Laika Russo-Europeo

Laika Russo-Europeo

Esemplare di Laika Russo-Europeo

Dati generali
Etimologia Nome che indica l’area di origine, la Russia Europea, mentre Laika deriva dal russo Лайка (traslitterato Lajka) che significa “Piccolo abbaiatore”
Genitori Laika Cereliano x Cane da Pastore Utchaco
Presente in natura No
Longevità 10-12 anni
Impieghi Cane da caccia, cane da guardia
Taglia Media

Il Laika Russo Europeo è un cane nordico, impiegato principalmente come valente aiutante nelle battute di caccia. Infatti, è molto versatile e si adatta a qualsiasi tipo di inseguimento.

Si tratta anche di un ottimo cane da guardia. Non è una razza particolarmente nota nel nostro paese, per questo motivo è difficile trovarne esemplari da acquistare o da prendere in adozione.

Scheda informativa del Laika Russo-Europeo
Anallergico No
Per bambini Sì, ama stare con i bambini ma preferisce quelli all’interno della sua famiglia
Per anziani No, per il bisogno di esercizio
Con altri cani Socievole, se cresciuto con loro
Con gatti Meglio evitarne il rapporto, è forte l’istinto del cacciatore
Rumoroso Abbaia molto
Sport Esercizi per tenere attivi mente, olfatto e fisico

Origini storiche della razza

Il Laika Russo Europeo ha origini settecentesche nelle terre dure e desolate della Finlandia e della Russia. Gli esperti dicono che derivi dall’incrocio tra il Laika Cereliano e il Cane da Pastore Utchaco. Ha qualcosa in comune anche con il Cane da orso della Carelia.

Ad oggi, si tratta di un esemplare ancora molto diffuso in tutta la Russia, e anche fuori dalle regioni di origine. Da molti anni viene allevato in grandi centri, ma in Italia non ce ne sono di certificati.

Prezzo

Il prezzo di un cucciolo di Laika Russo Europeo non è di facile individuazione per i motivi appena affrontati: non se ne può fare nemmeno una stima approssimativa. Il nostro consiglio è di contattare direttamente gli allevamenti certificati in Russia: solo andando alla fonte si possono avere informazioni precise, con incluse le eventuali spese di trasporto nel nostro Paese.

Per quanto riguarda il budget medio mensile per soddisfare le esigenze di un cane di queste dimensioni, sono sufficienti circa 40 € al mese.

Carattere

Possiede un temperamento energico e attivo, ma anche senza paura: si tratta di una razza dall’indomito coraggio. Mantiene sempre una grande freddezza mentale, la lucidità necessaria per affrontare qualsiasi situazione, durante una battuta di caccia ma non solo.

Non è la soluzione ideale se si sta cercando un cane da compagnia, da introdurre in famiglia. Ha ereditato il carattere dal Cane da Pastore Utchaco, uno dei suoi antenati. La sua più grande peculiarità, e la ragione per cui è tanto apprezzato tra gli appassionati delle arti venatorie? Il suo incredibile senso dell’orientamento.

Può sostenere le assenze di chi considera il padrone, il ‘capo branco’, ma non devono essere prolungate e, soprattutto, il cane deve essere sempre messo nelle condizioni di potersi sfogare e di incanalare correttamente le proprie energie.

Addestramento

La socializzazione del Laika Russo Europeo richiede tanta pazienza, mista a fermezza e dolcezza. Non è un esemplare particolarmente testardo o difficile da gestre, ma la sua indole particolarmente indipendente può non rendere semplicissimo l’addestramento.

Inoltre si tratta di un amico a quattro zampe che tende ad annoiarsi dopo poco tempo. Ha bisogno di un proprietario esperto e che dimostri creatività e spirito di iniziativa. Questo anche e soprattutto durante le sessioni di addestramento che, lo ricordiamo, non devono durare più di venti minuti ciascuna. Infine devono essere svolte all’insegna del relax e del divertimento, e includere sempre il rinforzo positivo.

Caratteristiche fisiche

Si tratta di un cane di taglia media. Uno dei suoi tratti distintivi è il fisico asciutto, ma robusto. La struttura ossea è solida, accompagnata da una muscolatura molto sviluppata e prestante: perfetta per sopportare senza alcun problema una intera battuta di caccia.

Gli occhi sono piccoli, ovali e obliqui; le orecchie dritte, mobili, dall’estremità appuntita; la coda, a forma di falce o arrotondata, è portata sul retro o sulla parte posteriore della coscia: tutti questi dettagli lo rendono estremamente riconoscibile.

Peso e altezza

Questi aspetti possono variare in base al sesso dell’esemplare in questione. E comunque non va mai dimenticato che si tratta di indicazioni di massima.

La femmina pesa ed è alta generalmente un po’ meno rispetto al maschio: tra i 48 e i 54 centimetri al garrese e tra i 18 e i 28 chili. Il maschio è alto tra i 52 e i 58 centimetri, pesa tra i 20 e 30 chili.

Zampe

Per rispettare gli standard di razza il Laika Russo Europeo deve avere degli arti anteriori dritti. Il metacarpo non risulta particolarmente lungo ed è moderatamente inclinato.

Gli arti posteriori sono forti e presentano una buona angolazione del garretto. Gli speroni sono da eliminare. La gamba è molto lunga; il metatarso praticamente verticale.

Le zampe risultano essere ovali, con delle dita forti e ben serrate. La muscolatura è ben sviluppata e la sua andatura preferita è il galoppo, che alterna al trotto corto.

Corpo

Il dorso, in genere, appare solido e muscoloso. La groppa è larga, non eccessivamente lunga e leggermente obliqua.

La regione lombare risulta corta, e un po’ convessa. Il petto è ben sviluppato e sufficientemente disceso. La linea inferiore presenta un addome nettamente rialzato.

Testa

La testa non è troppo grossa e risulta proporzionata al resto del corpo. La forma del cranio è simile a quella di un triangolo isoscele.

Il muso asciutto è affilato; il tartufo generalmente è nero e molto ampio.

Le labbra sono ben aderenti; i denti invece sono forti, bianchi e con un’articolazione a forbice. Il collo è sufficientemente muscoloso e robusto.

Gli occhi, una peculiarità già precedentemente descritta, non risultano grandi; sono invece ovali, obliqui, scuri.

Le orecchie appaiono dritte, mobili; con l’estremità a punta.

Coda

La coda è anch’essa altamente riconoscibile: a forma di falcetto oppure arrotolata, è portata sul dorso o sulla parte posteriore delle cosce.

Pelo

Il pelo risulta essere duro, dritto, con sottopelo molto sviluppato. E necessita di una cura non troppo complessa, ma regolare.

Colori

I colori ammessi nel caso del Laika Russo Europeo sono: il nero, il grigio, il bianco, un particolarissimo sale e pepe. Inoltre, questo cane può essere scuro con macchie bianche o, al contrario, bianco con macchie scure. Un manto rosso con macchie sugli arti non è auspicabile, se si devono rispettare gli standard di razza.

Cuccioli

I cuccioli mostrano, fin dalle prime settimane di vita, il temperamento e le peculiarità tipiche del segugio fuoriclasse. Visto l’impiego a cui generalmente sono destinati, la socializzazione precoce è altamente consigliata.

Inoltre, la loro tendenza a proteggere la casa e le persone che considerano famiglia, se non viene mitigata nei giusti tempi e modi, può rivelarsi un’arma a doppio taglio: tradursi in aggressività difficile da gestire quando ci sono ospiti in casa.

Salute

Il Laika Russo Europeo ha un aspettativa di vita, in media, di circa 11 anni. Come tutti gli esemplari nordici e abituati alle basse temperature e a una natura ostile, è particolarmente robusto, rustico.

Un riparo al fresco nei mesi estivi e acqua abbondante (tutto l’anno) devono essere una priorità per chi se ne prende cura quotidianamente. Il mantello particolarmente spesso gli serve per proteggersi dal clima ostile delle sue terre d’origine.

Essendo una razza molto attiva ed energica, non ha problemi di sovrappeso e, in generale, non ha particolari predisposizioni a determinate patologie.

Indicazioni sull’alimentazione

Come tutti gli amici a quattro zampe necessita di una dieta sana ed equilibrata. Visto dove vive e la sua attitudine alla caccia, per lui è meglio una alimentazione tradizionale, basata su prodotti di altissima qualità: ovvero carne, verdure e carboidrati.

Circa le quantità consentite, bisogna fare sempre riferimento allo stile di vita e al parere del veterinario di fiducia, che conosce pregressi clinici eventuali e caratteristiche di razza a menadito.

Toelettatura

Il mantello del Laika Russo Europeo deve essere curato con regolarità: tuttavia una spazzolata a settimana è sufficiente. L’importante, anche in base a quanto sta all’aperto, è controllare che non si annidino parassiti e insetti.

La perdita del pelo è notevole, soprattutto durante il periodo della muta, due volte all’anno: in primavera e in autunno.

Allevamenti

Il codice che gli ha assegnato la Federazione Cinofila Internazionale è 304. L’Enci, invece, lo ha inserito nel Gruppo 5 (Cani tipo Spitz e tipo Primitivo), Sezione 2A (Cani Nordici da Caccia).

Dalla pressoché inesistente diffusione sul territorio nazionale, e non solo, ne deriva una totale assenza di allevamenti riconosciuti in Italia.

Chiunque sia realmente interessato all’acquisto di un esemplare di questa razza, può sempre rivolgersi ai centri ufficiali di Russia e Finlandia. Solo loro possono dare informazioni realistiche e precise sui costi, compresi di eventuale trasporto in Italia. Non bisogna mai dimenticare di chiedere la certificazione che ne attesti la purezza, il cosiddetto pedigree.

È un cane d’appartamento?

Il Laika Russo Europeo non è certo quello che si definisce un cane da appartamento, né è fatto per vivere nel clima tipico di una città. Perché stia bene e dia il meglio di sé, deve stare in aperta campagna.

Ha, infatti, un temperamento molto attivo. Vuole correre costantemente e non si stanca mai. Annusare e valutare l’ambiente circostante sono i suoi passatempi preferiti.
Insomma, bisogna garantirgli di potere incanalare la propria energia correttamente, sia fisica che mentale. In ultimo, ma non per importanza, non dimentichiamo mai di stimolargli l’olfatto.

Un padrone non sportivo e non all’altezza delle sue necessità lo renderebbe davvero infelice. Prima di procedere con l’adozione, questo è un aspetto da valutare attentamente.

Non essendo molto socievole con le persone che non conosce, questo cane non è il miglior compagno di viaggio che ci sia, soprattutto in luoghi ristretti come i trasporti pubblici.

Curiosità

È un esemplare che non ci pensa due volte prima di affrontare animali molto più grandi di lui, pur mantenendo la calma e dimostrando un grande coraggio. Evita gli attacchi dei suoi avversari usando l’astuzia e mettendo in pratica una tecnica di finte, salti e giravolte.

Classificazione FCI – n. 304
Gruppo 5 Cani tipo Spitz e tipo primitivo
Sezione 2A Cani nordici da caccia
Standard n. 304 del 02/03/2011 (en)
Nome originale Russko-Evropeïskaïa Laïka
Origine Russia