Laika della Siberia Orientale

Laika della Siberia Orientale
Laika della Siberia Orientale

Esemplare di Laika della Siberia Orientale

Dati generali
Etimologia Nome che indica l’area di origine, la Siberia, mentre Laika deriva dal russo Лайка (traslitterato Lajka) che significa “Piccolo abbaiatore”
Genitori Nasce dall’incrocio di diverse razze Laika, Ewenkien, Lamutslen, dell’Amur e altre
Presente in natura No
Longevità 12-14 anni
Impieghi Cane da tiro, cane da pastore
Taglia Media

Il Laika della Siberia orientale è un cane da caccia di tipo spitz di taglia medio – grande, proveniente dalla Russia, più precisamente dalla Siberia a est del fiume Yenisei.

Scheda informativa del Laika della Siberia Orientale
Anallergico No
Per bambini Sì, li amerà molto, è una razza molto affettuosa e protettiva
Per anziani No, per il bisogno di esercizio
Con altri cani Socievole, soprattutto se abituato da cucciolo
Con gatti Tenderà a cacciarli dato il suo spiccato istinto predatorio
Rumoroso Abbaia molto
Sport Continua attività fisica e passeggiate

Origini storiche della razza

Il Laika della Siberia orientale è nato dall’unione di diverse varietà di Laika, come Ewenkien, Lamutslen e Amur, proveniente dalle regioni della Siberia orientale e dell’estremo Oriente. A differenza del Laika della Siberia occidentale, questa razza risulta del tutto sconosciuta oltre i confini russi. Tra i propri antenati questi cani possono vantare antenati di origine cinese e giapponese.

Prezzo

Risulta impossibile stimare una cifra per un esemplare di questa razza, visto che in Italia questi cani non sono famosi. In ogni caso la cifra dei Laika della Siberia orientale è una cifra che anche in Russia non è considerata bassa proprio perché questi cani sono particolarmente rari anche nelle zone geografiche di origine.

Carattere

Il carattere dei cani di questa razza solitamente è un carattere molto mite; sono cani molto equilibrati e sono dotati di tantissima energia. La loro caratteristica principale è l’olfatto e grazie a questo senso molto sviluppato, riescono ad intercettare la preda anche a metri di distanza. Questa caratteristica rende questi cani degli egregi cacciatori e questa loro predisposizione alla caccia non rende questi cani in grado di condividere lo stesso ambiente con un altro animale. Sono amorevoli con i propri padroni, ma provano particolare diffidenza con gli estranei; amano farsi compiacere, soprattutto dai loro padroni. Non tendono ad abbaiare tranne in casi dove risulta particolarmente necessario attirare l’attenzione del proprio padrone. Sono abituali alle basse temperature, ma non tollerano molto le temperature più calde.

Per quanto invece riguarda i bambini, i Laika della Siberia orientale non sono cani aggressivi e possono stare tranquillamente in compagnia dei piccoli umani, a patto e condizione che venga eseguito un corretto addestramento e che i pelosi vengano addestrati adeguatamente alla socializzazione. Inoltre è preferibile che i bambini, soprattutto quelli più piccoli non vengano lasciati da soli con il cane, non perché il cane tende ad aggredire, ma perché il loro impeto eccessivamente irruento potrebbe, non intenzionalmente, arrecare danno al bambino.

Addestramento

Questa razza è parecchio dominante ed indipendente ed è necessario che l’addestramento sia fatto in maniera efficace; i Laika della Siberia orientale richiedono quindi padroni esperti di cane e non principianti o padroni che non hanno mai avuto cani prima. È possibile utilizzare degli snack premio per incentivare il rinforzo positivo del cane e per riuscire a fargli apprendere ed eseguire gli esercizi in maniera più rapida.

Caratteristiche fisiche

Il Laika della Siberia orientale è un cane di costituzione robusta, ha un’ossatura solida e ha un corpo parecchio muscoloso. Eccellono in particolar modo negli sport canini, come nel tiro con la carrozza, negli sport di agilità e nelle prove di ubbidienza; inoltre questi cani sono così forti da riuscire a distruggere le recinzioni che li separano dal resto della strada e per questo è fondamentale applicare delle recinzioni molto robuste per evitare che questi cani possano fuggire spinti dall’istinto di caccia.

Zampe

Le zampe sono parecchio forti e robuste; quelle anteriori sono dritte e parallele e hanno una lunghezza superiore rispetto all’altezza del garrese (il garrese è il punto più alto della schiena del cane e metro di misura per vedere l’altezza di un cane). Il metacarpo risulta elastico e le ossa sono forti; per quanto riguarda le zampe posteriori, queste risultano ben definite e parecchio muscolose. I piedi sembrano quasi rotondi, le dita sono strette, i cuscinetti sono spessi e le unghie nere. Tutte queste caratteristiche permettono al Laika della Siberia orientale di assumere dei movimenti simili al galoppo e al trotto.

Corpo

Come accennato, il corpo è robusto e il collo è muscoloso e tendente ad un rettangolo; attraverso la loro corporatura sono in grado di resistere più facilmente, rispetto ad altre razze, alle intemperie e ad essere eccellenti cani nei giochi e negli sport. Ogni parte del corpo è equilibrata a tal punto da rendere questi cani anche particolarmente eleganti.

Peso e altezza

Per quanto riguarda il peso, il Laika della Siberia orientale sia maschio che femmina possono pesare dai 20 ai 30kg, mentre l’altezza varia; infatti i maschi possono essere alti dai 57 ai 64 cm, mentre l’altezza delle femmine si aggira tra i 53 e i 60 cm.

Testa

Il cranio del Laika della Siberia orientale è leggermente conico, la testa è sottile ma ben proporzionata al resto del corpo e tende ad assumere le forme di un triangolo equilatero; gli occhi non sono esageratamente grandi, ovali e allo stesso tempo obliqui. Le orecchie sono dritte e a forma triangolare. Il naso è nero, ma nei cani di colore bianco è consentito anche il naso di colore marrone.

Coda

La coda è dritta e leggermente tendente verso l’avanti, può risultare arricciata sulla schiena ed è dotata di folto pelo.

Pelo

Il pelo del Laika della Siberia orientale è composto da un doppio strato; quello più esterno è liscio, denso e duro allo stesso tempo, mentre quello interno è decisamente più morbido, abbondante e ruvido. Sulla testa e sulle orecchie i peli risultano più corti e più folti, mentre sulle spalle e sul collo i peli risultano essere più lunghi. Il doppio strato di pelo permette al cane di resistere alle temperature particolarmente fredde all’umidità.

Colori

Il colore del pelo di questa razza di solito è grigio, rosso o tendente al fulvo, anche se sono presenti sfumare di colore marrone o rossiccio. Il bianco e il pezzato sono colori comunque accettati e non risultano quindi essere difetti della razza.

Cuccioli

Ogni cucciola di Laika della Siberia orientale è composta generalmente da 6 a 10 cuccioli e ciò denota quindi una cucciolata davvero grande. I cuccioli necessitano di parecchia socializzazione e di parecchio addestramento, soprattutto durante le prime settimane di vita per evitare che questi possano prendere il sopravvento sul proprio padrone e per evitare che questi possano diventare troppo indipendenti e sfuggire alle richieste del padrone. Sono cani parecchio intelligenti anche da cuccioli e l’addestramento non richiede parecchi sforzi.

Salute

Il Laika della Siberia orientale ha particolari problemi di salute e questi sono cani tuttavia abbastanza sani e resistenti. Anche se sono cani particolarmente resistenti, anche loro possono incombere in diversi problemi soprattutto dal punto di vista articolatorio con la displasia dell’anca (condizione che a lungo termine e senza cure approfondite risulta essere invalidante), displasia del gomito e altri problemi articolatori. Ulteriori difficoltà dal punto di vista sanitario riguardano il monorchidismo (ovvero la presenza di un solo testicolo) ed allergie; solo in alcuni esemplari è stato diagnosticato un problema di epilessia. In ogni caso questi cani sono abbastanza resistenti e la loro speranza di vita si aggira tra i 12 e i 15 anni.

Indicazioni sull’alimentazione

Questi cani di stazza media necessitano di un’alimentazione che richiede cibi di alta qualità e le quantità devono essere proporzionate alla loro stazza. È consigliabile somministrare due tazze di cibo per ogni pasto; in alternativa, se si dovesse preferire un’alimentazione di tipo casalingo, è possibile somministrare al cane sia la carne (bianca e rossa) che il pesce, ma tutto deve essere rigorosamente cotto. I Laika della Siberia orientale possono pure mangiare altri alimenti come la frutta e la verdura; è tuttavia importante limitare il consumo di carboidrati, per evitare che questi cani possano incombere in problemi di obesità canina.

Toelettatura

I Laika della Siberia orientale non necessitano di particolari accorgimenti per quanto riguarda il pelo; risulta bastevole spazzolare il pelo una volta ogni due settimane o anche una volta al mese e potete effettuare i lavaggi anche una volta ogni due mesi; tuttavia è importante che lo shampoo utilizzato non sia aggressivo o troppo pesante e che il cane venga asciugato con estrema attenzione. Inoltre è necessario che le unghie vengano tagliate ogni qualvolta queste risultano essere particolarmente lunghe; il pelo presente tra le dita necessita di essere tagliato ogni 2-3 settimane per evitare che possano subentrare dei fastidi ai piedi. È importante anche mantenere puliti sia gli occhi che le orecchie per evitare che possano presentarsi problemi legati all’udito o alla vista.

Allevamenti

Dal sito dell’Enci non risultano presenti in Italia allevamenti di Laika della Siberia orientale.

È un cane d’appartamento?

Tendenzialmente i Laika della Siberia orientale non sono cani possono vivere all’interno di un appartamento; hanno bisogno di spazi ampi per riuscire a sfogarsi e a correre liberamente. È bene tenere a mente che questi sono cani da caccia e da guardia e mal volentieri tollerano gli spazi chiusi dove potrebbero perfino sentirsi oppressi e causare danni legati alla troppa iperattività.

Curiosità

Nel 1947 il Laika della Siberia orientale fu riconosciuta a tutti gli effetti come razza; nel 1949 fu pubblicato uno standard provvisorio, ma solo nel 1981 fu approvato lo standard definitivo. Questi cani hanno rischiato l’estinzione e tra il 1930 e il 1950 è stato effettuato un programma di allevamento controllato con lo scopo di riuscire a salvare questa razza. Dopo diversi anni il numero degli esemplari è aumentato, ma in ogni caso il numero non risulta un numero così ampio rispetto ad altre razze canine e proprio per questo è considerata una razza rara.

Classificazione FCI – n. 305
Gruppo 5 Cani tipo Spitz e tipo primitivo
Sezione 2A Cani nordici da caccia
Standard n. 305 del 02/03/2011 (en)
Nome originale Vostotchno-Sibirskaïa Laïka
Origine Russia