Landseer

Landseer
esemplari di Landseer nel bosco

Esemplari di Landseer

Dati generali
Etimologia Il suo nome lo deve al pittore Edwin Landseer, che in alcune delle sue opere lo ritrasse
Genitori Probabile autoctono della Scandinavia
Presente in natura No
Longevità 7-9 anni
Impieghi Cane da compagnia, cane da guardia
Taglia Grande

Le sue origini sono ancora contese tra due paesi e non vi è una risposta certa a riguardo. Il Landseer, molto simile al Terranova è un cane che pian piano sta raccogliendo consensi ed apprezzamenti. Bisognoso di grandi spazi aperti in cui muoversi, è un tenerone soprattutto con i più piccoli che lo adorano.

Scheda informativa del Landseer
Anallergico No
Per bambini Sì, apprezza molto la loro compagnia
Per anziani No, per il bisogno di esercizio e la taglia
Con altri cani Socievole, ma consigliati incontri graduali e regolari per abituarlo
Con gatti Può viverci tranquillamente se cresciuti insieme
Rumoroso Moderatamente
Sport Esercizi per tenerlo attivo, che contrastino la sedentarietà

ORIGINI STORICHE DELLA RAZZA

L’origine della razza Landseer è ancora contesa tra due luoghi differenti. Alcune fonti giunte a noi ci indicano che gli esemplari provengano dalle lande norvegesi, altre invece affermano che la loro origine sia localizzata nel nord-est americano, con un arrivo in Europa nel XVIII secolo. Se sia norvegese o americano, non è ancora chiaro. Il Landseer è considerato una varietà di Terranova che prende il nome da colui che lo selezionò nel XIX secolo: Sir Landseer. Quest’ultimo sembra essere il primo pittore ad averlo dipinto e ad aver reso noto il suo mix di colore bianco e nero.

Il Landseer è stato sempre considerato un cane molto coraggioso, furbo ed intelligente. Per questa sue qualità, alle origini, fu selezionato per svolgere il ruolo di cane da guardia.

PREZZO

Il prezzo di un esemplare di Landseer fornito di certificazioni circa le condizioni della sua salute e dell’originalità della razza è di circa 800 euro. La cifra è approssimativa in quanto in Italia la razza è davvero rara e non è possibile stabilirne uno ufficiale. È comunque sempre sconsigliata la vendita privata perché potrebbe riguardare un cucciolo che non è di razza pura e che non gode di buona salute. Il consiglio è quello di rivolgersi all’ ENCI,che può stabilire contatti con la maggior parte degli allevamenti esteri riconosciuti.

CARATTERE

Il Landseer, nonostante venga associato al Terranova, ha un carattere abbastanza diverso. È un cane che si adatta ad ogni circostanza e ad ogni ambiente in cui lo si porti: è infatti molto forte, ama stare in acqua ed è resistente al punto di non soffrire se esposto a temperature che vanno al di sotto dello zero. È inoltre in grado di orientarsi abbastanza bene all’interno dei boschi, anche in inverno. Dalla grossa mole potrebbe non sembrarlo, ma è anche un cane affettuoso e amante delle coccole, soprattutto in presenza dei bambini che lo vedono come un grande pupazzo. È, tra l’altro, calmo e abbastanza dormiglione al punto che a volte ci si dimentica di averlo in casa.

Mostra un po’ di diffidenza soltanto nei confronti degli estranei, ma questo è da attribuire all’indole che gli ha rilasciato il suo ruolo secolare di guardiano.

ADDESTRAMENTO

Il Landseer è un cane calmo e pacato e non mostra segni di aggressività. Per questo motivo raramente si ribella all’addestramento. Il suo problema è un altro: la pigrizia. L’esemplare, infatti, non disdegna pisolini e divani in cui poltrire. Per poterlo addestrare è necessario riuscire a catturare il suo interesse. Una volta trovato il giusto approccio, non sono rilevate particolari difficoltà. Una volta educato, tra l’altro, tende sempre ad ascoltare il proprio padrone senza esitazione alcuna.

CARATTERISTICHE FISICHE

Il Landseer è senza dubbio un esemplare che rientra tra le razze di taglia grande. Per quanto riguarda le dimensioni, variano leggermente in base al sesso del cane. Le femmine, solitamente, sono un po’ più piccole.

Se mantenuto bene e in buone condizioni di salute, il Landseer ha una vita media di circa 12 anni.

ZAMPE

Le zampe del Landseer godono di una notevole robustezza e di fasce muscolari ben sviluppate che avvolgono un’altrettanta resistente struttura ossea. Sia gli arti anteriori che posteriori sono dritti da tutte le prospettive e hanno una forma tale che gli permetta il libero movimento.

CORPO

Il corpo dell’esemplare mostra curve armoniose e dimensioni ben proporzionate. È robusto, resistente e in grado di proteggersi dalle condizioni climatiche più rigide.

PESO E ALTEZZA

Per quanto riguarda il peso e l’altezza del Landseer, vengono notate delle lievi differenze tra gli esemplari maschi e quelli femmine. Un maschio può essere alto dai 72 agli 80 cm e avere un peso che arriva ai 68 kg. Una femmina, invece, ha un’altezza compresa tra i 67 e i 72 cm e un peso che varia dai 45 ai 54 kg.

TESTA

Il cranio dell’esemplare è largo e massiccio. All’esterno appare ricoperto di uno spesso strato di pelo corto e fine. Il suo muso è ben proporzionato alla grandezza della testa e termina con un tartufo tipicamente di colore nero. Gli occhi si presentano di grandezza media, con una forma che tende alla mandorla e un colore scuro. Le orecchie sono tendenzialmente di forma triangolare, ma con la punta inferiore arrotondata.

CODA

La coda del Landseer è forte e ricoperta di pelo abbastanza folto. Solitamente, quando il cane è a riposo, tende a non superare la linea del garretto e ad essere direzionata verso il basso. Se invece il cane è in movimento o in uno stato di eccitazione, la porta allungata, in linea con il garretto e lievemente direzionata verso l’alto.

PELO

Il pelo del Landseer è lungo e folto. Il cane è anche fornito di uno spesso e folto sottopelo. La consistenza del suo mantello fa si che il cane riesca a non soffrire anche con temperature rigide che scendono sotto lo zero.

COLORI

Il colore tipico del Landseer prevede una prevalenza di bianco, con chiazze nere lungo il tronco. Per gli standard ufficiali, il collo, la regione del petto, le zampe, la pancia e la coda devono essere necessariamente bianche mentre la testa è nera con una linea centrale bianca che prosegue lungo il muso, anch’esso bianco.

CUCCIOLI

I cuccioli di Landseer sembrano essere davvero molto apprezzati per il loro aspetto che ricorda molto dei morbidi pupazzi. I piccoli di questa razza non mostrano particolari segni di aggressività, ma è bene iniziare sin da subito i primi processi di addestramento ed educazione. Non è da sottovalutare la loro grande passione per l’acqua. Coltivare questo loro amore potrebbe fargli sviluppare delle grandi abilità che lo renderebbero adatto a svolgere altri ruoli oltre quello di guardiano.

SALUTE

Il Landseer, tendenzialmente, è un cane abbastanza resistente. Questo fa si che non siano rilevati particolari problemi di salute genetici. L’unico punto che necessita di molta attenzione è quello del peso e dell’alimentazione. Per le quantità di cibo giornaliere che il cane consuma, infatti, se non si stila anche un piano di movimento adeguato, il quattro zampe rischia l’obesità con relative conseguenze alle articolazioni.

INDICAZIONI SULL’ALIMENTAZIONE

L’esemplare non presenta particolari allergie o intolleranze alimentari. La dose di cibo giornaliera ammonta a circa 900 grammi, preferibilmente razionati in 3 o 4 pasti per non appesantirlo. Per il cane è adatto sia il cibo industriale che quello domestico. C’è da precisare, però, che quello industriale rende note le informazioni circa il contenuto calorico e i valori nutrizionali di una porzione, che per il cibo domestico non è facile identificare. Tuttavia, con l’aiuto di un veterinario, è possibile stilare una dieta sana ed equilibrata che tenga conto di tutto quello sopracitato.

TOELETTATURA

Quello della toelettatura è un argomento che il padrone di un Landseer non può trascurare o ignorare. Il mantello del cane, infatti, costituisce proprio una sua particolarità. Ha bisogno di frequenti spazzolate per permettere la caduta del pelo morto in eccesso e per garantire la rigenerazione di quello nuovo. Inoltre, è necessario che venga pulito con dei prodotti che non aggrediscano il pelo e che non causino danni alla cute.

ALLEVAMENTI

A causa della poca diffusione della razza in territorio italiano, trovare un allevamento sicuro e riconosciuto non è semplice. Ma non per questo si deve ricorrere alla vendita privata dei cuccioli. È possibile contattare l’ENCi che dispone di un elenco completo di tutti gli allevamenti presenti in territorio europeo ed oltre. Sarà proprio l’ente a mettervi in contatto con loro per reperire un cucciolo che sia di razza pura e che goda di ottima salute.

È UN CANE DA APPARTAMENTO?

La risposta a questa domanda è facilmente intuibile per chi abbia visto almeno una volta nella vita un Landseer. Riesce ad adattarsi alla vita domestica instaurando dei rapporti speciali con i componenti della sua famiglia, ma per le sue dimensioni non può proprio vivere all’interno di un appartamento. Le abitazioni adatte a questo genere di cane sono quelle dotate di grandi spazi aperti in cui lasciarlo libero, o meglio ancora, le case di campagna in cui ha la possibilità di mantenersi in movimento, prevenendo problemi di obesità o alle articolazioni.

CURIOSITÀ

Il Landseer è un cane che ama molto l’acqua e che riesce a muoversi al suo interno con grande agilità e disinvoltura. È per questo motivo che è stato proposto da molti addestratori come cane da salvataggio e da riporto della palude. Una volta addestrato per questo, dimostra in maniera evidente che è capace di svolgere questo ruolo con risultati eccellenti. Chiunque ne abbia sperimentato questo utilizzo, non si è mai pentito.

Questa sua abilità gli sta permettendo di raccogliere ulteriori consensi e di diffondere, seppur lentamente, la sua presenza oltre il territorio d’origine.

Classificazione FCI – n. 226
Gruppo 2 Cani di tipo Pinscher e Schnauzer, molossoidi e cani bovari svizzeri
Sezione 2 Molossoidi
Sottosezione 2.2 Tipo da montagna
Standard n. 226 del 24/08/1960 (en fr)
Nome originale Landseer (tipo europeo-continentale)
Tipo Guardia, compagnia
Origine Canada