Seppala Siberian Sleddog

Seppala Siberian Sleddog
esemplare di Seppala Siberian Sleddog

Esemplare di Seppala Siberian Sleddog

Dati generali
Etimologia Il nome ha origine dalla sottospecie di Siberian Husky, la varietà Seppala, appunto, dal nome dell’avventuriero norvegese Leonhard Seppala. Sleddog invece indica i cani da slitta
Genitori Deriva dalla sottospecie “Seppala” di Siberian Husky
Presente in natura No
Longevità 12-15 anni
Impieghi Cane da slitta, cane da caccia
Taglia Grande

Il Seppala Siberian Sleddog è stato per tanto tempo confuso con il Siberian Husky, dal quale in realtà discende.

È infatti una razza molto giovane che ancora oggi non è stata riconosciuta né dalla FCI, né dall’ENCI.

A differenza dell’Husky, il Seppala Siberian Sleddog ha un corpo più snello e leggero: le sue zampe e in generale tutto il corpo sono più lunghi, e la sua struttura sia ossea che corporea sono più delicate.

Questo per un motivo: i Seppala sono considerati principalmente dei cani da lavoro, mentre i Siberian Husky sono ormai sono cani da compagnia e da esposizione. Per questa ragione le loro zampe e il loro corpo sono più lunghi, per poter affrontare uno sforzo fisico

Scheda informativa del Seppala Siberian Sleddog
Anallergico No
Per bambini Sì, con la giusta attenzione ma ama giocare e soffre la noia
Per anziani No, per il bisogno di esercizio
Con altri cani Socievole, in quanto cane da slitta è abituato a lavorare in gruppo
Con gatti Potrebbe risultare diffidente, ha un istinto di caccia molto sviluppato
Rumoroso Può abbaiare molto quando caccia o tira la slitta
Sport Esercizi per tenerlo attivo, cane molto sportivo che ha bisogno di molta attività

Origini storiche della razza

Il Seppala Siberian Sleddog discende dai cani da slitta della Siberia nord-orientale, che si sono adattati per far fronte a spietati venti di burrasca, bufere di neve e terre desolate.

Questo esemplare prende il nome da Leonhard Seppala, famosissimo guidatore di slitte. Di origini norvegesi, quest’uomo che si trasferì in Alaska per cercare fortuna, divenne invece noto come uno dei piloti di cani da slitta di maggior successo del suo tempo.

A rischio della sua stessa vita partecipò alla famosa corsa per Nome, una cittadina dell’Alaska colpita durante l’inverno del 1925 da un’epidemia molto violenta di difterite, che colpiva soprattutto i bambini. Insieme alla sua squadra di cani da slitta compì un’impresa eccezionale: andarono avanti per 340 miglia, in condizioni estreme, con temperature bassissime e colpiti da venti gelidi per consegnare l’antidoto nella città colpita.

Nonostante la popolarità derivata dall’impresa, nel 1969 i Seppala stavano rischiando l’estinzione: grazie al veterinario canadese J. J. Bragg – che si rese conto che i cani di questa razza derivavano da soli nove esemplari registrati negli anni trenta – questo esemplare è arrivato fino a noi.

Lo scopo di Bragg era quello di creare un cane da slitta, capace di lavorare nelle difficili condizioni che si possono incontrare nel Canada Settentrionale o in Alaska.

Prezzo

Al di fuori dell’America del Nord e del Canada questo esemplare non è diffuso, in Italia poi è praticamente sconosciuto.

Inoltre, essendo non essendo una razza riconosciuta dall’ENCI, non esistono allevamenti certificati.

Carattere

Cane dall’aspetto maestoso, il Seppala Siberian Sleddog ha grandi abilità, con un’etica del lavoro invidiabile. È un cane sveglio ed elegante, dedito al suo padrone e ai familiari.

È attivo, pieno di energia, vivace e allegro, docile e gentile, amichevole e attento: il Seppala si è evoluto in branco, quindi è molto felice di lavorare in squadra con altri cani.

È un cane che non è mai aggressivo, nemmeno con gli estranei, anche se si dimostra abbastanza diffidente con loro. Il Seppala stringe un forte legame con il proprio padrone, ed è sempre pronto a collaborare con tutto il nucleo familiare.

Data la sua natura, si lega fortemente anche agli altri cani del gruppo, coesistendo pacificamente. Il Seppala Siberian Sleddog ha una determinazione e un’etica del lavoro impressionante, che lo fa andare avanti anche in condizioni atmosferiche pessime.

A questa razza piace molto ululare e si annoia facilmente: non ama essere lasciato solo per un lungo periodo e ha bisogno di tanto esercizio fisico per sfogare la sua energia.

Addestramento

Il Seppala è frutto di una selezione che lo ha portato ad essere un ottimo cane da lavoro: per questo è un esemplare molto intelligente e sveglio.

È un cane facilmente addestrabile ma ad una sola condizione: che il suo padrone sia coerente e fermo nell’educazione. L’addestramento di questo cane richiede pazienza, coerenza, comprensione del suo carattere e soprattutto polso: se riuscirete a non far prevalere la sua parte più testarda, avrete un eccellente compagno, docile e pronto ad obbedirvi.

Caratteristiche fisiche

Il Seppala Siberian Sleddog è un cane di taglia medio-grande, con spalle, collo e torace ben sviluppati che si sono adattati, nel corso degli anni, al lavoro di trasporto delle slitte.

Malgrado la somiglianza con l’Husky, le sue zampe e in generale tutto il corpo sono più lunghi e slanciati.

Zampe

Le zampe di questa razza sono molto lunghe, snelle e robuste.

Corpo

Come accennato, rispetto al Siberian Husky questo cane ha una costituzione più leggera e lo stop meno marcato. Il dorso è dritto e la groppa meno inclinata.

Peso e altezza

Un esemplare adulto raggiunge un’altezza massima che va da 56 a 58 cm, per un peso che può oscillare tra i 18 e i 27 kg.

Testa

Il Seppala ha una testa allungata, deliziosi occhi a mandorla che possono essere marroni o blu, le orecchie sono, dritte, a punta e vicine tra loro, il tartufo è nero.

Coda

La coda è naturalmente tenuta alta in una curva a falce sul dorso quando è in allerta.

Pelo

Il mantello del Seppala Siberian Sleddog, di media lunghezza, ha un sottopelo così folto e denso da essere lungo quasi come il pelo che lo copre.

Colori

I colori del mantello del Seppala Siberian Sleddog possono variare senza comportare un problema per la razza. Molto diffusi sono il mantello di colore bianco puro, bianco e marrone, nero, grigio antracite, grigio puro e con sfumature grigio-blu.

Cuccioli

Come tanti altri cuccioli, i Seppala hanno un’indole molto giocherellona e attiva: è bene quindi dedicare loro tempo ed energie per mantenerli sani e farli crescere al meglio.

Questi cani sono pieni di energia anche da grandi, ma è bene abituarli fin da piccoli a ricevere comandi, per non farli crescere testardi e birichini.

Salute

Il Seppala Siberian Sleddog ha una salute di ferro: ha un’aspettativa di vita tra i 12 e i 15 anni, non mostra nessuna tendenza ad ammalarsi né patologie congenite: abituato ai climi rigidi del suo paese d’origine è un cane che si ammala raramente.

Per questo motivo è meglio moderare le sue attività quando fa troppo caldo: grazie alla sua pelliccia spessa può vivere all’esterno in ogni stagione perché sopporta bene il freddo.

Indicazioni sull’alimentazione

Questo esemplare ha un metabolismo straordinario, che richiede, in relazione alla sua stazza, davvero poco cibo. È necessario che l’alimentazione sia altamente proteica, anche perché questa razza deve sopportare le rigide temperature del suo paese d’origine.

Toelettatura

Il Seppala Siberian Sleddog non ha bisogno di una toelettatura particolare, ma necessita, nei periodi di muta, di essere spazzolato ogni giorno: avendo un sottopelo molto folto la perdita di pelo è abbondante.

Allevamenti

Come già accennato, la razza del Seppala Siberian Sleddog è molto giovane e ancora oggi non è stata riconosciuta né dalla FCI, né dall’ENCI: esistono degli allevamenti in Canada e in America del Nord, ma non sono certificati.

È un cane d’appartamento?

Ovviamente questa razza non è adatta alla vita in appartamento, sia per le sue dimensioni che per la sua natura da cane da slitta.

È perfetto per dei padroni dallo stile di vita attivo: è un ottimo compagno per fare lunghe passeggiate o corse. Ovviamente hanno tanta energia da consumare e questo richiede tanto moto.

Nato e allevato in paesi dal clima freddo, il Seppala non dovrebbe vivere ad alte temperature: per rendere questo animale felice è bene fornirgli tanto spazio per correre, giocare e seguire la sua natura, ancor meglio se in compagnia di altri cani.

Curiosità

Conosciamo tutti la storia di Balto, il cane che durante l’epidemia di difterite in Alaska nel 1925 trainò una delle slitta che trasportava il medicinale per la cura fino alla città di Nome.

Per anni Balto è stato celebrato come l’eroe della spedizione (tra il film e la statua a New York, al Central Park), ma non tutti sanno all’impresa partecipò anche Togo, un Seppala Siberian Sleddog che ad oggi è considerato il vero protagonista.

Leonhard Seppala e il suo Togo avrebbero percorso il tratto più pericoloso e lungo della staffetta per portare il medicinale a destinazione. Nel 2001 il cane ha avuto finalmente il suo riconoscimento: una statua nel Seward Park di New York.