Korean Mastiff

Korean Mastiff
esemplare di Korean Mastiff

Esemplare di Korean Mastiff

Dati generali
Etimologia Nome che indica l’area d’origine, la Corea del Sud, e la tipologia, Mastino
Genitori Probabile autoctono coreano
Presente in natura No
Longevità 7-12 anni
Impieghi Cane da compagnia
Taglia Grande

Il Korean Mastiff è un cane di razza gigante, che come suggerisce il nome, ha origine in Corea, precisamente in Corea del sud.

Scheda informativa del Korean Mastiff
Anallergico No
Per bambini Sì, facendo attenzione alla grossa stazza, a parte questo risulta un cane molto docile
Per anziani Sì, data la sua docilità ma ha bisogno di spazio per via delle dimensioni
Con altri cani Socievole, molto docile di norma
Con gatti Tollerante: mai aggressivo con loro
Rumoroso Moderatamente
Sport Esercizi per tenerlo attivo, che contrastino la sedentarietà

Origini storiche della razza

Le attestazioni sulle origini del Korean Mastiff sono frammentarie e per nulla lineari; si sa che le prime fonti risalgono alla fine del 1800, quando alcune razze di cani di origine europea (come il Mastino Napoletano e il Dogue de Bordeaux) e alcune di origine cinese (come il Tosa Inu) furono incrociate, dando vita a una razza, che con il tempo si è rivelata quella che conosciamo adesso, con il nome di Korean Mastiff. Questi cani insomma non sono frutto di un singolo incrocio, ma di una serie di incroci avvenuti in un lasso temporale abbastanza lungo.

Prezzo

Risulta impossibile stimare un prezzo per un esemplare di questa razza, perché è quasi sconosciuto nel nostro Paese e spesso, a rigor di logica, viene confuso per un Mastino napoletano.

Carattere

Quando le dimensioni non fanno paura! Questi cani giganti potrebbero incutere paura, se ci si basa solo sulle dimensioni; in realtà sono dei coccoloni, amano rilassarsi soprattutto con i membri della propria famiglia e sono anche molto pigri. Il problema potrebbe sussistere con gli estranei, per cui provano una forte diffidenza, legata soprattutto al fatto che sono molto gelosi e protettivi nei confronti dei membri della propria famiglia.

Addestramento

Addestrare un Korean Mastiff non è particolarmente difficile anche se potrebbe sembrare il contrario; questi cani sono molto ubbidienti e amano rendere felice il proprio padrone; queste caratteristiche e il loro temperamento molto dolce, rende l’addestramento veramente semplice e anche parecchio divertente.

Solitamente, durante questa fase, si tende a dare ai pelosi degli snack premio o dei biscotti per cani, utili per aumentare il loro rinforzo positivo e a renderli più inclini ad imparare nuove cose; con loro però è necessario non esagerare, sono cani molto pigri e molto golosi e somministrare loro troppi dolcetti potrebbe farli solo ingrassare inutilmente.

Caratteristiche fisiche

Questo cane ha una conformazione davvero massiccia, circoscrivibile all’interno di un rettangolo. Sono cani dotato di una muscolatura davvero pesante e sollevare anche un solo arto risulta davvero difficile.

Zampe

Le zampe del Korean Mastiff sono davvero massicce e pensanti; per quanto riguarda gli arti posteriori, questi risultano ben dritti, con i gomiti che aderiscono perfettamente al corpo; per quanto concerne invece le zampe posteriori, è possibile affermare che anche queste sono ben dritte e le cosce sono davvero larghe e potenti. I piedi sia anteriori che posteriori sono ben larghi e riescono ad aderire bene sul terreno, donando quindi stabilità al cane.

Corpo

All’apparenza sembra un Mastino napoletano, anche rispetto al Mastino napoletano, il Korean Mastiff è decisamente più grosso e massiccio e con la pelle decisamente più spessa.

Peso e altezza

Per quanto riguarda l’altezza, quelle delle femmine si aggira tra i 59 e 68 cm, mentre quella dei maschi oscilla tra i 64 e i 76 cm. Per quanto riguarda invece il peso, quelle delle femmine oscilla tra i 65 e i 74 kg, mentre quello dei maschi tra i 72 e gli 84 kg.

Testa

La testa è larga, ampia e tendente alla rotondità, sono presenti diverse pieghe sul volto; ila bocca è molto larga e il naso risulta decisamente schiacciato e le orecchie sono molto larghe, pendenti e aderiscono perfettamente alla testa.

Coda

La coda presenta un’attaccatura alta e come il resto del corpo è spessa e di grosse dimensioni; questa è mediamente lunga e tende a stare a penzoloni.

Pelo

Il pelo è molto corto, quasi raso in tutto il corpo, il sottopelo è altrettanto corto e liscio; questi quindi permettono al cane di sopportare meglio le basse o le alte temperature.

Colori

È possibile trovare questi cani nelle seguenti colorazioni: color cioccolato, mogano e rosso; è anche accettata la presenza di una macchia di colore bianco sul petto.

Cuccioli

Ogni cucciolata può essere forma da 4 –6 cuccioli; questi cuccioli, come tutti i cuccioli necessitano di costanti attenzioni e necessitano di una socializzazione precoce per evitare che possano crescere diffidenti nei confronti di tutti.

Salute

Questi cani sono particolarmente resistenti, tuttavia possono incombere in alcuni problemi di salute; questi includono l’occhio a ciliegia, che necessita di essere rimossa e sono molto inclini all’obesità canina e al gonfiore. Altre malattie possono riguardare la funzione articolare, come la displasia dell’anca e del gomito. La loro stima di vita si aggira tra gli 8 e i 12 anni.

Indicazioni sull’alimentazione

L’alimentazione necessita di particolare attenzione; è necessario che questi cani non mangino molto, sono consigliabili due o tre pasti al giorno ma con porzioni di cibo davvero irrisorie, perché visto che sono anche molto pigri, non si muovono e non riescono a smaltire correttamente.

Possono mangiare sia cibo secco che cibo cucinato appositamente in casa, l’importante è che gli ingredienti siano di alta qualità e che non si esageri con i carboidrati e i cereali in generale. In ogni caso è necessario avvalersi del supporto del veterinario che potrà stilare una dieta specifica, prendendo in considerazione una serie di fattori del cane, quali età, peso, stile di vita e quadro clinico.

Toelettatura

La manutenzione del pelo non richiede particolari sforzi, come tutti i cani questo tende a cadere durante le stagioni delle mute, ovvero in primavera e in autunno. Risulta bastevole un paio di settimane al mese con una spazzola a setole morbide; il bagno può essere fatto ogni volta che risulta necessario. Per mantenere il pelo lucido è consigliabile riuscire ad inumidire un panno e passarlo sul pelo appena spazzolato; è consigliabile prestare attenzione alla cura delle unghie, degli occhi (in particolar modo) e delle orecchie.

Allevamenti

Sul sito Enci non risultano in Italia allevamenti che si occupano di questa razza.

È un cane d’appartamento?

Il Korean Mastiff in realtà potrebbe essere un perfetto cane d’appartamento, a patto e condizione che l’appartamento sia abbastanza grande da contenere un cane di questa stazza, senza farlo soffrire e con la possibilità di dedicargli uno spazio interamente per lui. Sono cani che amano poltrire, ma possono anche essere parecchio dannosi, non di certo per il carattere, ma per la stazza.

Curiosità

È una delle razze canine più grandi provenienti dalla Corea e anche molto rara, tanto che l’attore indiano Satish S decise di acquistarne due esemplari al prezzo di 10.000.000 Rupie Indiane l’uno, corrispondenti a circa 120.000€