Skye Terrier

Skye Terrier
esemplare di Skye Terrier

Esemplare di Skye Terrier

Dati generali
Etimologia Nome di origine britannica che indica il tipo e l’area d’origine, l’Isola di Skye
Genitori Antica razza scozzese
Presente in natura No
Longevità 10-12 anni
Impieghi Cane da compagnia, cane da caccia
Taglia Media

Originario della Scozia, lo Skye Terrier è un cane ancora poco conosciuto in Italia, ma apprezzato dai cinofili più esperti per il suo aspetto caratteristico e per il suo carattere amichevole.

Si tratta – come è evidente dal nome – di un Terrier un po’ insolito: il corpo è allungato e l’andatura elegante. Caratteristiche che lo rendono unico e ben distinguibile.

Scheda informativa del Skye Terrier
Anallergico No
Per bambini Il rapporto con i più piccoli va affrontata con attenzione, non sopporta i comportamenti bruschi e inoltre si affeziona solo al suo padrone di norma
Per anziani Sa adattarsi a vita più sedentaria, l’importante che siano soddisfatti i suoi bisogni
Con altri cani Socievole, normalmente molto attivo
Con gatti Ha un forte istinto da cacciatore, quindi è importante che crescano insieme
Rumoroso Abbaia per avvisare la presenza di un intruso
Sport Esercizi regolari, agility, ricerca, freestyle

Origini storiche della razza

Sfortunatamente, le notizie circa le origini della razza sono davvero poco chiare. Soprattutto perché, tra il XVII e il XVIII secolo, questo cane veniva chiamato con nomi sempre diversi tra loro: Glasgow Terrier, Paisley Terrier e Fancy Skye Terrier, per citarne alcuni. Una cosa sembra però essere certa: la razza è originaria della Scozia, e più precisamente dell’isola di Skye, che fa parte del bell’arcipelago delle Ebridi. Al di là di questo, non ci sono notizie ben definito sullo Skye Terrier, che sembra comunque avere origini piuttosto antiche.

Prezzo

Trattandosi di un cane davvero poco conosciuto e diffuso in Italia, non è possibile fare una stima precisa del costo per l’acquisto di un cucciolo.

Carattere

Il tratto più noto del carattere dello Skye Terrier è senza dubbio l’affettuosità: questo cane riconosce un solo padrone, al quale si lega in maniera davvero morbosa. Questo lo porta quindi ad essere molto diffidente e sospettoso nei confronti degli estranei, ma senza diventare mai aggressivo. Al di là di questo, si dimostra un incredibile giocherellone: sempre molto all’attività fisica, ben predisposto al divertimento, sa relazionarsi molto bene con i suoi simili ed anche con i bambini, ammesso che questi non abbiano atteggiamenti bruschi nei suoi confronti.

Ma non si tratta soltanto di un cane entusiasta e agile, ma anche di un animale particolarmente furbo, intelligente e testardo. Tutte queste caratteristiche, riunite insieme, lo rendono non troppo facile da addestrare, soprattutto se non si segue un metodo giusto. Quello che c’è da sapere su questa razza è che, al di là del grande attaccamento al padrone, vanta un carattere forte e per nulla servile, che forse vi darà del filo da torcere sotto alcuni aspetti. Ma sicuramente vi ricompenserà sotto altri.

Addestramento

Come già anticipato, il carattere dello Skye Terrier richiede una metodologia di addestramento ben curata. Data la sua testardaggine, è importante che il padrone sappia gestire un’educazione rigorosa: è consigliato, infatti, cominciare nei primi mesi di vita del cucciolo, in modo tale che si abitui sin da subito a seguire le indicazioni del proprietario. Per i rinforzi positivi, che rappresentano un grande aiuto a vostro vantaggio, potete utilizzare golosi premi nel corso di tutto l’addestramento. In ogni caso, se riuscite a trovare un giusto canale di comunicazione con il vostro amico a quattro zampe, sicuramente vi sarà facile addestrarlo come meglio credete.

Caratteristiche fisiche

Lo Skye Terrier è un cane di piccola taglia – lungo ben due volte la sua altezza -, dall’andatura molto elegante.

Zampe

Entrambi gli arti sono corti, muscolosi e ben dritti. Quanto ai piedi, quelli anteriori sono più larghi di quelli posteriori, e tendono a puntare direttamente in avanti. In tutte e quattro le zampe, i piedi sono caratterizzati da cuscinetti spessi e unghie forti.

Corpo

Lo Skye Terrier si distingue per la sua corporatura lunga e bassa. Il tronco è muscoloso e appare molto solido, il torace disteso, il dorso orizzontale e il rene corto. Nel dettaglio, i fianchi risultano appiattiti per via del pelo che vi ricade dritto. Il collo, invece, risulta forte e leggermente arcuato.

Peso e altezza

La razza rispecchia a pieno le misure di una taglia piccola. Indipendentemente dal genere, il cane ha un’altezza di circa 25/26 cm. Invece, la lunghezza dalla punta del tartufo a quella della coda oscilla intorno ai 105 cm, considerando che le femmine tendono ad essere lievemente più corte dei maschi. Quando al peso, la razza varia tra i 10 e i 12 Kg.

Testa

La testa è lunga e potente, caratterizzata da un cranio di larghezza moderata alla sommità, che tende a restringersi verso la zona del muso. Lo stop è leggero, il tartufo di colore nero, e le mascelle sono forti e caratterizzata da una buona chiusura a forbice. Gli occhi sono di media grandezza, vicini tra loro e di colore marrone (meglio se scuro): a colpire è soprattutto l’incredibile espressività dello sguardo di questo cane, che conquista facilmente il suo padrone. Le orecchie possono essere erette o pendenti. Nel primo caso, sono ricoperte di frange di pelo, con margini esterni dritti ed interni inclinati. Nel secondo caso, il padiglione auricolare è più grande, per cui ricade dritto e ben aderente al cranio.

Coda

La coda è di lunghezza proporzionale alla struttura del cane, e tendenzialmente più spessa alla radice.

Pelo

La razza si distingue per un doppio mantello: il sottopalco è corto, fitto, morbido e lanoso; il pelo è lungo al punto giusto, duro, dritto e piatto, e non rappresenta mai un ostacolo per il corretto movimento del cane. Più nel dettaglio, il pelo sulla testa tende ad essere più corto e soffice, ma va comunque a ricoprire il muso e gli occhi, senza però impedire la vista al cane. Anzi, all’altezza degli occhi il pelo del muso si mescola con quello posto ai lati del cranio, andando poi a contornare le orecchie e mettendo in risalto lo sguardo espressivo dell’animale.

Colori

I colori ammessi per questa razza sono: nero grigio – chiaro o scuro -, fulvo o crema. In particolare, ogni monocolore è accettato purché presenti estremità nere (naso e orecchie). Anzi, è anche possibile che il monocolore presenti sfumature della stessa tinta e un sottopalco più chiaro.

Cuccioli

Come potete immaginare, il cucciolo di Skye Terrier ha un aspetto incredibilmente tenero e simpatico. C’è però da aspettarsi un cane agile, che ha un incredibile voglia di muoversi e non vuole rimanere fermo ad annoiarsi. Sin dai primi mesi di vita, quindi, dovrete intrattenere il vostro amico a quattro zampe al meglio, portandolo fuori a socializzare e a scaricare le sue energie. Accanto all’aspetto ludico, è importante pensare anche a quello educativo, sopratutto in virtù del fatto che l’addestramento di questa razza deve iniziare molto presto, prima che il cane sviluppi il suo aspetto più testardo.

Salute

Lo Skye Terrier vanta un’origine di cane da caccia, il che lo rende piuttosto robusto e solido. In linea di massima, ha una vita media di circa 11 anni o poco più, durante i quali non soffre di particolari problemi di salute. Chiaramente, come molte altre razze, anche questa può soffrire di particolari patologie congenite: allergie e problemi digestivi in primis, ma anche l’ernia del disco sembra colpire questo cane. In ogni caso, una selezione genetica attenta da parte dell’allevatore vi assicurerà un Terrier senza particolari patologie.

Per quanto robusto, è comunque un cane che mal tollera le temperature troppo alte e/o troppo basse. In estate, quindi, dovrete stare attenti ad eventuali colpi di calore, idratando il vostro amico a quattro zampe quanto più possibile. In inverno, invece, è consigliabile far dormire il cane in casa, perché non ha un rapporto ottimale con il freddo. Tra l’altro, per indole, questa razza ama in modo particolare rimanersene tra le mura domestiche in compagnia del padrone.

Indicazioni sull’alimentazione

Quanto all’alimentazione, non ci sono troppe indicazioni specifiche. È importante però che il cane, soprattutto nei primi mesi di vita, segua una dieta di qualità che possa assicurargli la formazione di un’ossatura ben solida. Orientativamente, uno Skye Terrier consuma circa 240 grammi di crocchette al giorno, a cui si consiglia di aggiungere circa il 10% di cibo umido.

Toelettatura

Data la particolare conformazione del pelo, questo cane va spazzolato almeno una volta al giorno per evitare la formazione di nodi fastidiosi. Questa abitudine non va abbandonata neppure nei periodi di muta, durante i quali il cane ha comunque una perdita piuttosto moderata di peli.

Allevamenti

Come già anticipato, la razza non è ancora molto conosciuta nel nostro Paese. Nonostante questo, per chi fosse davvero interessato ad avere in casa uno Skye Terrier, esiste un solo allevamento certificato ENCI che si occupa della vendita di cuccioli. Più nel dettaglio, questo si trova in Toscana, in provincia di Pisa, ed è ben apprezzato dagli estimatori della razza.

È un cane d’appartamento?

Non trattandosi di un cane troppo grande (e ingombrante), lo Skye Terrier può vivere tranquillamente in appartamento. Se è vero che ama giocare e correre in libertà in ampi spazi aperti, è altrettanto vero che questo cane ama starsene tranquillo quando si trova a casa. Ma quello che c’è da considerare è il suo bisogno di attività fisica, che è pressoché innegabile. Quindi possiamo dire che la razza può adattarsi alla vita in appartamento solo se il padrone sarà comunque disposto a regalare al cane uscite all’aperto, corse e passeggiate.

Curiosità

In passato, questo cane è stato utilizzato per la caccia, soprattutto per animali da tana. Si dice infatti che, nel caso in cui venisse lasciato solo in giardino, sarebbe in grado di ripulirlo dalla presenza di roditori o altri animaletti.

Sembra che in Scozia, sua patria d’origine, questo cane sia ricordato per l’incredibile affetto che dimostra nei confronti del padrone.

Classificazione FCI – n. 75
Gruppo 3 Terrier
Sezione 2 Terrier di piccola taglia
Standard n. 75 del 19/01/2011 (en fr)
Nome originale Skye terrier
Origine Regno Unito