Rhodesian Ridgeback

Rhodesian Ridgeback
esemplare di Rhodesian Ridgeback

Esemplare di Rhodesian Ridgeback

Dati generali
Etimologia Nome di origine britannica, “ridge” significa “cresta” (riferito alla cresta sul dorso con il pelo che cresce in direzione opposta rispetto al resto del manto), quindi il nome si traduce in “Rhodesiano dalla cresta sul dorso
Genitori È una razza nativa del Sud Africa
Presente in natura No
Longevità 10-12 anni
Impieghi Cane da caccia, cane da guardia, cane da pastore
Taglia Grande

Il Rhodesian Ridgeback è un esemplare che affonda le sue radici in Africa. È una razza riconosciuta dalla FCI, i cui esemplari vennero impiegati prima come cani da caccia e da protezione, poi come cane da compagnia.

Il cane è riuscito ad eccellere in ognuna delle attività che ha svolto fin dalle origini. Amante dei bambini e delle coccole, sa adattarsi perfettamente al contesto familiare e domestico, anche se non tutte le abitazioni fanno per lui. Ha bisogno di case che siano fornite di spazi esterni in cui potersi muovere liberamente.

Scheda informativa del Rhodesian Ridgeback
Anallergico No
Per bambini Sì, ma deve essere rispettato e l’attenzione è essenziale date le sue dimensioni
Per anziani No, per il bisogno di esercizio e le grandi dimensioni
Con altri cani Socievole, molto attivo, soprattutto se abituato da cucciolo
Con gatti È di norma incompatibile con loro e con altri piccoli animali
Rumoroso Abbaia poco
Sport Venatori, agility, ricerca

ORIGINI STORICHE DELLA RAZZA

Quella del Rhodesian Ridgeback è una razza che affonda le sue radici in Africa. La zona in cui sono comparsi i primi esemplari, si ipotizza, sia stata quella della Rhodesia, che attualmente è rappresentata dalla Repubblica dello Zimbabwe. La storia di questi esemplari è accompagnata da tanti miti e da tante leggende.

Vi sono delle date orientative sulla sua comparsa, ma probabilmente il cane esisteva già da tempo.

Dai racconti giunti a noi, infatti, sembra che il cane appartenesse alla tribù dei Khoi-Khoi, proveniente dal Medio Oriente e sbarcata sul territorio africano insieme ai propri animali. Tra le creature approdate, sembra esserci stato anche quello che oggi è il Rhodesian Ridgeback.

Quest’ultimo era utilizzato come pastore e protettore non solo del bestiame, ma della tribù stessa.

Questa versione sembra essere confermata da un libro pubblicato nell’anno 1875 da David Livingstone, che raccontò alcuni suoi viaggi missionari sul territorio africano.

Il cane, da tutte le fonti pervenute, viene descritto come fedele e predatore nato. È coraggioso e si mette in gioco anche a costo della vita. Attualmente l’esemplare è riconosciuto dalla FCI.

PREZZO

Il costo da sostenere per ottenere un cucciolo di Rhodesian Ridgeback, fornito di pedigree e di attestazioni circa vaccinazioni effettuate e condizioni di buona salute verificate, è di circa 1000 euro.

Tuttavia, trovare un allevamento non è semplice. Per questo motivo, per trovare quello più vicino, è consigliato contattare l’ENCI che dispone di informazioni circa gli allevamenti sia nazionali che esteri.

CARATTERE

Le sfaccettature del carattere del Rhodesian Ridgeback sono cambiate a seguito del cambiamento del suo utilizzo. Inizialmente nasce come cacciatore e protettore delle tribù. La sua fama lo precedeva: coraggioso, impavido, determinato e lottatore fino all’ultimo respiro.

D’altronde, le caratteristiche da ricercare nell’esemplare erano proprio queste per renderlo vincente e produttivo. Poi, però, è stato sperimentato anche il suo utilizzo come cane da compagnia.

È stato sorprendente notare come sembrasse totalmente un altro cane. Il Rhodesian Ridgeback è un cane considerato molto equilibrato, amorevole, fedele e diligente. Con gli esseri umani, se fa parte di una famiglia, è un vero protettore e distributore di affetto e coccole.

Predilige i bambini, con cui può passare ore intere senza stancarsi mai e senza mostrare mai segni di aggressività. È un po’ diffidente nei confronti degli estranei, ma si limita soltanto a stare attento e tenerlo d’occhio nel caso in cui facesse del male alla sua famiglia. La sera, è solito accoccolarsi accanto al suo padrone sul divano e lasciarsi accarezzare. È infatti un cane che ama molto il contatto umano.

ADDESTRAMENTO

Il Rhodesian Ridgeback è un cane molto fedele e rispettoso del suo padrone. Inoltre, adora la compagnia degli umani. Queste sue caratteristiche fanno che sì che non vengano fuori particolari problemi in fase di addestramento.

È normale che inizialmente, da cucciolo, all’inizio, possa essere disorientato. Ma tendenzialmente è un cane molto calmo, che ascolta e abbastanza sveglio da apprendere in fretta.

CARATTERISTICHE FISICHE

Il Rhodesian Ridgeback è stato un grande combattente durante la storia. Ha cacciato prede molto più grandi e possenti di lui. Da questo è possibile intuire quanto la sua struttura fisica sia solida e resistente.

Dispone infatti di una struttura ossea solida e resistente e di una muscolatura sviluppatissima. Tra gli esemplari maschi e quelli femmine vi è una piccola differenza per quanto riguarda le dimensioni.

Se mantenuto in buone condizioni di salute, il Rhodesian Ridgeback ha una vita media di circa 10 – 12 anni.

ZAMPE

Le zampe del Rhodesian Ridgeback si presentano molto compatte e di forma rotonda. Sono dotate di dita arcuate che gli permettono una maggiore stabilità sul terreno e di cuscinetti abbastanza elastici e resistenti.

Gli arti, tendenzialmente, dispongono di una forte e resistente ossatura e sono in appiombo.

CORPO

Il corpo del Rhodesian Ridgeback si presenta forte, massiccio, muscoloso e resistente.

Tutte le sue parti risultano ben proporzionate tra loro. È da sottolineare la caratteristica principale di questo esemplare: presenta la cresta sul dorso. Quest’ultima è rappresentata da una striscia di pelo sul dorso che cresce in direzione opposta rispetto a tutto il resto del mantello.

PESO E ALTEZZA

Il peso e l’altezza del Rhodesian Ridgeback variano leggermente in base al sesso dell’esemplare. Solitamente, le femmine, sono un po’ più piccole.

L’altezza relativa ad una femmina infatti varia dai 61 ai 63 cm, mentre quella di un esemplare maschio dai 63 ai 69 cm. Legger variazioni sono presenti anche nel peso. Un esemplare femmina può pesare fino a 32 kg e un maschio può invece raggiungere i 36,5 kg.

TESTA

La testa è massiccia, leggermente allungata e ben proporzionata con le restanti parti del corpo del Rhodesian Ridgeback. Il muso termina con un tartufo che è generalmente nero o marrone.

La bocca presenta una mascella possente e una dentatura completa. Gli occhi sono rotondi, ben distanziati tra loro e generalmente ambrati in armonia col colore del mantello. Le orecchie sono di media grandezza e larghe alla base.

CODA

La coda è di media lunghezza e diventa sempre più sottile man mano che ci si avvicina alla sua estremità a punta.

PELO

Il pelo del Rhodesian Ridgeback si presenta corto e fitto.

COLORI

I colori ammessi dagli standard variano dal grano chiaro alla gradazione di grano rosso.

Può essere ammessa una piccola zona di pelo bianco, purché non oltrepassi il petto e non sia eccessivamente grande. Non sono infatti ammesse zone bianche nel ventre o nelle zampe.

CUCCIOLI

I cuccioli di Rhodesian Ridgeback , già dai primi giorni di vita, vanno controllati.

La razza, infatti, è predisposta geneticamente ad alcune patologie da non sottovalutare. Alcune possono essere curate soltanto nei primi mesi di vita del cane.

SALUTE

Il Rhodesian Ridgeback è un cane predisposto geneticamente ad alcune patologie. Quella che si presenta con più frequenza riguarda l’insorgenza del seno dermoide.

Può presentarsi in maniera asintomatica durante i primi giorni di vita del cucciolo, quindi è bene effettuare un controllo sin da subito. L’unica soluzione per questa patologia è la chirurgia, da effettuare entro i primi novanta giorni di vita del cane.

Altri fattori genetici rilevanti possono portare, in età più adulta, a displasia dell’anca e del gomito, ad epilessia e alla torsione gastrica. È sempre consigliata une serie di visite di routine per stabilire un buon piano di prevenzione.

INDICAZIONI SULL’ALIMENTAZIONE

Non sono note particolari allergie o intolleranze alimentari per questa razza. Tuttavia è sempre consigliato contattare il veterinario per stilare una dieta sana ed equilibrata.

Il cane, geneticamente, è predisposto a displasia dell’anca e del gomito quindi aumenti bruschi di peso non sono per niente consigliati.

TOELETTATURA

Il pelo del Rhodesian Ridgeback non richiede molte cure, se non quelle previste per ogni cane.

È bene infatti stabilire una certa routine di igiene, spazzolando frequentemente il cane e utilizzando detergenti che non siano aggressivi né per il pelo, né per la cute. Per la scelta del detergente è possibile chiedere aiuto al veterinario o al proprio toelettatore di fiducia.

ALLEVAMENTI

Nonostante l’esemplare non sia molto diffuso, in Italia vi sono tre regioni in cui sono presenti degli allevamenti riconosciuti. Le tre regioni sono rispettivamente Lombardia, Emilia Romagna e Veneto.

Tuttavia, è sempre bene contattare l’ENCI per verificare che l’allevamento scelto sia quello che rientra tra quelli riconosciuti. L’ente infatti dispone dei nominativi degli allevamenti sia italiani che esteri, con cui può fare da tramite.

È UN CANE DA APPARTAMENTO?

Il Rhodesian Ridgeback è certamente un cane che sa adattarsi al contesto domestico e familiare. Lega tantissimo con i bambini e non è mai aggressivo. Queste sue qualità farebbero di lui, un compagno in casa eccellente. Il problema sta nelle sue dimensioni e nella sua necessità di movimento.

Il cane infatti ha bisogno di spazi esterni in cui girare libero. Quindi, è consigliato farlo vivere in abitazioni che dispongano di spazi esterni, purché recintati. Il Rhodesian Ridgebackè un vecchio cacciatore, potrebbe istintivamente inseguire degli animali se si trova in spazi non controllati.

CURIOSITÀ

Il Rhodesian Ridgebackcome anticipato, fu un grande cacciatore, ma anche un validissimo protettore delle tribù. Sembra fosse così coraggioso da non fermarsi davanti a nessun animale, seppure più grosso e feroce di lui.

In alcuni dipinti e disegni giunti a noi, il Rhodesian Ridgeback viene raffigurato mentre lotta contro dei leoni. Questi disegni vengono considerati attendibili, in quanto piccola raffigurazione di tante leggende che vengono ancora oggi raccontate in territorio africano.

Non è chiaro se li cacciasse o se combattesse contro loro per difendere la sua tribù, ma una cosa è certa: aveva davvero del coraggio da vendere. Erano queste sue caratteristiche a renderlo così necessario all’interno delle tribù africane in cui è presente ancora oggi.

Classificazione FCI – n. 146
Gruppo 6 Segugi e cani per pista di sangue
Sezione 3 Razze affini
Standard n. 146 del 10/12/1996 (en fr)
Nome originale Rhodesian Ridgeback
Tipo Ancora usato in molte regioni per la caccia, è particolarmente apprezzato come cane da guardia e da famiglia
Origine Rhodesia