Munsterlander

Munsterlander
esemplare di Munsterlander

Esemplare di Munsterlander

Dati generali
Etimologia Nome tedesco che ne descrive l’origine, la città di Münster
Genitori Epagneul x Langhaar
Presente in natura No
Longevità 12-14 anni
Impieghi Cane da compagnia, cane da caccia
Taglia Media

Il Munsterlander è un cane di origini tedesche. La razza è tipica per la caccia di qualunque tipo di selvaggina e su qualunque terreno.

È ufficialmente riconosciuta dalla FCI, la federazione internazionale delle associazioni di allevatori canini. Appartiene al Gruppo 7, Cani da ferma, alla Sezione 1, Cani da ferma continentali.

Esistono due tipi di Munsterlander, il piccolo e il grande, che differiscono per pochissime caratteristiche. Il carattere di entrambi le tipologie è molto simile: sono molto dolci, affettuosi e amanti della caccia e del lavoro duro.

Scheda informativa del Munsterlander
Anallergico No
Per bambini Molto allegro e giocherellone
Per anziani Sì, a patto che siano rispettati i suoi bisogni
Con altri cani Socievole, molto attivo
Con gatti Tollerante, nonostante l’istinto di caccia marcato
Rumoroso Di norma abbaia molto, al minimo stimolo
Sport Passeggiate quotidiane, agility, ricerca o freestyle

ORIGINI STORICHE DELLA RAZZA

Il Munsterlander si divide in due categorie: il piccolo Munsterlander e il grande Munsterlander. Fra i due ci sono pochissime differenze, legate soprattutto alle origini simili e alla stazza.

Entrambi provengono dalla zona della Germania e tutt’oggi sono diffusi quasi esclusivamente in questo territorio.

Il piccolo Munsterlander sembra derivare da incroci fatti nel corso del tempo fra diversi esemplari di cani da caccia, presenti già nell’antichità e nel periodo del Medievo in Vestfalia.

Pian piano, poi, vennero quasi del tutto soppiantati dal grande Munsterlander. Solo nel ‘900 qualche appassionato tentò di portare avanti anche questa tipologia, con successo. Incrociando esemplari rimasti con altri segugi francesi, nel 1921 si ottenne il primo standard

Il grande Munsterlander invece ha una storia leggermente diversa. Sembra derivare dai “cani di Oyser”, esemplari utilizzati nel Medioevo (poi scomparsi) per la caccia al falcone.

Comunque, la zona precisa da cui hanno origine è la città di Munster.

PREZZO

Nonostante in Italia ancora non ci siano degli allevamenti ufficialmente riconosciuti di questa razza, possiamo stimare un prezzo indicativo: il Munsterlander piccolo si aggira intorno ai 600€, il Munsterlander grande sta invece sui 900€.

CARATTERE

Il piccolo Munsterlander è un cane allegro, docile e giocherellone. È il tipico cane da riporto e da ferma: sempre attivo e sempre pronto all’avventura, sviluppa fin da piccolo il suo enorme coraggio che lo porta ad essere iperattivo e a tenersi sempre impegnato.

Si adatta facilmente ad ogni situazione e sa gestirsi la vita in modo abbastanza autonomo. Gli piace stare all’aria aperta e correre nei luoghi sconfinati alla ricerca di prede da acciuffare o animali da rincorrere per il puro gusto di farlo.

Il grande Munsterlander ha un carattere simile, ma la tipologia di caccia a cui si dedica è un po’ diversa: la sua è una disciplina di caccia più curata e precisa, diciamo polivalente. Il suo carattere è più fermo, più rispettoso e più diligente. È sempre molto attivo e ha bisogno di tanto movimento per sfogare ogni energia.

In generale, né l’uno né l’altro hanno mai atteggiamenti aggressivi o non riconoscenti nei confronti dei padroncini.

ADDESTRAMENTO

In generale, è un cane che si addestra abbastanza facilmente data la sua indole molto sveglia e intelligente.

Il piccolo Munsterlander è calmo, abbastanza tranquillo e rilassato, ma un po’ meno diligente rispetto al grande: è più giocherellone e tende a prendere tutto sullo scherzo. Nonostante questo, una volta usato un po’ di polso, saprà rendere il padroncino orgoglioso di lui in ogni momento.

Infatti, dopo aver capito che quando si lavora non si gioca, si dedicherà completamente all’attività richiesta e la porterà a termine al meglio. Svilupperà un rapporto con l’uomo senza paragoni, sarà adorabile e affettuoso: il suo ottimo fiuto e la sua indole di cacciatore lo porteranno sempre ad essere un ottimo compagno di avventure.

Il grande Munsterlander invece è un lavoratore più diligente e più sicuro rispetto al piccolo. Ha anche una resistenza fisica maggiore che lo porta ad adattarsi ad ogni terreno possibile, ogni clima e ogni tipo di caccia. È molto disponibile nel ricevere comandi e vuole sempre essere riempito da compiti da svolgere.

La sua particolarità è quella di lavorare dopo lo sparo: una volta colpito l’animale dal cacciatore, il Munsterlander osserva accuratamente il punto esatto in cui la preda è caduta, aspetta pazientemente il segnale dell’uomo e poi si lancia alla ricerca.

È un ottimo cacciatore e non delude veramente mai! Si diletta nella caccia in acqua, nei cespugli, anche quelli più difficili da attraversare, in qualunque terreno che risulti anche difficilmente accessibile.

CARATTERISTICHE FISICHE

Il Munsterlander è un cane di taglia media, con un’aspettativa di vita che si aggira intorno ai 12-13 anni.

Una piccola precisazione: il piccolo e il grande Munsterlander differiscono per le loro dimensioni, ma la descrizione delle caratteristiche fisiche generali è più o meno la stessa.

ZAMPE

Gli arti sono ben possenti in entrambe le tipologie, molto resistenti con un’ottima muscolatura molto tonica.

CORPO

Il tronco per entrambi presenta ottimi muscoli e perfette proporzioni con il resto del corpo.

PESO E ALTEZZA

Il peso per un esemplare maschio di Munsterlander piccolo va dai 22 ai 25 kg; quello di una femmina è fra i 18 e i 22 circa.

L’altezza al garrese per un maschio di Munsterlander piccolo si aggira fra i 52 e i 56 cm; quella di una femmina fra i 50 e i 54 cm.

Il peso per un esemplare maschio di Munsterlander grande va dai 28 ai 32 kg; quella di una femmina è fra i 23 e i 25 kg circa.

L’altezza al garrese per un maschio di Munsterlander grande è fra i 60 e i 65 cm; quella di una femmina è fra i 58 e i 63 cm.

TESTA

La testa è piccolina, con un muso molto sporgente e una bocca sviluppata a tal punto di poter acciuffare al meglio ogni preda.

Le orecchie sono di lunghezza media (nel piccolo forse leggermente più lunghe), molto pelose e tenute sempre basse.

Gli occhi hanno uno sguardo vispo e sono molto espressivi: il colore generalmente è il marrone scuro.

CODA

La coda è sempre presente: abbastanza lunga, tenuta sempre bassa a parte quando il cane è in agguato. Molto pelosa, si arriccia verso la fine.

PELO

Il pelo è particolare: è molto folto e tenuto abbastanza lungo, ma non troppo per evitare che dia fastidio o sia d’intralcio durante la caccia.

COLORI

I colori tipici di un Munsterlander sono i più svariati. Il piccolo può essere spesso nella versione marrone e bianco, mischiati o a macchie sparse. Il grande si trova di più di base bianca/bianco-sporca con sfumature o macchioline sparse tendenti al grigio o grigro scuro.

CUCCIOLI

Fin da piccolo il Munsterlander fa subito capire il suo carattere: dolce e affettuoso con tutti ma iperattivo! È di piacevolissima compagnia, vuole fare e ricevere coccole tutto il giorno ed è sempre felice di fare delle passeggiate in compagnia dei suoi amici umani.

SALUTE

Non sono stati riscontrati particolari malattie legate a questa razza, in quanto la solida costituzione del cane gli permette di avere un’ottima resistenza a qualunque tipo di situazione. La sua salute è abbastanza di ferro: si fa le ossa stando perennemente in giro alla ricerca di prede da acciuffare. La robustezza la sviluppa così.

INIDICAZIONI SULL’ALIMENTAZIONE

È un cane abituato a lavorare molto e a stare sempre in giro a seguire mille compiti da svolgere: non si fa troppi problemi dunque sull’alimentazione. Mangia qualunque cosa, indifferentemente senza troppe limitazioni.

La cosa importante è che sia sempre cibo di ottima qualità che gli dia le giuste energie per affrontare al meglio il lavoro e la sua giornata iperattiva.

TOELETTATURA

Essendo un cane che passa molte ore fuori di casa, in mezzo ai campi o in qualunque luogo sconfinato chissà dove alla ricerca perenne di prede, sarà importante controllare costantemente il suo manto.

Questo ci aiuterà a capire se ci dovessero essere dei problemi di parassiti, pulci, zecche o corpi estranei annidati nel pelo. Il corpo è bene controllarlo al rientro da ogni caccia, ma il pelo può essere spazzolato anche una volta a settimana.

ALLEVAMENTI

In Italia non sono presenti allevamenti ufficialmente riconosciuti di Munsterlander, né piccolo né grande. Per avere informazioni riguardo a questo particolare tipo di cucciolo, dunque, sarà necessario rivolgersi a qualche struttura presente in Germania, luogo dove è nata e si è maggiormente diffusa la razza.

È UN CANE D’APPARTAMENTO?

Il Munsterlander è un cane molto dolce e affettuoso, che da adattarsi ad ogni ambiente in cui viene portato. Sicuramente, in un appartamento saprebbe entrare in confidenza con ogni singolo componente della famiglia e stabilire un bellissimo rapporto con tutti, ma starebbe molto costretto.

La sua indole lo porta ad avere bisogno di movimento e, dunque, una casa con un grande giardino o addirittura una casa di campagna sarebbe sicuramente il luogo più ideale per il suo benessere.

CURIOSITÀ

Il piccolo Munsterlander sembrerebbe essere il più piccolo esemplare di cani da ferma tedeschi.

Classificazione FCI – n. 102
Gruppo 7 Cani da ferma
Sezione 1 Cani da ferma continentali
Sottosezione 1.2 Tipo spaniel
Standard n. 102 del 06/12/2004 (en)
Nome originale Kleiner Münsterländer
Tipo braccoide
Origine Germania