Mackenzie River Husky

Mackenzie River Husky
esemplare di Mackenzie River Husky

Esemplare di Mackenzie River Husky

Dati generali
Etimologia Il nome dato a questa varietà di cani è stato dato per distinguere un particolare tipo di Husky caratteristico della zona artica nei pressi del fiume MacKenzie, in Canada
Genitori Probabile autoctono canadese
Presente in natura No
Longevità 12-14 anni
Impieghi Cane da slitta, cane da compagnia
Taglia Grande

Il Mackenzie River Husky, conosciuto anche semplicemente come River Husky, è un cane da guardia di media statura. La sua versatilità e le sue caratteristiche fisiche gli permettono di essere un ottimo cane da slitta e di sopportare perfettamente le basse temperature dei Paesi nordici.

Il suo istinto alla protezione si fonda perfettamente con l’attaccamento a chi considera famiglia. Vista la stazza, non è un cane per tutti e necessita di una socializzazione precoce, soprattutto se destinato a vivere in un ambiente con bambini.

Scheda informativa del Mackenzie River Husky
Anallergico No
Per bambini Razza che adora stare con i bambini
Per anziani Data la grande capacità di dimostrare affetto può esserlo ma solo se abbastanza attivi da soddisfare i suoi bisogni
Con altri cani Trattandosi di un cane da slitta non è difficile capire come sia facile che stia bene in branco
Con gatti Diffidente
Rumoroso Moderatamente
Sport Esercizi per tenerlo attivo, corsa e attività all’aperto

Origini storiche della razza

Non si tratta di una razza riconosciuta e le sue origini non sono molto chiare, a dir la verità. Con Mackenzie River Husky si intendono dei cani da slitta vicini alle popolazioni artiche e subartiche. I loro Paesi d’origine sono l’Alaska e il Canada, anche se oggi sono diffusi in tutto il territorio statunitense.

Sono il risultato di una serie di incroci con razze europee come il San Bernardo e il Terranova. Questo ha contribuito a creare non poca confusione attorno a questi esemplari davvero affascinanti.

Prezzo

Sul territorio nazionale non esistono allevamenti riconosciuti, né abbiamo uno standard di razza di riferimento. Il prezzo di questi amici a quattro zampe, negli Stati Uniti, però si aggira attorno a 1000/1500 dollari.

Il nostro consiglio, in questi casi, è di contattare i centri certificati nel Paese d’origine per chiedere informazioni più dettagliate. Il costo varia se si deve prendere in considerazione un eventuale trasporto in Italia.

Carattere

Il temperamento del Mackenzie River Husky è dominante. Dimostra una grande intelligenza, è fedele e leale, pur conservando una certa voglia di indipendenza. Fosse per lui passerebbe le giornate a esplorare.

Non gli piace la routine, le giornate tutte uguali e ama giocare, l’avventura. Con chi considera famiglia è molto affettuoso, inoltre ama l’interazione con altri esseri umani e/o quadrupedi.

Se abbiamo bisogno di lasciarlo solo qualche ora, tuttavia, sopporterà bene la nostra assenza. L’importante però è non metterlo nelle condizioni di fuggire per un’escursione improvvisa: coglierebbe l’occasione al volo.

Addestramento

Questo amico a quattro zampe, data l’indole, non è difficile da addestrare, soprattutto se ha un rapporto profondo con il proprio padrone. Un aspetto fondamentale, però, è quello di cominciare la fase di socializzazione fin dalle prime settimane di vita.

A seconda dell’impiego a cui è destinato, è necessario che mitighi i suoi istinti. Primo tra tutti quello di proteggere la famiglia e la casa. Se non viene ben educato, avere a che fare con chi non conosce, potrebbe essere non semplice (soprattutto per chi ne detiene la responsabilità civile e penale).

Impara rapidamente i comandi, ma ha bisogno di un padrone esperto. In alternativa, ci si può affidare a un addestratore certificato. Meglio non sceglierlo come primo cane.

Caratteristiche fisiche

Fisicamente il Mackenzie River Husky si presenta possente, energico ed atletico. Si tratta di un cane di taglia media, ben proporzionato, con un’andatura sciolta ed elegante.

Gli occhi azzurri, che colpiscono immediatamente, non sono obbligatori e non aumentano il valore dell’esemplare. Tuttavia, a volte, ci si trova di fronte a una particolar eterocromia oculare.

Peso e altezza

Questi elementi variano a seconda del sesso dell’esemplare che ci si trova di fronte. I maschi tendono a essere più alti e robusti delle femmine.

Il peso si muove in un range che va dai 29 ai 47 chili, l’altezza al garrese varia dai 66 ai 74 centimetri. Ovviamente si tratta di riferimenti di massima.

Zampe

Gli arti, di solito sono dritti, muscolosi e ben in appiombo. La spalla ha una corretta inclinazione.

L’andatura è scattante e rapida, non a caso è perfetto come cane da slitta. Possiede un ottimo allungo, aiutato da una muscolatura ben sviluppata.

Corpo

La corporatura è proporzionata rispetto alla testa e agli arti. Nel complesso il Mackenzie River Husky appare molto elegante. Il mantello folto e lucido, poi, fa la sua parte.

Testa

Il cranio risulta essere moderatamente arrotondato. Il muso, di larghezza media, va restringendosi man mano che si arriva al tartufo. Il rapporto cranio-muso di 1:1.

Il tartufo può essere nero o marrone, varia a seconda del colore del manto.
La chiusura della mandibola è a forbice; il collo appare robusto e ben proporzionato.

Le orecchie sono piccole, triangolari, dritte, alte e vicine tra di loro, la punta è moderatamente arrotondata. Sono ricoperte di un folto pelo anche all’interno.

Gli occhi sono a mandorla, leggermente obliqui, e possono essere azzurri, marroni o eterocromi, di diverso colore: uno azzurro e l’altro marrone, o con entrambi i colori in un singolo occhio.

Coda

La forma della sua coda ricorda quella di una volpe ed è portata a scimitarra; è bene che non ricada sul dorso, né che si arrotoli lateralmente.

Pelo

Il pelo è folto, spesso e dritto. La muta può essere impegnativa, soprattutto in autunno e in primavera. Questo aspetto può variare a seconda dello stato di salute del mantello. Se l’igiene è una priorità e l’aspirapolvere non un alleato prezioso, forse è il caso di riflettere meglio sul tipo di razza da adottare.

Colori

I colori possono cambiare in base all’incrocio. Quelli più frequenti sono il bianco e il nero; il bianco, il nero e il grigio e a volte il marrone e il bianco.

Cuccioli

I cuccioli dimostrano fin dalle prime settimane di vita il carattere peperino e intelligente tipico di questa razza. Visto il loro istinto alla protezione, necessitano di una socializzazione precoce per mitigare quella che potrebbe tradursi in aggressività.

L’addestramento è bene che venga pianificato e che segua una certa coerenza. Le sessioni non devono durare più di venti minuti ed è bene che si svolgano in un clima di relax e divertimento. Se così non dovesse essere, meglio sospenderle.

Non dimentichiamo il rinforzo positivo: il desiderio di compiacere il ‘capo branco’ e la consapevolezza che, a comando eseguito, arriva un succulento bocconcino creano un mix perfetto.

Salute

Generalmente ci si trova di fronte a una razza sana e forte. Non sono stati registrate particolari predisposizioni a determinate patologie. La discendenza genealogica, tuttavia, può incidere sulle condizioni di salute.

Tuttavia, salvo altre disposizioni da parte dello specialista, sono sufficienti le visite di routine per un’eventuale prevenzione e i vaccini di rito. L’aspettativa di vita, in media, è di circa 12 o 14 anni.

Indicazioni sull’alimentazione

Non ci sono indicazioni particolari. Come tutti i cani, il Mackenzie River Husky necessita di una dieta sana ed equilibrata. Le quantità consentite variano a seconda dello stile di vita e, in ogni caso, è meglio che vengano approvate dal nutrizionista.

Inoltre, considerando che in genere i nostri amici a quattro zampe hanno uno stomaco più sensibile del nostro, è bene affidarsi al veterinario di fiducia, che conosce pregressi clinici e tutte le caratteristiche di razza. In ultimo, ma non perché sia meno importante, non dimentichiamo di fornirgli sempre abbondante acqua fresca.

Toelettatura

L’attenzione per la cura del manto di un esemplare di questo tipo è media. Per evitare che la perdita del pelo sfugga completamente al nostro controllo, una spazzolata regolare – magari un paio di volte a settimana – è altamente raccomandata.

Le orecchie e gli occhi devono essere tenuti costantemente sotto controllo, soprattutto se Fido è spesso fuori. Infatti, sono facilmente soggetti a infezioni, che vanno assolutamente evitate.

Il pelo fitto, inoltre, potrebbe essere un ottimo nascondiglio per parassiti e insetti: non dimentichiamo il trattamento antipulci stagionale.

Periodicamente è bene tagliare le unghie e fargli fare un bel bagno. Per qualsiasi dubbio, è meglio rivolgersi al proprio veterinario.

Allevamenti

Questa razza, visti i numerosi incroci, non è ancora stata riconosciuta, né dall’Enci né dalla Fci. Sul territorio nazionale non ci sono allevamenti riconosciuti, e non è il caso di affidarsi a quelli di dubbia provenienza che si possono trovare online.

Nel caso si fosse realmente interessati all’acquisto di un Mackenzie River Husky, è consigliabile affidarsi ai centri riconosciuti presenti negli Stati Uniti e in Canada. Così si avrà la certezza della provenienza e che i costi siano adeguati all’investimento reale.

È un cane d’appartamento?

La voglia di esplorare, di stare in continuo movimento (supportate anche da una ottima resistenza alle basse temperature) non lo rende il cane da appartamento ideale. Tuttavia, la sua grande adattabilità dà qualche margine di manovra.

Se si ha un giardino abbastanza ampio dove lasciarlo scorrazzare il gioco è fatto, altrimenti è bene pianificare delle passeggiate quotidiane al parco. È più sicuro portarlo sempre al guinzaglio, a meno che non conosca alla perfezione il comando torna. Questa razza è anche in grado di causare danni al tuo recinto del giardino di casa senza troppa fatica.

Curiosità

Nonostante sia molto indipendente, ami gli spazi sconfinati e i suoi Pesi d’origine non facciano altro che confermarlo, il Mackenzie River Husky è anche un ottimo cane da compagnia. Ha un debole per i più piccini e per gli anziani, a patto però che ne rispettino l’indole e non siano troppo irruenti (i bambini, ovviamente).

Il fatto che sia un cane da slitta, abituato quindi alla condivisione e alla cooperazione per il raggiungimento di un fine comune, va molto d’accordo con i suoi simili (soprattutto se cresciuti insieme a lui). Non ha la stessa simpatia per i felini.