Maltipoo

Maltipoo
cane razza Maltipoo

Esemplare di Maltipoo

Dati generali
Etimologia Soprannominato così dalla fusione dei nomi delle razze incrociate per ottenerlo, “malt” dal Maltese e “poo” dal Poddle (nome inglese del Barboncino)
Genitori Maltese x Barboncino
Presente in natura No
Longevità 12-16 anni
Impieghi Cane da compagnia
Taglia Piccola

Il Maltipoo è una razza canina “ibrida” creata dall’incrocio tra il Maltese e il Barboncino di taglia toy o miniature, dai quali ha ereditato rispettivamente l’indole fedele e giocosa e la spiccata intelligenza.

È un cane tanto piccolo quanto vitale, molto socievole e affettuoso dunque la compagnia perfetta per chi voglia portare in casa gioia e allegria. E poi è in assoluto uno dei cani più carini che esistano con un pelo molto morbido e un musetto che esprime una tenerezza infinita.

Inoltre è un cane “progettato” per le persone che soffrono di allergie. Non è proprio ipoallergenico ma il suo pelo ha una consistenza simile a quella del capello umano, tale da renderlo adatto ai soggetti più sensibili.

Lo standard di razza non è riconosciuto dalla FCI, tuttavia questo piccolo cane è stato registrato da altri club stranieri ma mai con un nome univoco e mai con uno standard ufficiale: l’American Canine Hybrid Club (ACHC) e il Designer Dogs Kennel Club (DDKC) lo chiama Malt-A-Poo; l’International Designer Canine Registry, il National Maltipoo Club e il Maltipoo Club of America lo descrivono come Maltipoo; il Nord America Maltipoo/Maltepoo Club e Registry lo chiama, appunto, sia Maltipoo che Maltepoo; il Canadian Kennel Club (CKC) lo chiama semplicemente Maltipoo.

In generale non possiamo dire che esista un preciso standard della razza perché essendo un ibrido il Maltipoo di volta in volta può presentare caratteri sempre diversi. Il pelo ad esempio può essere liscio, riccio o ondulato e di tanti colori diversi (come nero, bianco, crema, marrone, pesca, grigio e fulvo). Anche le dimensioni possono variare a seconda dei cani utilizzati per l’incrocio e solo una volta adulto possiamo scoprire effettivamente se ci troviamo di fronte a un cane di taglia piccola o a un cane di dimensioni toy.

Scheda informativa del Maltipoo
Anallergico
Per bambini Compagni di giochi piccoli ed ideali
Per anziani Piccole dimensioni e predisposizione alla vita in appartamento, possono essere ottimi compagni
Con altri cani Socievole, molto attivo
Con gatti Molto socievole anche con loro
Rumoroso Se non istruito a dovere può abbaiare ad ogni cosa che attiri la sua attenzione
Sport Esercizi per tenerlo attivo, passeggiate e giochi frequenti

Origini storiche della razza

Il Maltipoo è stato creato per essere un cane da compagnia di piccola taglia adatto a persone che soffrono di allergie, molto popolare negli Stati Uniti d’America, in Canada e nel Regno Unito. In questi Paesi è addirittura nella top 5 dei cani più diffusi e apprezzati dalla popolazione.

Fa parte di tutta quella schiera di cani ibridi che continua a causare non poche polemiche, cani che fino a non molto tempo fa venivano considerati come nati da pratiche da “allevatori di cortile”, in senso chiaramente dispregiativo. Obiezione giusta quella che contrasta la crescita di questi allevamenti forzati e l’AKC lavora diligentemente in questo senso per mantenere forti linee di sangue con le razze che sono attualmente riconosciute. Tuttavia sono moltissimi gli allevatori che stanno strenuamente lottando per far riconoscere il Maltipoo come vera e propria razza.

D’altronde non sarebbe un caso isolato nella storia del mondo canino, sono tante le razze che non esistevano in natura e che sono state create da incroci di razze preesistenti per migliorare magari delle caratteristiche (come taglia, colore, aspetto e temperamento). Cani che oggi sono riconosciuti e sono anche molto amati. Non c’è nulla quindi che possa impedire al Maltipoo di essere riconosciuto come razza a sé, si tratta pur sempre di un particolare tipo di allevamento mirato a produrre cuccioli sani e di qualità.

Prezzo

Il mondo del Maltipoo è davvero sconfinato e bisogna imparare a muoversi nell’ambiente per riconoscere gli allevamenti e le persone a cui possiamo affidarci senza problemi, specialmente per evitare di incappare in spiacevoli truffe.

Parlare del costo del Maltipoo apre diversi interrogativi, prima di tutto perché non è una razza riconosciuta da alcun club nazionale o internazionale, quindi non possiamo parlare di allevamenti certificati, poi perché dobbiamo essere certi di acquistare un esemplare che in futuro non presenti problemi dovuti a incroci sbagliati e tare genetiche dovuti ad accoppiamenti incontrollati.

In generale il costo di un cucciolo di Maltipoo è variabile, può andare da 500 dollari a oltre 2500 dollari, anche se la fascia di prezzo più comune è compresa tra gli 800 e i 1000 dollari. Parliamo naturalmente di allevamenti al di fuori dei confini italiani, quindi al costo del cucciolo in sé dobbiamo aggiungere tutte le eventuali spese di viaggio e trasporto dell’animale.

Inoltre a detta degli “esperti”, un fattore che influenza il costo di un Maltipoo è anche la popolarità della razza, dunque la richiesta di esemplari che può essere maggiore o minore a seconda del periodo.

Carattere

Il carattere del Maltipoo è inevitabilmente influenzato da quello dei suoi “progenitori”: dal Barboncino ha acquisito vitalità e intelligenza, mentre il Maltese gli ha lasciato in eredità un caratterino niente male, per certi versi un po’ viziato, ma comunque gioviale e allegro.

Oltre ad avere un aspetto adorabile, il Maltipoo è un cane che riesce a farsi volere bene proprio da tutti, che si tratti di adulti, bambini o anziani. Nessuno può resistere alla sua personalità, è sempre affabile e affettuoso e non si tira mai indietro quando si tratta di coccole.

Come ogni razza canina ha i suoi pro ma anche alcuni contro, per cui convivere con un Maltipoo in alcuni contesti potrebbe non essere un’impresa proprio semplice. Innanzi tutto è un cane spesso iperattivo e non è facile stargli dietro tutto il giorno senza poter godere neanche di un piccolo momento di relax. Poi è un cane con la tendenza ad abbaiare molto, soprattutto di notte, cosa che di certo non facilita la convivenza in casa, soprattutto per chi vive in un piccolo appartamento.

C’è di positivo che il Maltipoo impara in fretta e non è affatto difficile addestrarlo ed educarlo a comportarsi bene e smussare determinati atteggiamenti.

Addestramento

Il Maltipoo è un cane intelligente e facile da addestrare, impara molto rapidamente i comandi del padrone e soprattutto non si distrae e si concentra per compiacerlo. È un cane poco impegnativo da questo punto di vista, adatto anche a padroni inesperti o a persone che non abbiano mai allevato un cane prima.

Con il Maltipoo, più che con altri cani, è necessario servirsi del rinforzo positivo e che l’addestramento sia “dolce”. Il piccolo Maltipoo è un cane estremamente sensibile e un atteggiamento negativo e aggressivo nei suoi confronti potrebbe davvero segnarlo per tutta la vita, causandogli un vero e proprio trauma.

Se c’è una cosa su cui dobbiamo insistere in fase di addestramento è la tendenza ad abbaiare sempre. Dobbiamo insegnargli a distinguere tra le situazioni in cui abbaiare è necessario e quelle in cui invece è preferibile evitarlo.

Caratteristiche fisiche

Il Maltipoo non ha uno standard di razza ben definito e tutti gli esemplari esistenti derivano da incroci di Barboncino e Maltese dai quali di volta in volta possono emergere caratteristiche diverse. In parole povere la taglia può essere più o meno grande, il pelo di colori sempre differenti così come la tipologia di mantello, dipende sempre dalla preponderanza di geni dell’uno o dell’altro cane.

Zampe

Le zampe sono corte, in proporzione alle dimensioni del corpo e rotonde.

Corpo

Il corpo è minuto, nel complesso armonico per un cane di questa taglia.

Peso e altezza

Secondo i dati rilevati dai principali allevamenti di Maltipoo possiamo dire che in media il peso può essere compreso tra i 2,5 e i 5,5 chilogrammi, mentre l’altezza al garrese è in media di 35 centimetri. Numeri che variano a seconda dell’esemplare.

Testa

La testa è pressoché identica a quella del Maltese, leggermente larga con un muso relativamente corto e un po’ schiacciato. Il tartufo è piccolo e di colore scuro mentre gli occhi sono di forma tondeggiante. Le orecchie sono di forma triangolare e pendenti lungo la testa, con un’attaccatura alta.

Coda

La coda è corta, più robusta alla radice e sottile alla punta, leggermente arrotolata verso il corpo. A volte è a pelo raso mentre altre volte può essere a “spolverino” con il pelo lungo e svolazzante.

Pelo

La genetica gioca un ruolo fondamentale nelle caratteristiche del mantello del Maltipoo e, a seconda degli incroci che vengono effettuati, possiamo individuarne tre diverse varianti: morbido e setoso; spesso e riccio; sottile e ondulato. In ogni caso si parla di un pelo dalla consistenza molto simile a quella del capello umano e considerato ipoallergenico, dal momento che è stato progettato appositamente per le persone che soffrono di allergie.

Colori

Il Maltipoo esiste praticamente in tutte le varianti possibili di colore, caratteristica geneticamente dovuta al Barboncino (anche perché il Maltese è bianco), sia a unica tinta che con tonalità leggermente sfumate. Possiamo trovare mantelli di colore scuro come marrone, nero e rosso ma anche colori come caffellatte, crema, grigio, beige, bianco e i più rari blu, argento e albicocca (uno dei più ricercati).

Il mantello del Maltipoo ha una caratteristica particolare: spesso i cuccioli cambiano colore con il passare del tempo. Significa in sostanza che un cucciolo che nasce marrone può sbiadirsi fino a diventare bianco, uno nero può diventare grigio, e così via.

Cuccioli

Come tutti i cani, anche per i cuccioli di Maltipoo è consigliato che il processo educativo inizi sin dalle prime settimane di vita, una fase cruciale che determina il comportamento del cane una volta adulto. Da subito i cuccioli devono imparare a socializzare e a prender confidenza con le persone e gli altri animali, ma anche con rumori, oggetti e tutto ciò che poi farà parte della loro vita quotidiana.

Salute

Proprio come tutti i cani di piccola taglia, anche il Maltipoo ha un’aspettativa di vita molto più alta rispetto ai cani di taglia grande che in media varia dai 12 ai 16 anni (in alcuni casi addirittura 18).

Come tutti i cani “ibridi” anche il Maltipoo può soffrire di alcune patologie legate agli incroci genetici fra razze diverse, così come di malattie che sono tipiche dei cani di taglia piccola.

La sindrome di Shaker, o sindrome dei cani bianchi, che si manifesta con tremori su tutto il corpo, mancanza di coordinazione e movimenti rapidi degli occhi. Gli episodi di solito si manifestano tra i sei mesi e i tre anni quando il cane è stressato o eccessivamente eccitato.

L’epilessia, che provoca convulsioni e che purtroppo non può essere curata, ma si può gestire con i farmaci.

La displasia del ginocchio, ovvero la lussazione della rotula tipica dei cani di piccola taglia che è causata dal disallineamento di femore, rotula e tibia e provoca zoppia nel cane.

Lo shunt portosistemico che causa un’anomalia nel flusso di sangue tra corpo e fegato e che provoca non pochi problemi al cane come scarso equilibrio, mancanza di appetito, ipoglicemia (basso livello di zucchero nel sangue), problemi gastrointestinali intermittenti, perdita di appetito, problemi del tratto urinario, intolleranza ai farmaci e crescita rallentata.

L’atrofia progressiva della retina,una malattia degenerativa dell’occhio che provoca cecità nel cane, purtroppo incurabile.

Infine la malattia di Legg-Calvé-Perthes o necrosi asettica della testa del femore nei cani, che causa una degenerazione rapida della parte del femore che si trova nell’articolazione dell’anca.

Indicazioni sull’alimentazione

La dieta di un Maltipoo deve essere sana e ben bilanciata, ma soprattutto composta di un massimo di due pasti giornalieri in quantità ridotte. Ricordiamo che si tratta di un cane di taglia piccola che potrebbe avere problemi mangiando troppo, a cominciare dal sovrappeso e dall’obesità.

I pasti devono anche essere commisurati all’età e allo stile di vita del cane, l’importante è che contengano tutti i nutrienti necessari allo sviluppo e al mantenimento e che siano preparati con ingredienti di ottima qualità e sempre freschi. Anche la qualità del cibo per cani acquistato in negozio fa la differenza e deve essere di ottima marca e adatto a cani di taglia piccola.

Toelettatura

Il Maltipoo non perde molto pelo ma ha bisogno di essere curato costantemente. Deve essere spazzolato quotidianamente per mantenere il mantello pulito e privo di nodi ed è consigliato tosarlo una o due volte all’anno per mantenerlo ordinato e fresco. Discorso a parte per il pelo attorno agli occhi che va accorciato e aggiustato più di frequente (almeno una volta al mese).

Il bagno va fatto almeno una volta al mese per mantenere il mantello morbido e pulito, concentrandoci anche sulla pulizia degli occhi e delle orecchie, che possono intrappolare sporco, detriti e umidità.

Altre esigenze di toelettatura includono l’igiene dentale e la cura delle unghie. I denti vanno lavati almeno due o tre volte alla settimana per rimuovere l’accumulo di tartaro e batteri, meglio ancora ogni giorno. Le unghie vanno accorciate in media una o due volte al mese, per mantenere i piedi in buone condizioni ed evitare che si possano spezzare oppure danneggiare superfici e tessuti in casa.

Per la buona riuscita della toelettatura basta trasformarla in un’esperienza positiva piena di elogi e premi, abituando il Maltipoo a essere maneggiato sin da cucciolo concentrandosi in particolar modo su zampe, bocca e orecchie.

Allevamenti

In Italia attualmente non sono attivi allevamenti di Maltipoo con regolare affisso ENCI. Tuttavia alcune strutture private si occupano anche di questa razza canina.

È un cane d’appartamento?

Il Maltipoo può adattarsi a qualsiasi tipo di casa, non importa che si tratti di una grande abitazione con giardino o di un più piccolo appartamento in condominio. Qualunque sia l’alloggio, questo piccolo peloso adora stare con la sua famiglia e riesce ad andare d’accordo praticamente con tutti, anche con anziani e bambini.

In quest’ultimo caso, però, è importante non lasciarlo in balia di bambini troppo piccoli che non sappiano ancora maneggiare i cani. Come con qualsiasi cane dobbiamo insegnare sempre ai bambini come avvicinarsi e toccare il Maltipoo, sorvegliando le interazioni tra cane e bambini piccoli per evitare che (entrambi) mordano o tirino le orecchie.

Essendo un cane piccolo e per certi versi un po’ delicato, è sconsigliato lasciare il Maltipoo incustodito all’aria aperta. Non ha problemi con gli altri cani e nemmeno con altri animali domestici.

Se c’è una cosa che il Maltipoo non sopporta è di restare per troppo tempo da solo, separato dai suoi cari. Ciò gli causa un vero e proprio trauma, può soffrire addirittura di ansia da separazione che in genere si manifesta con tre precisi sintomi: distruggere, abbaiare (anche lamentarsi, piangere), fare i bisogni in un luogo inappropriato.

Il Maltipoo è un cane adatto alla vita in appartamento ma è anche un vero concentrato di energia e vitalità, perciò è importante dedicargli del tempo per giochi ed esercizi, passeggiate e corsette (anche in cortile).

Un problema che si può riscontrare in casa, specialmente se si vive in condominio, è che il Maltipoo tende ad abbaiare tanto, praticamente ogni volta che sente un rumore o un suono che non riconosce. Un aspetto positivo da una parte, perché è utile nel fare la guardia alla casa, ma dall’altra parte è anche un aspetto negativo che va smussato e corretto in fase di addestramento.

Curiosità

Una delle caratteristiche che ha reso il Maltipoo in poco tempo così popolare è il fatto che anche da adulto mantiene lo stesso aspetto (e carattere) di un cucciolo, perciò si è guadagnato l’appellativo di “cane che non invecchia mai”, godendo di ottima salute e grande vitalità.

Questo cane è conosciuto anche con nomi meno diffusi rispetto a Maltipoo: Moodle, Multapoo, Multipoo, Malte-Poo, Maltapoo, Multapoo, Multi-Poo, Maltese-Poodle, Malt-oodles, MaltiPoodle.

Nel giro di pochi anni il Maltipoo è diventato un cane molto popolare. D’altronde come si potrebbe non amare un piccolo pelosetto così dolce e adorabile. E tra i più accaniti estimatori di questa razza canina ci sono molte celebrities di fama mondiale, prima fra tutti la splendida cantante Rihanna che ne possiede uno di nome Oliver, ma anche le popstar Ashley Tisdale con i suoi due Maltipoo di nome Blondie e Maui e Miley Cyrus con la sua piccola Sophie, e infine l’attrice Blake Lively che è inseparabile dalla sua Penny.