 5 kg per un’altezza di circa 25-27cm. Il peso tuttavia può variare da un minimo di 1,4 kg ad un massimo di 6,8 kg

Testa

Hanno la testa grande e tendenzialmente rotonda, con un muso molto corto, che sembra quasi schiacciato.

Gli occhi sono parecchio grandi e di colore scuro, ben distanti tra loro e parecchio sporgenti.

Le orecchie invece sono lunghe, triangolari e pendenti verso il muso; il tutto è ricoperto da del pelo lungo, dritto e setoso che in genere è di colore bianco, con qualche striatura di colore nero.

Coda

La coda è molto lunga e a pelo lungo tendenzialmente di colore bianco.

Pelo

Il pelo dei Chin è di tipo lungo; solitamente i cani hanno due strati di pelo: il pelo visibile ad occhio nudo ed un sottopelo.

Questa razza però necessita di parecchio tempo per sviluppare il secondo pelo, che tende a formarsi intorno ai due anni di età; fino ad allora questi pelosi avranno un solo pelo, ovvero quello visibile ad occhio nudo.

Colori

È possibile trovare i Chin in diversi colori; questi possono essere bianchi e neri, rossi e bianchi e perfino di tre colori, ovvero bianco, nero e con punti di colore rossastro.

Cuccioli

I cuccioli di Chin come qualsiasi altro cucciolo tendono a muoversi continuamente; necessitano quindi degli esercizi di addestramento per riuscire a crescere un cane sereno e sicuro di sé.

Il loro temperamento tende a mitizzarsi con il passare del tempo.

Salute

Sfortunatamente sono parecchi i problemi in cui possono incombere i Chin; questi infatti possono includere problemi legati alle articolazioni, problemi di cataratta e di tipo cardiaco.

A questi si aggiungono altre problematicità come ipoglicemia, soprattutto durante i primi sei mesi di vita e in uno stato di sovrappeso.

Inoltre è bene precisare che questa razza rientra tra le razze dei cani brachicefali e quindi con il muso schiacciato e proprio per questo tendono a respirare con più difficoltà rispetto agli altri cani.

I Chin tuttavia sono longevi e la loro prospettiva di vita si aggira tra i 12 e i 14 anni e in casi rari possono arrivare e superare i 16.

Indicazioni sull’alimentazione

I Mento giapponesi necessitano di un’alimentazione di parecchia qualità; è preferibile che le pietanze siano preparate in casa, sempre sotto l’autorizzazione del veterinario.

In alternativa è possibile somministrare circa mezza tazza (o poco più) di cibo secco di alta qualità, da suddividere in due pasti.

È importante che il cibo sia ricco di fibre, tuttavia è sempre consigliabile che chiediate il parere del vostro veterinario, prima di somministrare al peloso qualsiasi alimento.

Toelettatura

Questa razza essendo a pelo lungo, necessita di una cura intensiva del pelo.

Come accennato però in precedenza, questi pelosi hanno la pulizia tipica dei gatti e per questo sono cani molto puliti e non necessitano quindi di bagni regolari e un bagno al mese potrebbe risultare perfino sufficiente.

È preferibile inoltre che venga utilizzato uno shampoo delicato o in alternativa uno shampoo a secco. Il peloso deve essere spazzolato verso l’esterno e verso l’alto.

È un cane d’appartamento?

! I Chin sono dei perfetti cani d’appartamento.

Allevamenti

Gli allevamenti nel territorio italiano è possibile riscontrarli in Emilia Romagna (Bologna, Reggio Emilia e Parma), Liguria (Genova e La Spezia), Piemonte (Cuneo), Sicilia (Ragusa), Campania (Napoli), Toscana (Grosseto) e Lazio (Roma).

Curiosità

Tra i personaggi famosi che hanno adottato un Chin rientra il presidente Franklin Pierce, il segretario della guerra Jefferson Davis. Questi pelosi inoltre venivano spesso adottati da famiglie abbienti americane che soprannominarono il Chin in “Spaniel giapponese” mantenendo questa nomea fino al 1977.

Nel 2011 infine i colori in precedenza elencati rientrano tra i colori standard per le competizioni; altri colori sono considerati motivo di esclusioni da eventuali gare.

Classificazione FCI – n. 206
Gruppo 9 Cani da compagnia
Sezione 8 Épagneul giapponesi e pechinesi
Standard n. 206 del 20/04/1998 (en)
Nome originale 狆 – Chin (giapponese)
Tipo brachicefalo
Origine Giappone