Combai

Combai
cane Combai

Esemplare di Combai

Dati generali
Etimologia Il nome ha origine dalla città dell’India da cui proviene
Genitori Nato e cresciuto nel Tamil Nadu, in India
Presente in natura No
Longevità 12-15 anni
Impieghi Cane da caccia, cane da guardia
Taglia Grande

Il Combai, noto anche come Kombai o Hottosho, è un’antichissima razza canina originaria dell’India meridionale che prende il nome dalla città dalla quale proviene.

È conosciuto anche come segugio indiano e sin dall’antichità utilizzato per la caccia ai piccoli e grandi predatori.

Oggi non esistono molti esemplari di Combai e gli unici vivono in una regione dell’India delimitata (Tamil Nadu).

Per via del suo aspetto e delle sue caratteristiche il Combai è un segugio davvero unico nel suo genere. È anche un ottimo cane da guardia e un affettuoso animale da compagnia.

È molto difficile trovare un Combai di razza pura oggigiorno, tanto che molti studiosi sono fermamente convinti che si tratti di un cane in via di estinzione.

Attualmente lo standard non è riconosciuto dalla FCI, la Federazione Internazionale che riunisce gli allevatori canini.

Scheda informativa del Combai
Anallergico No
Per bambini No, a meno che non cresca insieme a loro
er anziani No, per il bisogno di esercizio
Con altri cani Mediamente socievole, se ben addestrato.
Con gatti Può rivelarsi aggressivo, come con ogni altro piccolo animale
Rumoroso Moderatamente
Sport Lunghe passeggiate ed intensa attività fisica

Origini storiche della razza

Le origini del Combai si perdono nella notte dei tempi, tanto che non è possibile stabilire con precisione una data o un periodo storico circa la sua comparsa nel mondo canino.

Sappiamo con certezza che si tratta di un’antichissima razza canina utilizzata sin dall’antichità per la caccia al cinghiale, ai bisonti e ai cervi. Molti pensano addirittura che sia un cane talmente forte da essere stato utilizzato anche per la caccia all’orso.

Secondo una teoria questa particolare razza di segugio sarebbe nato intorno al Quindicesimo secolo, tuttavia molti credono che le sue origini risalgano a molto tempo prima, addirittura al Nono secolo. Purtroppo, però, non abbiamo fonti a sostegno né dell’una né dell’altra tesi.

Se inizialmente il Combai veniva utilizzato per la caccia ai grandi predatori, presto gli indiani si accorsero delle sue incredibili doti di cane da guardia. Perciò tuttora è considerato l’animale domestico ideale, affettuoso e leale con il suo padrone ed eccellente guardiano della propria casa.

Il Combai, inoltre, ha avuto un importante ruolo in una delle battaglie più dure e importanti per l’India: numerosi esemplari sono stati utilizzati dagli eserciti dei fratelli Marudhu Pandias, che hanno guidato la rivolta contro la sottomissione britannica della Kalaiar Koil del Sivaganga Unito agli inizi del Diciannovesimo secolo.

Prezzo

Non è semplice stabilire quale sia il prezzo di un cucciolo di Combai perché attualmente questo cane si trova soltanto nell’India meridionale e ne esistono davvero pochi esemplari, tutti impiegati dagli agricoltori per la guardia della casa e dei terreni e per la difesa dai predatori.

Carattere

Suona strano che il Combai sia un cane così poco diffuso nel mondo. Per via delle sue caratteristiche sia fisiche che comportamentali avrebbe certamente dovuto coprire un posto d’onore tra i segugi.

Il Combai è un cane che unisce caratteristiche agli antipodi, ma in perfetto equilibrio, che lo rendono il cane ideale per qualsiasi situazione: è dolce e gentile con il proprio padrone, amorevole nei confronti della famiglia e protettivo verso la propria casa, ma allo stesso tempo feroce con i nemici, sui quali riesce a primeggiare nonostante non sia un cane di taglia grande.

È sensibile e allo stesso tempo intelligente e perspicace, dotato di un coraggio davvero fuori dal comune. Non si tira indietro mai, neanche di fronte a un nemico potente e pericoloso come una tigre o un cinghiale.

Con il padrone non è soltanto molto affettuoso, ma estremamente leale e cerca sempre di compiacerlo in qualsiasi modo. È anche un cane molto empatico che capisce a un primo sguardo se le persone che circondano il suo padrone sono le benvenute o meno.

Data l’indole protettiva di questo cane e il carattere proverbialmente testardo e per alcuni versi un po’ aggressivo, non è consigliabile introdurre il Combai in un ambiente in cui siano presenti bambini a meno che non vengano fatti crescere insieme.

Addestramento

Educare e addestrare un Combai non è un compito semplice ed è consigliato solo a padroni esperti che conoscano bene il mondo canino, in particolare quello dei segugi.

Dobbiamo sempre tener conto del fatto che si tratta di un cane dal carattere testardo che non si lascia comandare a bacchetta molto facilmente e, soprattutto, che reagisce male e con aggressività quando si sent attaccato o sottomesso.

Se adottato fin da cucciolo, però, il Combai cresce nel segno della più profonda devozione nei confronti del suo padrone e solo in questo caso, abituato già dai primi mesi di vita ad ascoltare ed eseguire i comandi, diventa il cane più docile e obbediente che possa esistere.

Tra le cose più importanti da insegnare al Combai in fase di addestramento c’è, senza dubbio, la socializzazione. Non essendo un cane molto affettuoso, al di fuori del padrone e della famiglia, tende a non andare molto d’accordo con le altre persone e con gli altri cani, che vede come una minaccia per sé e per la sua casa.

Perciò il cane deve imparare a distinguere tra le varie situazioni e i vari soggetti e a fidarsi del padrone quando è tranquillo e indica che non vi è alcun segnale di pericolo.

Caratteristiche fisiche

Il Combai è un cane di media taglia, dotato di una corporatura robusta e molto resistente. È un cane molto atletico che trasmette potenza, tanto che nonostante le dimensioni riesce a fronteggiare anche i nemici più grossi e più forti.

Zampe

Le zampe del Combai sono lunghe e affusolate, ma non lasciatevi ingannare da quest’apparente magrezza. In realtà hanno un’ossatura robusta e resistente, che consente a questo cane di essere non solo molto veloce, ma anche di camminare e correre su ogni tipo di terreno.

Corpo

Il corpo del Compai si sviluppa più in lunghezza che in altezza e nel complesso è robusto e agile allo stesso tempo. Possiamo dire che il Compai ha un fisico compatto e ben proporzionato, cosa che lo rende uno tra i cani più forti che esistano.

Peso e altezza

Non è stato definito uno standard di razza per il Combai e ne esistono attualmente talmente pochi esemplari in tutto il mondo (si trovano tutti in India) che è difficile stabilire quali debbano essere peso e altezza.

Testa

La testa del Campai è grande ma ben proporzionata rispetto al resto del corpo. Ha mascelle molto potenti, caratteristica che rende impossibile sfuggire alla sua morsa, letale per qualsiasi nemico.

Il collo è lungo e muscoloso, come le spalle, mentre il muso è leggermente affusolato e in genere di colore nero e le orecchie sono di media grandezza e pendenti sulla testa.

Coda

La coda ha un’attaccatura alta rispetto alla linea dorsale ed è molto lunga, ma proporzionata alla lunghezza del corpo. È a forma di “falcetto” e in genere viene portata alta.

Pelo

Il mantello del Combai è mediamente corto ma piuttosto fitto.

Colori

Il Combai in genere è di colore marrone o rosso, con il muso e la linea dorsale neri. Anche la coda nella gran parte dei casi è di colore nero.

Cuccioli

I cuccioli di Combai sono energici e vitali, caratteristica che mantengono una volta adulti. Sono affettuosi e giocherelloni ma tendono a fare di testa propria, perciò è importante che siano ben educati sin dai primi mesi di vita.

Salute

Il Combai è un cane talmente forte e resistente da non presentare particolari problemi di salute nel corso della sua vita. Tuttavia come molte razze canine anche questa è soggetta ad alcuni difetti genetici che possono causare non pochi problemi.

Prima di tutto la displasia dell’anca, uno dei problemi più comuni per i Compai che in sostanza è determinata dalla fuoriuscita dell’osso della coscia nell’anca.

Una patologia molto dolorosa per il cane, che può causarne anche lo zoppicamento. La displasia dell’anca puà essere curata con i farmaci nei casi meno gravi, mentre per i casi più gravi occorre l’intervento chirurgico.

I Combai sono anche soggetti ad alcune patologie della pelle come la rogna e la dermatite, causate principalmente dall’habitat umido in cui nascono e vivono, ideale per la proliferazione dei batteri e dei parassiti.

Per prevenire queste patologie della pelle con una regolare toelettatura, nei casi più ostici con la somministrazione di farmaci.

Indicazioni sull’alimentazione

Non vi sono particolari indicazioni sull’alimentazione del Combai. Come per tutti i cani è importante che sia ben bilanciata in base all’età, alle condizioni di salute e all’attività giornaliera del cane.

Toelettatura

Per via del mantello non troppo lungo, il Combai non richiede una particolare manutenzione perché perde piccole quantità di pelo e non rischia la formazione di fastidiosi nodi. Perciò basta spazzolarlo una o due volte alla settimana per mantenere il pelo lucido e pulito.

Allevamenti

Non esistono allevamenti di Combai in Italia, né praticamente nel resto del mondo. Gli unici esemplari si trovano attualmente nelle regioni meridionali dell’India.

È un cane d’appartamento?

Il Combai è un cane molto energico e attivo che ha bisogno di passare molto tempo all’aria aperta per correre e fare l’esercizio quotidiano sufficiente non solo per tenerlo in forma, ma anche per garantire il suo benessere psicofisico.

Perciò è consigliabile che viva in una casa con un ampio giardino o comunque con uno spazio all’aria aperta recintato in cui fargli trascorrere buona parte della giornata.

Se proprio non possiamo farne a meno, possiamo farlo vivere in appartamento. Il Combai è un cane che si adatta con molta facilità a qualsiasi ambiente ed è talmente fedele e devoto al suo padrone (e alla famiglia) che potrebbe seguirlo fino in capo al mondo.

Tuttavia non può vivere recluso in casa per tutto il giorno ed è di fondamentale importanza garantirgli le sue passeggiate giornaliere all’aria aperta.

Curiosità

Il Combai viene comunemente confuso con un altra razza canina di origine indiana, il Rajapalayam, nonostante siano completamente diversi non solo per via dell’aspetto (il Rajapalayam è un levriero a tutti gli effetti) ma anche per via delle loro origini.

Mentre il Combai è un cane da sempre diffuso nell’ambiente dell’India rurale, in particolar modo tra gli agricoltori e i contadini, il Rajapalayam un tempo era il cane simbolo dell’aristocrazia indiana, comune nelle famiglie nobiliari e quindi più ricche.

C’è un’altra curiosità “poco canina” legata al Combai: non è solo il nome di una città e di una razza di segugio indiano, ma anche il nome di una varietà di castagna, il Marrone di Combai IGP, un delizioso frutto autunnale dolce e croccante prodotto in Veneto.