Curly Coated Retriever

Curly Coated Retriever
esemplare di Curly Coated Retriever

Esemplare di Curly Coated Retriever

Dati generali
Etimologia Nome inglese che significa “Retriver a Pelo Riccio”, uno dei retriever più antichi.
Genitori Cane Terravona x Irish Water Spaniel
Presente in natura No
Longevità 9-14 anni
Impieghi Cane da caccia, cane da riporto
Taglia Grande

Il Curly Coated Retriever è il più antico dei cani da riporto inglesi. È una razza riconoscibile grazie al caratteristico manto arricciato che copre tutto il corpo, coda compresa.

Molto utilizzato nell’800, oggi gli viene preferito il corrispettivo a pelo liscio, il Flat Coated Retriever. Il Curly Coated Retriever è un eccellente nuotatore, infatti viene impiegato per la caccia all’anatra in terreni paludosi. È utilizzato anche per trovare e riportare al padrone cacciatore animali morti o feriti.

Robusto e pieno di energia, dal carattere indipendente e un po’ testardo, è un animale forte, dalla grande presenza e molto elegante.

Il Curly Coated Retriever è un cane molto intelligente, stabile, leale, tanto coraggioso e sicuro di sé, ma a volte può essere poco socievole con altri cani, se non addirittura ostile e rissoso, soprattutto nelle battute di caccia.

Scheda informativa del Curly Coated Retriever
Anallergico No
Per bambini Sì, affettuoso e amichevole
Per anziani Sì, se attivi
Con altri cani Socievole se ben educato
Con gatti Sì, se cresciuti insieme
Rumoroso Moderatamente, bisogna tenerlo impegnato
Sport Esercizi per tenerlo attivo, propenso al nuoto

Origini storiche della razza

Essendo una tra le più antiche razze esistenti, non è facile risalire ai suoi antenati con certezza, anche se sappiamo che la selezione ha avuto inizio in Inghilterra nel XIX secolo.

Tra i suoi antenati ci sono quasi certamente il Cane Terranova, che è stato incrociato con l’Irish Water Spaniel a cui il Curly Coated Retriever deve il caratteristico pelo riccio che lo rende praticamente unico tra i suoi simili, i cani da riporto.

Di fatto non sappiamo con certezza quali siano le origini di questa razza: alcuni propendono per una ascendenza irlandese, altri sostengono che il water-spaniel inglese ha dato il suo contributo (sebbene questo cane non sia mai arrivato allo status di razza), altri pensano al barboncino.

Tra incroci supposti o sospettati, la razza ha esordito in manifestazioni cinofile ufficiali nel 1860 e ha salutato con gioia il suo primo Club nel 1896. Tra le due guerre mondiali al contrario di molte altre razze, quella del Curly Coated Retriever ha avuto grande popolarità, un picco rispetto al crollo che è seguito e che oggi la pone in posizione marginale.

Il Flat Coated Retriever, il suo corrispettivo a pelo liscio, gode di una buona diffusione mentre il Curly continua a rimanere un esemplare di nicchia, non molto diffuso al di fuori della Gran Bretagna, suo paese d’origine. È un cane più utilizzato nelle esposizioni che come cane da caccia e da riporto, pur possedendone tutte le caratteristiche.

Prezzo

È un cane piuttosto raro anche nel suo paese di origine, quindi non è facile trovare un buon cucciolo, ma il prezzo di partenza si aggira intorno ai 400 euro.

Carattere

Questo cane è molto intelligente, socievole e gioioso, ha un atteggiamento amichevole e fiducioso, è sicuro di sé, risoluto e fiero, ama giocare e si affeziona da subito alle persone che lo circondano, anche se si dimostra un po’ riservato con gli estranei.

Risulta un po’ egocentrico, perché ama stare al centro dell’attenzione, adora le coccole e il suo padrone, per il quale farebbe qualsiasi cosa. Data la sua natura da cane da riporto ha un’indole molto coraggiosa, ama l’acqua e il nuoto.

Come tanti altri cani da caccia ha un temperamento autonomo e indipendente e ne va tenuto conto in fase di addestramento.

In generale si affeziona sempre ad un solo padrone, ma adora stare in compagnia della sua famiglia, e come tutti i Retriever, ama giocare con i bambini, con i quali si dimostra affettuoso e per niente aggressivo.

Può risultare rissoso con altri cani, soprattutto nelle battute di caccia (dove si dimostra sempre all’erta, serio e concentrato), ma se socializzato fin da piccolo non ha problemi a vivere insieme ai suoi simili. Il Curly Coated Retriever è un ottimo compagno, dal carattere equilibrato e molto affidabile.

Addestramento

Intelligente, socievole e docile, è un cane perfetto per quei padroni che amano la caccia e in generale l’attività fisica.

Come accennato, ha un temperamento autonomo e indipendente, che possono rendere l’educazione un po’ più difficile per chi non ha mai posseduto dei cani.

Il Curly Coated Retriever è un cane fedele che riconosce un solo padrone: è importante quindi essere fermi e risoluti nell’addestramento, con un’educazione coerente e lineare.

Capisce in fretta cosa vuole il padrone, ma gli ordini devono essere sempre ben chiari affinché il cane possa cooperare. Se seguirete questi suggerimenti, avrete accanto a voi un compagno per la vita affidabile e ubbidiente.

Caratteristiche fisiche

Il Curly Coated Retriever è un cane di taglia media, forte, robusto, ma molto elegante, dall’andatura sostenuta e a grandi falcate. La razza è dotata di un caratteristico mantello composto da pelo riccioluto. Ha uno sguardo fiero, attento e dolce.

Zampe

Gli arti del Curly Coated Retriever sono diritti e in perfetto appiombo, forti e muscolosi, con i piedi rotondi, compatti con dita bene arcuate.

Corpo

Questo esemplare ha una corporatura forte e robusta, le sue proporzioni sono ben equilibrate, rimanendo in generale molto elegante.

Peso e altezza

Per gli esemplari maschi l’altezza media si aggira intorno ai 67 cm, le femmine sono leggermente più piccole; per entrambi il peso ideale va dai 32 ai 36 kg.

Testa

La testa del Curly Coated Retriever è a forma di cuneo sia vista di lato che di fronte ed è proporzionata alla taglia del corpo.

Il tartufo è nero negli esemplari neri, marrone negli esemplari color fegato; gli occhi sono larghi e a forma di mandorla, di colore marrone scuro nei neri, mentre nei color fegato la tonalità marrone si accorda col mantello.

Le orecchie sono piuttosto piccole, inserite leggermente al di sopra della linea dell’occhio; sono aderenti al capo, ricoperte dai piccoli e caratteristici riccioli della razza.

Coda

La coda è un prolungamento armonioso della linea superiore del corpo, è moderatamente corta, dritta e coperta di ricci; non è mai portata alta o arricciata.

Pelo

Questa razza ha il pelo corto: in tutto il corpo il mantello si presenta come una massa di fitti riccioli crespi aderenti alla pelle e che si estendono dalla cranio fino alla punta della coda, senza sottopelo o zone nude; sulle zampe, sulla pancia, sul muso e sulla fronte il pelo invece è liscio.

Colori

Per lo standard di razza sono ammessi solo due colori, il nero e il color fegato.

Cuccioli

Anche da piccolo questo esemplare mostra un’indole indipendente, sensibile ma giocosa: essendo un cane da caccia e da riporto è bene far sfogare tutta l’energia dei cuccioli in giochi da ricerca e che mettano alla prova il loro fiuto infallibile, in modo da far sviluppare le loro abilità.

Salute

Il Curly Coated Retriever è un cane dalla salute robusta e si ammala di rado. Ha un’aspettativa di vita che si aggira intorno agli 11 anni, e sopporta bene sia le alte temperature che le basse, nonostante non abbia sottopelo.

Per evitare problemi allo stomaco è bene fornirgli un’alimentazione bilanciata con porzioni moderate, suddivise durante la giornata. Può soffrire di displasia dell’anca e displasia del gomito, come le razze da cui discende.

Indicazioni sull’alimentazione

È un cane molto goloso e predisposto al sovrappeso, bisogna dunque fare attenzione: questo cane ha bisogno di due pasti al giorno per evitare problemi di stomaco.

Ovviamente è importantissimo garantirgli una alimentazione sana e ben bilanciata, con mangimi di alta qualità, per provvedere ad una crescita ossea e muscolare ottimale, e che vengano somministrati nelle giuste porzioni in base al movimento che gli facciamo svolgere quotidianamente.

Toelettatura

Il pelo riccioluto del Curly Coated Retriever se non curato potrebbe diventare crespo: è bene quindi umidificare leggermente il mantello quando succede.

In generale il pelo ha bisogno di molta cura: per mantenere il mantello in buono stato ed eliminare il pelo morto è necessario spazzolarlo due o tre volte a settimana.

Allevamenti

Come già accennato, il Curly Coated Retriever non è molto conosciuto nel nostro paese e in generale al di fuori del suo paese d’origine.

È importante rivolgersi ad allevatori certificati in Gran Bretagna. Potrebbero trascorrere dei mesi prima di accogliere nella vostra vita un cucciolo di questa razza.

È un cane d’appartamento?

Essendo un cane da lavoro, non ama la vita in appartamento: l’habitat ideale per il Curly Coated Retriever è la campagna, dove può esprimere tutte le sue capacità di cane da caccia e da riporto.

È adatto a dei padroni con uno stile di vita attivo: adora fare esercizio fisico e stare in acqua, quindi è bene portarlo spesso a fare lunghe passeggiate. Se fosse possibile, per questo cane sarebbe perfetto portarlo a fare delle nuotate, che lo renderebbero felicissimo data la sua predisposizione per questo elemento naturale.

È importante ricordate che il Curly Coated Retriever è un cane che si annoia facilmente e non ama stare molto da solo: adora stare in compagnia della sua famiglia e giocare con il padrone e i membri più piccoli del nucleo familiare.

Curiosità

Pare che per creare la razza, siano stati tentati vari incroci con Barboncini, Water Spaniel irlandese, il Terranova e Setter irlandese, fino a riuscire ad avere Curly Coated Retriever.

Questo cane fino durante il 1800 non era molto conosciuto, ma all’inizio del XX secolo cominciò a essere abbastanza popolare. Negli Stati Uniti e nei paesi scandinavi è abbastanza stimato; al di fuori di questi paesi invece non gode di molta popolarità.

Classificazione FCI – n. 110
Gruppo 8 Cani da riporto, cani da cerca e cani d’acqua
Sezione 1 Cani da riporto
Standard n. 110 del 22/01/1999 (en)
Nome originale Curly Coated Retriever
Origine Regno Unito