Pražský Krysařík

Pražský Krysařík
esemplare di Pražský krysařík

Esemplare di Pražský Krysařík

Dati generali
Etimologia Nome di origine ceca, Krysařík significa Ratter (cacciatore di ratti), quindi “cacciatore di ratti di Praga
Genitori Autoctono della Repubblica Ceca
Presente in natura No
Longevità 12-14 anni
Impieghi Cane da compagnia
Taglia Piccola

Il Pražský krysařík è una razza di cani piccola proveniente dalla Repubblica Ceca e ancora non riconosciuta come tale dalla Fédération cynologique internationale (FCI) ed era famoso per riuscire a cacciare i ratti e i topi.

Scheda informativa del Pražský Krysařík
Anallergico No
Per bambini Sì, un compagno adatto ai più piccoli ma attenzione alla sua delicatezza fisica
Per anziani Sì, adatto anche alla vita casalinga, ma ha bisogno di passeggiate quotidiane
Con altri cani Socievole, molto attivo soprattutto se istruito sin da piccolo
Con gatti Molto più facile il rapporto se cresciuti insieme
Rumoroso Come la maggior parte dei cani di piccola taglia tende ad abbaiare molto
Sport Esercizi che lo aiutino a sfogare l’energia, lunghe passeggiate quotidiane

Origini storiche della razza

L’origine del nome “krysařík” significa esattamente “cacciatore di ratti” e questa è una qualità che questi cani hanno acquisito con la storia. Questi pelosi erano altrettanto famosi per essere degli ospiti fissi ai pranzi dell’aristocrazia boema del castello di Praga; era il cane da compagnia della corte reale ed era considerato il dono perfetto per i sovrani boemi e quelli dell’Europa in generale; solo successivamente la loro fama crebbe a tal punto da entrare anche nelle famiglie del popolo.

Prezzo

Il prezzo del Pražský krysařík si aggira tra i 1.000 e i 1.500€.

Carattere

I Pražský krysařík sono parecchio affettuosi e tendono ad instaurare con la propria famiglia un legame davvero profondo. Non sono cani pigri, anzi sono parecchio attivi e amano trascorrere il tempo con i membri della propria famiglia, soprattutto se sono presenti dei bambini, per cui nutrono un profondo affetto e un forte senso di appartenenza. Nonostante le loro dimensioni, questi cani sono parecchio coraggiosi e sono dotati di forte personalità; ovviamente a causa delle loro dimensioni questi cani purtroppo non vengono mai presi sul serio neanche dai propri padroni che si divertono nel vedere l’atteggiamento irritato del cane. A volte questi cani possono anche manifestare segni di aggressività; inoltre potrebbero diventare testardi e perfino disubbidienti. Facendo leva sulla propria taglia questi cani tendono a prendere il sopravvento sugli umani per questo risulta necessario prestare particolare attenzione, per evitare che il cane possa avere problemi comportamentali. Fortunatamente vanno d’accordo con tutti gli altri cani, sia della sua stessa razza che con i cani di razza diversa.

Addestramento

Questi cani necessitano un addestramento parecchio intensivo; questo deve necessariamente cominciare sin dalle settimane di vita del cane; come accennato questi cani tendono a prendere il sopravvento soprattutto con i propri padroni e per questo risulta necessario attuare un addestramento che risulti efficace.

Caratteristiche fisiche

Il Pražský krysařík è un cane che può essere sia a pelo corto che a pelo lungo, è di buone proporzioni con un corpo compatto quasi come un quadrato. Sono cani che nonostante le loro dimensioni hanno la caratteristica di essere particolarmente resistenti e agili. Nonostante le sue dimensioni questo cane è veloce e parecchio attivo. La loro pelle è ben aderente, ma allo stesso tempo elastica e robusta; aderisce bene in tutto il corpo ed è dello stesso colore del pelo. Sono considerati difetti fisici il cranio stretto, i denti irregolari, i piedi girati verso l’interno o l’esterno, la presenza di macchie nere nei cani color fulvo, il corpo lungo con le zampe corte; e ancora la presenza di una macchia grande sul petto e la coda arrotondata in modo permanente.

Zampe

Le zampe di questi cani sono particolarmente sottili e per tale motivo anche molto fragili; le zampe anteriori sono dritte e non eccessivamente lontane l’uno dall’altra; le scapole sono e aderiscono perfettamente al torace. Per quanto riguarda le zampe posteriori queste risultano altrettanto sottili, mentre i piedi sono corti e rotondi e le dita sono serrate, mentre le unghie sono scure. Attraverso questa conformazione fisica i movimenti di questi cani sono ampi, fluidi e parecchio sciolti.

Corpo

Il torace del Pražský krysařík è decisamente largo, considerato che questo risulta uno dei cani più piccoli al mondo; tuttavia il torace non è profondo e aderisce perfettamente ai gomiti. Il corpo è piccolo, magro e parecchio delicato e la pelle è decisamente sottile. Il collo è piccolo, lungo e stretto.

Peso e altezza

I Pražský krysařík sono molto piccoli; l’altezza e il peso è lo stesso sia per gli esemplari maschi che per le femmine; l’altezza si aggira tra i 20 e i 23 cm, mentre il peso si aggira intorno ai 2,5 kg. Questi sono quindi cani molto piccoli e che necessitano di particolare attenzione.

Testa

La testa del Pražský krysařík è a forma di pera e con un cranio leggermente arrotondato; le labbra sono strette, gli occhi sono di medie dimensioni, di colore scuro e tendono ad essere parecchio spalancati. Le orecchie sono rigide, erette e di forma triangolare; queste sono ben distanziate l’uno dall’altra e sono leggermente inclinate verso l’esterno. Possono essere del tutto erette oppure piegate verso il basso, anche se tendenzialmente la posizione eretta è quella più corretta.

Coda

La coda di questi cani è attaccata al dorso ed è lunga in proporzione al loro corpo; è stretta e tende ad incurvarsi internamente verso la punta. Anche questa è dotata di pelo come il resto del corpo. Sfortunatamente però questi cani sono soggetti al taglio della coda e spesso è possibile notarli con la coda mozzata.

Pelo

Il pelo del Pražský krysařík è corto e liscio e non necessita di particolari cure; tutto il corpo è caratterizzato dalla presenza del pelo, dalle zampe fino alla testa e dietro le orecchie, dove però risulta essere più sottile. Ultimamente sono stati notati cani di questa razza a pelo lungo; non esistono però tuttavia ancora molti esemplari. Grazie al loro pelo corto, questi cani sono anche considerati cani ipoallergenici.

Colori

Il colore del pelo del Pražský krysařík è scuro e non sono stati mai riscontrati cani di questa razza di colore chiaro. Il colore primario è il nero con delle sfumature di colore rosso, soprattutto vicino agli occhi, vicino al naso, sotto il collo e in concomitanza delle zampe anteriori, posteriori e sotto la coda. Solo in rarissimi casi è stata notata la presenza di Pražský krysařík di color fulvo.

Cuccioli

I cuccioli di Pražský krysařík sono particolarmente attivi; ogni cucciolata prevede la presenza di circa 3-6 cuccioli.

Salute

I Pražský krysařík sono parecchio longevi; la loro aspettativa di vita va dai 12 ai 14 anni, anche se alcuni cani possono vivere per 15 e perfino per 16 anni. Sono cani particolarmente piccoli e per questo è necessario prestare particolare attenzione alla loro salute; possono contrarre problemi soprattutto dal punto di vista articolatorio, a causa delle loro zampe particolarmente sottili e fragili. A volte infatti questi pelosi possono soffrire di lussazione alla rotula; la lussazione della rotula è una patologia molto frequente nelle razze piccole e consiste in un mancato allineamento delle ossa. Questa può colpire sia uno che entrambi i lati ed è particolarmente frequenti nei cani anziani. Questa inoltre può essere congenita e purtroppo si manifestano i seguenti sintomi: dolore, difficoltà a camminare e a compiere anche i gesti più semplici; esistono diversi gradi di lussazione che possono essere più o meno gravi e ad ogni grado corrisponde un diverso trattamento. Il peloso nelle prime fasi iniziali non manifesta dolori o problemi di zoppia, ma è possibile vederlo “saltellare”; le difficoltà di movimento e di zoppia si manifestano con il passare dei giorni e con l’avanzata della patologia. Altri problemi inoltre possono riguardare i denti da latte che non cadono e che devono essere tolti dal veterinario per evitare fastidi di dentatura Le cure per i cani così piccoli risultano decisamente più complicate, per tale motivo l’attenzione è l’unico modo per prevenire problemi anche seri che possono compromettere la sua salute.

Indicazioni sull’alimentazione

Questi cani possono mangiare sia del cibo secco che quello fatto in casa; è importante che non si esageri con le dosi perché questi cani essendo molto piccoli hanno uno stomaco altrettanto piccolo. È consigliabile però che si chieda sempre consiglio al veterinario che potrà essere più specifico prendendo in considerazione una serie di fattori, tra cui peso, età.

Toelettatura

Il pelo necessita di essere spazzolato con molta delicatezza; la spazzolatura può essere fatta anche un paio di volte al mese e poi per rendere il pelo lucido, potete passare un panno umido alla fine di ogni spazzolatura. Risulta necessario tagliare le unghie ogniqualvolta queste si presentano eccessivamente lunghe, per evitare che il pelosetto possa farsi male e possa assumere un’andatura scorretta a causa del fastidio che provocano le unghie troppo lunghe. È altrettanto importante pulire accuratamente gli occhi e le orecchie del cane per evitare che possano presentarsi problematicità legate all’udito e alla vista.

Allevamenti

Sul sito dell’Enci non è stato segnalato alcun allevamento per questa razza.

È un cane d’appartamento?

I Pražský krysařík sono perfetti cani d’appartamento soprattutto per le loro dimensioni; tuttavia risulta necessario che non si sottovalutino le energie di questa razza. Odiano gli spazi eccessivamente chiusi e necessitano di fare almeno una passeggiata al giorno. È importante che durante le passeggiate ci si ricordi che questi cani sono molto piccoli e che il pericolo di schiacciarli è davvero parecchio alto. Un giardino è perfetto per loro perché possono correre liberamente senza incorrere nei pericoli che potrebbero invece presentarsi fuori di casa.

Curiosità

Dopo anni di perdita di popolarità, il Pražský krysařík ha riacquisito successo intorno agli anni’80, quando è stata avviata una vera e propria rigenerazione. Adesso la popolarità fortunatamente sta di nuovo aumentando a tal punto che è possibile trovare allevamenti di questa razza in Polonia, Svezia, Slovacchia, Finlandia, Norvegia, Austria, Russia, Danimarca.

Classificazione FCI – n. 363
Gruppo 9 Cani da compagnia
Sezione 9 Spaniel nani continentali
Standard n. 363 del 07/05/2019 (en)
Origine Rep. Ceca