Icelandic Sheepdog

Icelandic Sheepdog
esemplare di Icelandic sheepdog

Esemplare di Icelandic Sheepdog

Dati generali
Etimologia Nome inglese che ne indica la zona d’origine, l’Islanda, e l’utilizzo principale come cane pastore
Genitori Razza molto antica originaria di Danimarca, Svezia e Norvegia
Presente in natura No
Longevità 12-15 anni
Impieghi Cane da compagnia, cane pastore
Taglia Medio/Piccola

L’Icelandic Sheepdog, in italiano Pastore Islandese, è l’unica razza canina originaria dell’Islanda. Da secoli lavora a fianco dei pastori e li aiuta nella gestione e nella guida del bestiame nei pascoli e nel ritrovamento di animali smarriti.

È un cane da pastore robusto, sveglio e intelligente, raramente aggressivo e con poco istinto per la caccia. È agile, allegro, curioso, amichevole e giocherellone.

Oltre ad essere un ottimo alleato nel lavoro, è un compagno ideale per tutta la famiglia: molto attaccato al suo gruppo sociale, infatti, ama tantissimo i bambini, e grazie alla sua natura di cane instancabile non perde occasione per giocare insieme a loro.

Scheda informativa dell’Icelandic Sheepdog
Anallergico No
Per bambini Una razza perfetta per il rapporto con loro
Per anziani Sì, si adatta molto facilmente ad una vita più tranquilla
Con altri cani Socievole, molto attivo
Con gatti Molto adatto alla coabitazione con loro specie se abituato da piccolo
Rumoroso Molto specie quando conduce il gregge
Sport Esercizi per tenerlo attivo, adatto a molti sport canini

Origini storiche della razza

L’Icelandic Sheepdog è l’unico cane di origine islandese, ed è arrivato sull’isola con i Vichinghi intorno al 900 d.C. Secondo alcuni questa razza è imparentata con il Pastore lappone e con quello della penisola Kamcatka.

A causa delle malattie che arrivavano con i viaggiatori e i coloni, questo esemplare ha rischiato più volte di estinguersi nel corso dei secoli, soprattutto a causa del cimurro e della peste che, nel diciannovesimo secolo, hanno devastato l’isola.

Nel corso dei secoli il Pastore Islandese è diventato un fedele aiutante dell’uomo: si è adattato ai terreni del posto, ai metodi di allevamento e alla lotta per la sopravvivenza delle popolazioni islandesi, diventando di fatto indispensabile per radunare il bestiame.

Ancora a rischio di estinzione nel ventesimo secolo, grazie al lavoro dell’Associazione Allevatori Pastori Islandesi (HRFÍ), fondata nel 1969, la razza è riuscita ad arrivare fino a noi. Dal 2007, l’Icelandic Sheepdog è riconosciuto dalla FCI, ma resta una razza ancora poco diffusa fuori dall’isola.

Prezzo

È molto difficile fare una stima anche approssimativa del prezzo di un cucciolo di Pastore Islandese: per acquistarne uno sarebbe opportuno recarsi nella terra d’origine e nei paesi limitrofi. Purtroppo in Italia questi esemplari sono rarissimi.

Carattere

L’Icelandic Sheepdog è un cane da pastore dal carattere eccezionale: allegro, coccolone, socievole, curioso e sveglio, è un animale che si affeziona tantissimo al suo nucleo familiare, dimostrando il suo lato più tenero, dolce, simpatico e protettivo.

Essendo molto energico e attivo è un compagno di giochi magnifico, ed è per questo che è amatissimo dai bambini, con i quali mostra il suo temperamento gioioso e giocherellone: oltre ad essere un cane da pastore si rivela infatti un perfetto cane di compagnia, molto adatto alla vita in famiglia.

Il suo carattere è talmente buono ed equilibrato che può anche diventare un aiuto prezioso in casi particolari, come il ruolo di cane da terapia.

Per sua natura è un animale molto vigile ma mai aggressivo: con il suo fare bonario riserva sempre un’accoglienza entusiasta ai visitatori. Ovviamente, essendo un cane da pastore, l’Icelandic Sheepdog è un esemplare dalla grande agilità: è rapido e reattivo nei movimenti, è resistente e veloce nella corsa, sempre attento a ciò che lo circonda.

Il Pastore Islandese ama stare al centro dell’attenzione: il suo attaccamento al padrone lo rende estremamente affettuoso e fedele. Essendo un cane particolarmente socievole, non ha problemi con l’adattarsi agli altri animali: va molto d’accordo con i suoi simili, e anche con i gatti, soprattutto se abituato fin da piccolo, non ha problemi.

Ricordiamo che, data la sua natura di cane da pastore, abbaia molto: è una caratteristica che risulta molto utile per riunire o guidare il bestiame al pascolo, sulle montagne o per ritrovare pecore smarrite.

Insomma l’Icelandic Sheepdog è un cane dolce e buono, dal carattere aperto e propositivo: è sempre alla ricerca di una nuova avventura da intraprendere insieme al suo padrone.

Addestramento

Docile ma anche molto intelligente, il Pastore Islandese è capace di capire in fretta cosa ci si aspetta da lui: grazie al suo buon carattere e all’obbedienza che lo caratterizzano è davvero un cane piacevole da allevare.

È perfetto come primo animale domestico: anche chi non ha esperienza con i cani troverà in lui un compagno ideale. Obbediente, socievole, docile e gioioso, l’Icelandic Sheepdog non necessita di un polso eccessivamente fermo: l’importante è che il padrone sia coerente (ma mai aggressivo).

È bene infatti utilizzare un addestramento positivo: adora ricevere qualche leccornia come premio per i suoi buoni comportamenti.

Caratteristiche fisiche

Il Pastore Islandese è un cane di taglia media: nonostante questo ha una costituzione imponente e muscolosa, ma mai tozza. Di profilo ha una silhouette quasi rettangolare ed è più lungo che alto.

Zampe

Le zampe sono dritte, ben tornite e dotate di buona muscolatura, di lunghezza media. I piedi ovali hanno una buona presa sul terreno e gli permettono slancio e velocità nella corsa.

Corpo

L’Icelandic Sheepdog è un cane dalla corporatura media, robusta e solida, molto proporzionata e armonioso, con una muscolatura ben sviluppata che gli conferisce grande agilità: è un cane che riesce a coprire molto terreno senza sforzo.

Peso e altezza

Un maschio adulto raggiunge un’altezza massima da 44 a 48 cm, per un peso che non può andare dai 10 ai 15 kg. Gli esemplari femmine rimangono leggermente più piccole, con un’altezza tra i 40 e i 44 cm, per un peso dai 10 ai 15 kg.

Testa

La testa del Pastore Islandese ha una linea leggera, il muso relativamente corto è dritto e consistente fino al tartufo, proporzionato e nero.

Gli occhi sono piccoli e tondi, posizionati distanti fra loro e non sporgenti, il colore è molto scuro, con un’espressione dolce e curiosa. Le orecchie hanno la forma di triangoli appuntiti che spuntano nella parte più alta del cranio, molto ampie alla base. Vengono portate dritte e tese, molto mobili.

Coda

La coda è inserita alta e ha una lunghezza media, è ampia alla radice ed è completamente rivestita da lunghi e folti peli, viene portata arrotolata sul dorso.

Pelo

Esistono due varietà distinte dal mantello: quello a pelo corto e quello a pelo lungo, in cui il pelo di copertura è, rispettivamente, di lunghezza media oppure più lungo.

In entrambi i casi, il pelo di copertura è abbastanza ruvido, mentre il sottopelo è fitto e morbido. Essendo un cane abituato alle temperature rigide ha un mantello estremamente resistente alle intemperie.

Colori

Il mantello di questo cane può presentarsi fulvo, con gradazioni dal crema al marrone rossastro, ma anche grigio lupo, marrone o nero. Possono esserci macchie bianche sul muso, sul collare, sul petto, sui piedi e sulla coda.

Cuccioli

Come tutti i cuccioli l’Icelandic Sheepdog è un cane giocherellone, amante delle coccole e del contatto umano, caratteristiche che mantiene anche da adulto.

Avendo un temperamento molto attivo è bene cominciare ad educarlo fin da piccolo, per evitare comportamenti troppo esuberanti.

Salute

La salute del pastore islandese è ottima: ha un’aspettativa di vita di 13 anni, non mostra nessuna tendenza ad ammalarsi né patologie congenite: abituato ai climi rigidi del suo paese d’origine è un cane che si ammala raramente.

Ovviamente per questo motivo è meglio moderare le sue attività quando fa troppo caldo: grazie alla sua pelliccia spessa può vivere all’esterno in ogni stagione perché sopporta bene il freddo.

Indicazioni sull’alimentazione

Per questo cane è importante adottare una alimentazione sana e ben bilanciata: non è un cane che tende al sovrappeso perché la sua grande energia gli permette di mantenersi in forma. È amante del pesce, che può essere integrato nella sua dieta.

Toelettatura

Il pelo del Pastore Islandese, che sia lungo o corto, ha bisogno di essere spazzolato regolarmente, anche un paio di volte a settimana, in modo che rimanga bello e lucente, specialmente durante il periodo di muta.

Allevamenti

L’Icelandic Sheepdog nel nostro paese è un cane quasi sconosciuto. Sono davvero pochissimi in Italia gli esemplari registrati all’ENCI.

La razza è ben allevata in Islanda, in Danimarca e in altri paesi nordici, Svezia, Norvegia e Finlandia. Negli ultimi anni si sono diffusi degli allevamenti anche in Germania, Olanda, Svizzera, Austria, Francia e Polonia.

Ovviamente, quando si decide di adottare un cane, a maggior ragione se da un allevamento, è sempre bene rivolgersi a strutture certificate.

Queste possono dare tutte le indicazioni corrette sulla purezza della razza, lo stato di salute e tante altre informazioni fondamentali per il cucciolo che decidiamo di prendere.

È un cane d’appartamento?

Nonostante la sua capacità di adattamento e l’attaccamento al nucleo familiare, la vita in appartamento non è adatta per il Pastore Islandese: è un cane da pastore, abituato a correre e a stare all’aria aperta.

È un cane dinamico, sportivo, curioso e vivace, che ha bisogno di molto movimento, di lunghe passeggiate e di ampi spazi per correre e giocare.

Come già accennato, è un cane che abbaia molto e che deve essere libero di stare all’aria aperta per essere felice: gli occorrono sessioni di gioco continue per potersi sfogare, meglio ancora se condivise con il suo padrone, con cui ama condividere il tempo.

Curiosità

Il Pastore Islandese non ha mai avuto grande popolarità nel suo paese d’origine, questo a causa di una legge islandese che sosteneva che non si potessero tenere animali domestici: è rimasta infatti per tantissimi anni una razza praticamente sconosciuta.

È una razza davvero antichissima: degli scheletri ritrovati in Danimarca, Svezia e Norvegia e risalenti all’età della pietra, mostrano infatti grandi somiglianze con il Pastore Islandese contemporaneo.

Classificazione FCI – n. 289
Gruppo 5 Cani tipo Spitz e tipo primitivo
Sezione 3 Cani nordici da guardia e da pastore
Standard n. 289
Origine Islanda