Spinone Italiano

Spinone Italiano
Spinone Italiano nell'erba

Esemplare di Spinone Italiano

Dati generali
Etimologia Nome che ne indica l’origine e la tipologia
Genitori Di antica origine italiana
Presente in natura No
Longevità 12-14 anni
Impieghi Cane da compagnia, cane da caccia
Taglia Grande

Lo Spinone Italiano è una razza antichissima, tra le più rappresentative della Penisola e impiegata nella caccia.

La razza dello Spinone Italiano è riconosciuta dalla FCI, la federazione internazionale delle associazioni di allevatori canini, ed è inserita nel gruppo 7, quello dei cani da ferma.

L’aspetto caratteristico di questo cane gli è valso diversi soprannomi tra cui “cane filosofo” o “cane poeta” o persino “cane clochard” perché apparentemente trasandato.

Scheda informativa del Spinone Italiano
Anallergico No
Per bambini Sì, molto dolce e adatto a loro
Per anziani No, per il bisogno di esercizio
Con altri cani Socievole, molto attivo
Con gatti Deve crescere insieme a loro per garantire una convivenza tranquilla, dato l’istinto da cacciatore
Rumoroso Moderatamente
Sport Venatori, canicross, agility dog

ORIGINI STORICHE DELLA RAZZA

Come accennato, gli Spinoni Italiani sono cani dalle origini molto antiche e le prime testimonianze sulla razza risalgono al periodo d’oro della cultura greca. Ci sono per esempio indicazioni riportate nei testi degli storici Senofonte e Arriano. Spostandoci nel mondo latino, lo Spinone Italiano viene nominato anche nei testi di Seneca e del poeta romano Nemesiano.

Allo stesso modo del Bracco, anche lo Spinone Italiano si diffuse maggiormente durante il Rinascimento. Per esempio, in un dipinto del Mantegna esposto nella Sala degli Sposi di Palazzo Ducale a Mantova si trova dipinto, in un dettaglio, un esemplare di questa razza.

A partire dal ‘600, lo Spinone Italiano era principalmente conosciuto come Griffone. Tracce scritte di questa razza si trovano anche alla fine del secolo, nel testo del dotto Sélincourt “Le parfait chasseur” del 1683 e dedicato proprio a questi cani che elogia in ogni suo aspetto. “I migliori griffoni – scrive -provengono dall’Italia e dal Piemonte”.

Nel corso dei secoli gli Spinoni Italiani furono utilizzati nelle famiglie nobili della Penisola come fedeli cani da caccia e, ben presto, la loro fama di segugi abili e veloci si diffuse in tutta Europa tanto che venne esportato ovunque. Come accadde anche al Bracco, questa razza però attraversò un periodo di crisi in seguito alla diffusione dei cani da caccia di origine inglese.

Proprio per questo rischiò l’estinzione ma a metà del Novecento, grazie all’interesse e all’attività del dott. Brianzi, gli Spinoni furono nuovamente selezionati e ripresero la loro ascesa nella categoria dei cani da caccia.

La razza fu riscoperta all’inizio degli anni Cinquanta e oggi è particolarmente diffuso non solo in Italia ma anche nei Paesi scandinavi e nel Regno Unito.

PREZZO

Il prezzo di un esemplare di Spinone Italiano proveniente da un allevamento certificato può oscillare dai 500 e gli 800 euro.

CARATTERE

Lo Spinone Italiano è conosciuto per essere un cane docile e amichevole e molto affettuoso e gentile con gli esseri umani. È una razza anche molto attenta, fedele e intelligente ma anche decisamente paziente e raramente aggressivo. Talvolta può risultare testardo ma è comunque facile da addestrare in quanto riesce ad imparare velocemente e facilmente.

Lo Spinone stabilisce un forte legame con il suo padrone tanto che non è capace a stare per molto tempo da solo senza sentirsi abbandonato e a non soffrire di depressione, ansia da distacco e malinconia.

Gli Spinoni vanno d’accordo con gli altri animali senza essere mai aggressivi e dominanti ma anche con i bambini di cui riescono ad essere degli ottimi compagni di gioco pazienti e gentili.

Gli esemplari di questa razza sono molto attivi ed energici e quindi non particolarmente adatti a persone sedentarie e pigre. Il padrone perfetto per uno Spinone Italiano è qualcuno disposto a farlo correre e giocare rispettando la sua indole dinamica di segugio.

Gli Spinoni Italiani sono sempre stati utilizzati come cani da caccia e da ferma adatti ad ogni tipo di terreno. Ma ad oggi è diventato un ottimo cane da compagnia che sa godersi il relax accanto al proprio amico umano.

ADDESTRAMENTO

Lo Spinone Italiano è un cane molto intelligente e attento e quindi perfettamente capace di imparare facilmente i comandi impartiti.

Il suo essere docile e pacato inoltre non richiede un addestramento basato sulla forza e l’energia e il rinforzo positivo può essere più che sufficiente anche perché questo cane risponde bene al sistema delle ricompense. Tra l’altro, dal momento che spesso può assumere un atteggiamento testardo, sbagliare metodo di addestramento può rendere difficile il rapporto con il padrone.

L’addestramento bisogna associarlo anche a un percorso di socializzazione per evitare che lo Spinone Italiano si isoli dalle altre persone e dagli altri animali.

CARATTERISTICHE FISICHE

Lo Spinone Italiano è un cane di taglia grande con un’aspettativa di vita di 12-14 anni.

Zampe

Le zampe sono muscolose e tornite, perfette per la corsa su lunghi tratti, più che altro perché dotati di grande resistenza più che di velocità.

Corpo

Il fisico dello Spinone Italiano è compatto e atletico oltreché aerodinamico da perfetto cane da caccia con un corpo muscoloso e robusto che lo rende resistente alla fatica e in grado di lavorare su quasi tutti i terreni.

Peso e altezza

Il peso di un esemplare di questa razza oscilla tra i 28 e i 37 chili. Le femmine si presentano più minute e snelle. L’altezza al garrese è di circa 60 centimetri nelle femmine e di 65 centimetri nei maschi.

Testa

La testa è leggermente più piccola rispetto al resto del corpo. Gli occhi sono marrone scuro dallo sguardo dolce e paziente. Le caratteristiche peculiari sono però le orecchie lunghe e ricadenti sul muso e ovviamente il tartufo grosso e prominente.

Coda

La coda è lunga e si assottiglia leggermente in punta.

Pelo

Il pelo dello Spinone Italiano si presenta duro, ruvido dritto e voluminoso. Il sottopelo invece è più diradato.

Colori

I colori ammessi dallo standard sono il bianco, il bianco arancio, il bianco e marrone, il roano e il roano marrone.

CUCCIOLI

I cuccioli di Spinone Italiano hanno un temperamento pacato e docile fin dai primi mesi di vita e stabiliscono facilmente il contatto con il proprio padrone. Bisogna però fare attenzione alla loro socializzazione per evitare che sviluppino un’indole troppo timida e introversa.

Far provare a un cucciolo di Spinone esperienze differenti e fargli incontrare persone che non facciano parte della famiglia e altri animali farà sì che diventi amichevole e gentile con tutti.

L’alimentazione dello Spinone Italiano deve essere curata fin da cucciolo, soprattutto se si intende crescerlo come cane adibito alla caccia.

SALUTE

Lo Spinone Italiano è un cane decisamente robusto ma può ovviamente soffrire di alcune malattie specifiche. Una patologia specifica di questa razza è l’epilessia idiopatica caratterizzata da crisi convulsive, contrazioni muscolari, perdita di feci e urine, eccessiva salivazione.

Un’altra patologia di cui spesso possono soffrire questi cani è l’atassia cerebellare, ossia una condizione degenerativa del sistema nervoso che causa zoppia, movimenti scoordinati tanto da rotolare, cadere e urtare oggetti.

Come molti cani di questa stazza, anche gli Spinoni possono soffrire di displasia dell’anca e del ginocchio che provocano andatura zoppicante e di torsione gastrica, conosciuta anche come gonfiore nel cane.

Il punto debole di questi cani rimangono comunque gli occhi e le orecchie.

Indicazioni sull’alimentazione

Lo Spinone Italiano ha bisogno di un’alimentazione adeguata alla sua razza, che sia energetica ed equilibrata.

Se impiegato nella caccia infatti il suo fabbisogno giornaliero è di 350 grammi di carne, 250 di riso con l’aggiunta di verdure.

Ma per un cane dall’attività normale la quantità di crocchette da suddividere in due razioni giornaliere si aggira intorno ai 400/475 grammi a cui è possibile unire un 10% di cibo umido.

Acqua fresca e pulita dovrebbe essere disponibile in ogni momento.

Toelettatura

Curare il mantello dello Spinone Italiano non è difficile. Basta semplicemente spazzolarlo una o due volte a settimana per rimuovere sporco e peli in eccesso. Al contempo è fondamentale controllare il pelo del muso e attorno agli occhi per evitare infezioni.

Per questo è necessario tenere d’occhio anche orecchie che devono essere pulite almeno due volte a settimana e denti da spazzolare con frequenza per evitare malattie orali. Da ricordare anche di limare le unghie con regolarità.

ALLEVAMENTI

La razza è particolarmente diffusa, come abbiamo detto, in Italia dove sono presenti oltre 30 allevamenti concentrati in Piemonte, regione dalla lunga tradizione di allevatori di Spinoni, Lombardia, Emilia Romagna e Lazio.

L’enorme diffusione della razza anche all’estero ha fatto sì che questi cani venissero allevati anche in Gran Bretagna, Stati Uniti, Paesi Bassi, Germania, Svezia, Norvegia e Finlandia.

È UN CANE D’APPARTAMENTO?

Lo Spinone Italiano, proprio per il legame con il padrone, si adatta bene alla vita in appartamento anche se si tratta comunque di un cane, è bene precisarlo, che tende a sporcare parecchio.

Ecco perché, prima di acquistare un cane di questa razza è bene valutare anche quest’aspetto. Allo stesso modo bisogna anche sottolineare che è un cane energico e attivo e ha dunque bisogno di attività fisica giornaliera, di passeggiate, di corse e giochi che possano farlo sfogare.

CURIOSITÀ

Alla fine degli anni ‘80 nacquero in contemporanea negli Stati Uniti lo Spinone Club of America e il Club Italian Spinone gemello ufficiale del Club Spinone Italiano d’Italia.

Lo Spinone però è stato riconosciuto dall’Akc, l’American Kennel Club, sono in tempi recenti, nel 2000.

Lo Spinone Italiano è conosciuto anche con il nome di puntatore italiano a pelo spesso. Insieme al Bracco Italiano con il quale condivide le abilità natatorie, per le sue doti di cacciatore è considerato il top dei cani per uso venatorio.

Infine, l’espressione bonaria di questo cane spinge in tanti ad associarlo a un volto noto della tv, al maestro Beppe Vessicchio.

Classificazione FCI – n. 165
Gruppo 7 Cani da ferma
Sezione 1 Cani da ferma continentali
Standard n. 165 del 03/04/92 (en)
Nome originale Spinone italiano
Origine Italia