Setter Irlandese

Setter Irlandese
esemplare di setter irlandese

Esemplare di Setter Irlandese

Dati generali
Etimologia Da “to set”, cioè “fermarsi” più l’area di appartenenza.
Genitori Setter Inglese x Cani da ferma irlandesi
Presente in natura No
Longevità 12-15 anni
Impieghi Cane da caccia, cane da compagnia, cane da ferma
Taglia Media

Il Setter Irlandese, detto anche Red Setter, proviene come dice lo stesso nome dall’Irlanda e insieme al Setter Inglese e al Setter Gordon fa parte della famiglia di setter selezionate e presenti in Inghilterra.

La razza dei Setter Irlandesi è riconosciuta dalla FCI, la federazione internazionale delle associazioni di allevatori canini, ed è inserita nel gruppo 7, quello dei cani da ferma.

È una razza molto diffusa in tutta Europa ma non molto in Italia dove è invece più presente il Setter Inglese.

Scheda informativa del Setter Irlandese
Anallergico No
Per bambini Molto attivo e giocherellone, quasi perennemente, sarà un ottimo compagno per loro
Per anziani No, per il bisogno di esercizio
Con altri cani Socievole se adeguatamente addestrato alla socializzazione
Con gatti Va necessariamente abituato sin da cucciolo alla loro presenza
Rumoroso Abbaia quando vuole attirare l’attenzione
Sport Venatori, diversi sport canini e generalmente molto esercizio fisico

ORIGINI STORICHE DELLA RAZZA

Le origini di questa razza sembra che risalgano probabilmente al XVIII secolo e nasca dall’incrocio tra Setter Inglesi, Spaniel e Setter Gordon.

I primi esemplari venivano chiamati spaniel rossi o in gaelico modhu rhu, cioè proprio “cane rosso” anche se esistevano esemplari non solo completamente rossi ma anche con macchie bianche.

La nascita di Setter Irlandesi interamente rossi si deve al conte di Enniskillen che nei primi anni del 1800 nei suoi allevamenti selezionò soltanto esemplari con il manto di di questo colore.

Un cane di nome Elcho fu il primo Setter Irlandese importato negli Stati Uniti. Arrivò nel 1875 e divenne una star negli show imponendosi anche come cane da caccia.

Il primo Setter Irlandese registrato dall’American Kennel Club nel 1878 fu un esemplare di nome Ammiraglio. Quella dei Setter Irlandesi è diventata rapidamente una delle razze più popolari in America.

Nel corso dell’800 iniziarono ad esistere due tipologie di Setter Irlandesi che si sono mantenute fino ad oggi: una più grande da show e mostre canine e una più leggera ed elegante da caccia.

PREZZO

Il prezzo di un esemplare di Setter Irlandese proveniente da un allevamento certificato è di circa 500-600 euro.

CARATTERE

I setter irlandesi sono affettuosi e giocherelloni e talvolta anche dispettosi tanto che non è raro sorprenderli a rubare biancheria intima od oggetti personali del suo padrone solo per fargli uno scherzo. Sono cani con cui sicuramente non ci si annoia, simpatici e sempre pronti a divertirsi.

Parliamo infatti di cani molto socievoli ed estroversi che amano stare sia con le persone che con gli animali, tutti tranne ovviamente la selvaggina che cacciano.

Vengono spesso impiegati come cani da lavoro e cani da compagnia ma non come cani da guardia anche se, qualora percepissero che il proprio padrone è in pericolo, non esiterebbero a difenderlo.

Allo stesso modo segnalano l’arrivo degli estranei o di ospiti abbaiando, spesso anche rumorosamente.

Sono dunque ottimi cani per famiglie con bambini con i quali giocano e si divertono sfrenatamente. Ma bisogna stare attenti in quanto, grazie alla loro forza, possono urtare e fare male ai più piccoli. È bene quindi sorvegliarli sempre durante i pomeriggi di gioco.

Inoltre i setter irlandesi si legano particolarmente alla loro famiglia e non amano stare per molto tempo da soli. Tendono infatti a sviluppare comportamenti distruttivi e nervosi generati da depressione e ansia da separazione.

ADDESTRAMENTO

Per tutti i motivi appena illustrati i Setter Irlandesi hanno bisogno di essere addestrati all’obbedienza.

Ma niente paura perché questi cani sono sì furbi ma anche molto intelligenti e dunque facili da addestrare.

L’importante è farlo con una certa fermezza e coerenza attraverso il rinforzo positivo evitando di impartire comandi con rabbia e forza ma mantenendo comunque una certa autorità.

Gli esemplari di Setter Irlandese tendono a soffrire di deficit d’attenzione quindi bisogna ricordare di mantenere sempre vivo il loro interesse attraverso sessioni di addestramento brevi ma intense e costanti.

Molto utile nel caso di questa razza risulta essere l’applicazione dell’addestramento della cassa scegliendo quella giusta e utilizzando sempre lodi e ricompense alimentari.

CARATTERISTICHE FISICHE

ll Setter Irlandese è un cane di taglia media con un’aspettativa di vita di 12-15 anni.

Zampe

Le zampe sono composte da ossa e muscoli ben formati e strutturati che permettono lunghi scatti in velocità ma al contempo un’andatura elegante e fiera.

Corpo

Il fisico del Setter Irlandese è molto atletico. Gli esemplari di questa razza presentano infatti un ampio torace e una muscolatura sviluppata e proporzionata.

Peso e altezza

Il peso oscilla tra i 27 e i 40 chili per gli esemplari maschi e tra i 20 e i 28 chili nelle femmine. L’altezza al garrese è di circa 68 centimetri nei maschi e di 63 centimetri negli esemplari femmine.

Testa

La testa è allungata con il muso sporgente e tartufo nero. Gli occhi sono di colore marrone scuro, le orecchie hanno forma triangolare e sono sottili. Le orecchie sono grandi e pendenti verso il muso.

Coda

La coda è lunga, dritta e presenta frange di pelo su tutta la lunghezza.

Pelo

Il pelo è lungo, liscio, sottile e setoso con frange tranne che sulla testa.

Colori

Il colore standard è il rosso mogano brillante.

CUCCIOLI

I cuccioli di Setter Irlandese sono allegri, curiosi e giocherelloni e fin dall’inizio amano stare in compagnia, in quanto sempre ben disposti verso le persone.

Hanno però un temperamento molto energico e indipendente e dunque devono essere addestrati e socializzare in fase precoce entrando in contatto con altri animali, persone al di fuori della famiglia, luoghi e fare esperienze nuove.

Un ottimo allenamento può essere quello di fare incontrare al cucciolo persone direttamente a casa, nel suo habitat, e successivamente portarlo a passeggiare in parchi affollati e zone con molti negozi aiutandolo così a perfezionare le sue abilità sociali.

I Setter Irlandesi raggiungono comunque la maturità intorno ai 2 anni e tendono a mantenere il loro atteggiamento da cuccioli anche in età adulta.

SALUTE

I cani di questa razza, come gli altri della famiglia setter, sono molto robusti e resistenti ma presentano alcune patologie ereditarie che bisogna conoscere soprattutto quando ci si reca in un allevamento.

I setter irlandesi, come molti quadrupedi di taglia medio-grande, possono presentare displasia dell’anca e del gomito che danno luogo ad andatura zoppicante e, con l’invecchiamento, anche all’artrite.

Ma rischiano anche la torsione gastrica causata dall’eccesso di cibo o di acqua consumati troppo in fretta o dopo un intenso allenamento.

Caratteristica di questa razza è anche la panosteite che colpisce le ossa causando dolore e infiammazione.

Quando invece il cane assume troppe proteine ​​e calcio soprattutto nei primi mesi di vita può manifestarsi l’osteodistrofia ipertrofica caratterizzata non solo da zoppia ma anche da febbre, inappetenza, articolazioni gonfie, letargia.

Tra le patologie ossee di cui possono soffrire i Setter Irlandesi c’è anche l’osteocondrosi dissecante che si distingue per una crescita anomala della cartilagine dei gomiti e talvolta delle spalle. Questa malattia viene diagnosticata solitamente intorno ai 4/9 mesi di vita.

Infine, non di rado, i Setter Irlandesi possono soffrire anche di epilessia, ipotiroidismo e di atrofia retinica progressiva che può peggiorare fino alla cecità.

Indicazioni sull’alimentazione

Per mantenere il suo fisico atletico, il Setter Irlandese deve ricevere un’alimentazione bilanciata ed equilibrata a base di croccantini o di cibo umido su consiglio e guida del veterinario.

La dose giornaliera consigliata da suddividere in due razioni al mattino e alla sera è di circa 400/500 grammi di croccantini con un 10% di cibo umido.

Toelettatura

ll manto del Setter Irlandese deve essere curato ogni giorno. Il pelo deve essere spazzolato sempre per rimanere senza nodi e grovigli e mantenersi sempre lucido.

Ad ogni passeggiata inoltre è sempre bene passare un panno sul pelo e sul muso in particolare per eliminare residui di erba, terra e simili che potrebbero generare grumi di sporco.

In ogni caso il manto dei cani di questa razza tende a rimanere sempre pulito e non ha bisogno di bagni frequenti a meno che chiaramente non faccia cattivo odore.

Come tutti i cani con orecchie pendenti, anche gli esemplari di questa razza possono incorrere in infezioni. Questo è il motivo per cui devono essere controllate frequentemente per valutare la presenza di cattivo odore o di materiale che ostruisce il condotto uditivo.

ALLEVAMENTI

Nonostante questa razza stia iniziando a diffondersi anche in Italia, gli allevamenti di Setter Irlandesi sono ancora molto pochi e se ne calcolano circa una ventina.

Inoltre, considerate le numerose malattie ereditarie a cui sono soggetti i cani di questa razza, è sempre bene informarsi sulla serietà dell’allevamento a cui ci si sta rivolgendo verificando i documenti sanitari non solo del cucciolo ma anche dei suoi genitori.

È UN CANE D’APPARTAMENTO?

Il Setter Irlandese è sicuramente un cane da appartamento proprio perché sviluppa un forte attaccamento alla famiglia anche se la soluzione ideale per gli esemplari di questa razza è un casa con un giardino o comunque uno spazio aperto e recintato per evitare che fugga via a caccia di uccelli.

I cani di questa razza hanno bisogno inoltre di molto movimento ed esercizio fisico quindi per loro è sia fondamentale avere un’area ampia in cui sgambettare sia fare intense e lunghe passeggiate insieme al proprio padrone.

CURIOSITÀ

La popolarità del Setter Irlandese è aumentata intorno agli anni ’60 e ’70, grazie al film Disney “Compagni d’avventura” il cui protagonista era proprio un Setter Irlandese di nome Big Red, ma anche alla presenza alla Casa Bianca di Timahoe, un esemplare di questa razza durante l’amministrazione Nixon.

Proprio per la loro indole particolarmente socievole, i setter irlandesi vengono spesso utilizzati nella pet therapy sia negli ospedali sia nelle case di riposo, con gli anziani e con i bambini.

Oggi il Setter Irlandese si colloca al 68° posto tra le 155 razze e varietà riconosciute dall’AKC.

Classificazione FCI – n. 120 e 330
Gruppo 7 Cani da ferma
Sezione 2 Cani da ferma britannici
Sottosezione 2.2 Setter
Standard n. 120 e 330 del 13/03/2001 e 19/04/2005
Nome originale Irish Red Setter e Irish Red and White Setter
Origine Irlanda