Spitz Finnico

Spitz Finnico
Spitz Finnico

Esemplare di Spitz Finnico

Dati generali
Etimologia Nome che ne indica la tipologia e l’area d’orgine
Genitori Antica razza di spitz finlandese
Presente in natura No
Longevità 12-14 anni
Impieghi Cane da compagnia, cane da caccia
Taglia Media

Riconosciuto dalla FCI, lo Spitz Finnico, come suggerisce il suo nome, ha origini finlandesi. Ha rischiato l’estinzione a causa del grosso quantitativo di incroci che sono stati sperimentati con i suoi esemplari.

Grazie a un gruppo di cacciatori, la razza è riuscita a sopravvivere. Molto fedele al padrone, ma piuttosto autonomo, lo Spitz Finnico non ama le coccole.

Scheda informativa del Spitz Finnico
Anallergico No
Per bambini Sì, se rispettato sa essere un ottimo compagno
Per anziani No, per il bisogno di esercizio
Con altri cani Gli incontri con i suoi simili devono essere regolari per tenere allenata la socialità di questo cane
Con gatti Molto spiccato l’istinto predatorio, il rapporto con loro è molto difficile
Rumoroso Abbaia molto, soprattutto quando caccia
Sport Regolari esercizi che lo tengano allenato

ORIGINI STORICHE DELLA RAZZA

Le origini dello Spitz Finnico affondano le loro radici nella lontana e antica Finlandia. I suoi abitanti, infatti, hanno sempre utilizzato questo esemplare, facendogli svolgere ruoli diversi: dalla caccia, alla guardia, alla custodia. Inoltre, è anche stato un ottimo cane da slitta. È sempre stato considerato un cane dalle tante abilità. Nonostante sia stato molto apprezzato, ha rischiato l’estinzione nel XIX secolo. Questo successe non per la scarsa richiesta dell’esemplare, ma per i numerosi incroci sperimentati che hanno lasciato davvero pochi Spitz Finnici con le loro caratteristiche originali. Trovarne uno era quasi impossibile, gli esemplari presenti nel territorio presentavano oramai caratteristiche morfologiche diverse.

Soltanto agli inizi del 900 la razza vide il suo riscatto. Un gruppo di cacciatori riuscì a trovare i pochi esemplari originali rimasti in Lapponia. Da quel momento avviarono un vero e proprio allevamento che creava degli esemplari che rispecchiavano alla perfezione il primo standard stilato dello Spitz Finnico, risalente al 1982. Una volta salva, la razza iniziò a diffondersi. Arrivò in Inghilterra dove ottenne il riconoscimento ufficiale nel 1935.

PREZZO

La razza, in molti paesi, è quasi del tutto fantasma. Tra questi paesi troviamo anche l’Italia. Per questo motivo, in territorio nazionale, non è presente alcun allevamento e, di conseguenza, non sono note informazioni circa il costo da sostenere per avere un cucciolo. Tuttavia, la vendita privata è altamente sconsigliata ed è più opportuno, nel caso se ne volesse uno, contattare l’ENCI che può fornire tutto il necessario per mettersi in contatto con gli allevamenti ufficiali presenti all’estero.

CARATTERE

Lo Spitz Finnico è un cane nordico e in quanto tale è molto coraggioso e indipendente. Per i ruoli svolti durante la storia, per indole, non è un cane disposto a sottomettersi. È un cane molto dedito al lavoro e fedele, ma solo se rispettato e trattato con coerenza. Bisogna infatti instaurare un rapporto con lui che sia coerente, collaborativo e privo di costrizioni. Se lo rispetti, ti rispetta incondizionatamente.

Se rispettate le condizioni citate in precedenza, è anche in grado di adattarsi alla vita domestica, anche in famiglia, purché mantenga il suo margine di indipendenza.

ADDESTRAMENTO

La parola chiave che sta alla base dell’apprendimento dello Spitz Finnico è “coerenza“. Il cane, infatti, può essere addestrato per rivestire ruoli diversi e ha bisogno di seguire un programma di addestramento che segua la logica del compito che svolgerà. Una volta trovato l’approccio giusto, lo Spitz Finnico è molto sveglio e furbo, impiega davvero poco tempo ad apprendere. Inoltre è un cane che si impegna molto, raramente dopo aver appreso si lascerà andare ad errori di disattenzione o superficiali.

È sempre bene stabilire un rapporto di collaborazione che non faccia sentire oppresso il cane che di sottomettersi proprio non ne vuole sapere.

CARATTERISTICHE FISICHE

Lo Spitz Finnico è un cane che rientra tra le razze considerate di taglia media. Presenta un corpo molto agile e resistente, fornito di una struttura ossea solida e una muscolatura sviluppata.

Se mantenuto in buona salute, può vivere tranquillamente dai 12 ai 14 anni.

ZAMPE

Gli arti dello Spitz Finnico sono ben proporzionati alle restanti parti del corpo. Sono dritti e godono di un’ottima resistenza. Godono infatti di una notevole e massiccia struttura ossea e di una muscolatura molto sviluppata. Le zampe sono fornita di cuscinetti ben elastici, sempre di colore nero e ricoperti di fitto pelo.

CORPO

Il corpo dello Spitz Finnico è molto snello, nonostante il pelo non lo renda visibile. È ben proporzionato in tutte le sue parti e mostra una notevole resistenza allo sforzo. Le sue dimensioni variano leggermente in base al sesso dell’esemplare.

PESO E ALTEZZA

Come anticipato, il peso e l’altezza di un esemplare di Spitz Finnico variano leggermente in base al suo sesso. Una femmina è solitamente più piccola, presentandosi con un’altezza che varia dai 39 ai 45 cm e un peso che oscilla tra i 7 e i 10 kg. Un maschio è invece leggermente più grande. La sua altezza può raggiungere i 50 cm e il suo peso i 13 kg.

TESTA

La testa dello Spitz Finnico si presenta leggermente allungata, ma ben proporzionata al resto del corpo. Il suo muso termina con un tartufo di dimensioni abbastanza ridotte e di colore rigorosamente nero. Presenta delle  mascelle molto forti e resistenti e una dentatura ben sviluppata e completa. I suoi occhi sono a forma di mandorla, leggermente obliqui e di colore scuro. Le orecchie sono inserite alte e stanno sempre rivolte verso l’alto.

CODA

La coda presenta un’attaccatura alta. Raramente viene portata bassa. È infatti sempre arrotolata oltre la linea del garretto. Si presenta sempre più spessa di quanto non sia a causa della fitta copertura di pelo.

PELO

Il pelo dello Spitz Finnico è considerato caratteristico della razza. Si presenta in alcune parti più lungo, in altre meno. Tra le zone in cui il pelo risulta visibilmente più lungo troviamo il collo e il dorso. Al contrario, è più corto sulla testa e sugli arti. Inoltre, il mantello cambia leggermente in base al sesso del cane. Sembra infatti che gli esemplari maschi abbiano il pelo più duro e più lungo delle femmine.

Lo spitz Finnico, in quanto cane nordico e resistente a temperature rigide, possiede anche uno strato di sotto pelo corto e morbido.

COLORI

Il colore con cui si presenta lo Spitz Finnico non è uno solo. Un singolo esemplare mostra zone di pelo arancioni, rosse e bianche.

CUCCIOLI

I cuccioli di Spitz Finnico sono esteticamente molto apprezzati. È consigliato addestrarli e spingerli a socializzare il prima possibile. Sono dei cani molto indipendenti e dal carattere particolare, hanno bisogno di trovare il metodo giusto per apprendere. Per trovare l’approccio più adatto potrebbe servire un po’ di tempo, ma il cane è in grado di recuperare col suo forte intuito e la sua spiccata intelligenza.

SALUTE

Il cane è generalmente sano e gode di buone condizioni di salute. Non mostra particolari predisposizioni genetiche a determinate patologie. Tuttavia, non bisogna mai trascurare le visite di routine dal veterinario. È sempre bene, fin dalle prime settimane di vita del cucciolo, stilare un buon piano di prevenzione.

Va inoltre specificato che il cane ha bisogno di tanto movimento. Le passeggiate quotidiane non sono però abbastanza. Una vita sedentaria potrebbe causare dei problemi di sovrappeso, che potrebbero complicarsi con le relative patologie che posso colpire gli arti dell’esemplare, in particolare le ginocchia.

INDICAZIONI SULL’ALIMENTAZIONE

L’esemplare di Spitz Finnico non mostra particolari allergie o intolleranze alimentari. Tuttavia, è sempre consigliato dividere il pasto principale in due razioni da somministrare in due momenti diversi della giornata e stilare, con la collaborazione del proprio veterinario, una dieta che sia sana ed equilibrata. Va ricordato che lo Spitz Finnico è un cane in continuo movimento ed è fondamentale che assuma quotidianamente il giusto apporto calorico.

TOELETTATURA

La cura del pelo per questa razza è fondamentale. L’esemplare ha bisogno di essere spazzolato frequentemente. Il pelo dello Spitz Finnico è molto folto, potrebbe creare dei nodi o dei grovigli dolorosi per il cane. Spazzolarlo con costanza permette al pelo vecchio di cadere senza problemi e al pelo nuovo di rigenerarsi in maniera sana.

È consigliato rivolgersi al veterinario per la scelta del detergente adatto per il lavaggio del cane. Ne serve infatti uno efficace per il mantello folto e che pulisca a fondo, ma che non danneggi la cute.

ALLEVAMENTI

La razza in territorio nazionale è assente. È per questo motivo che in Italia non sono presenti allevamenti che la trattano. Tuttavia, è possibile contattare l’ENCI che si occupa di fornire informazioni e contatti sugli allevamenti esteri riconosciuti.

Bisogna sempre diffidare delle vendite private per due motivi ben precisi. Innanzitutto, ricorrere alla vendita privata significa alimentare il mercato nero dei cuccioli. Inoltre, prendere un cucciolo presso privati significa prendere un cucciolo privo di pedigree, di dubbia provenienza e, soprattutto, con condizioni di salute sconosciute.

È UN CANE DA APPARTAMENTO?

Lo Spitz Finnico, per quanto possa adattarsi alla vita domestica, non è adatto per stare in appartamento. Ha bisogno di spazi aperti e di grandi superfici in cui muoversi liberamente. Le passeggiate quotidiane non sono abbastanza per le necessità che hanno. Per loro, è consigliata una casa in campagna o un’abitazione che disponga di consistenti spazi verdi. Tenerlo rinchiuso in un appartamento potrebbe causargli danni non indifferenti: alcuni esemplari iniziano a manifestare segni di aggressività o di depressione.

CURIOSITÀ

Lo Spitz Finnico non è un cane particolarmente amante delle coccole e del contatto. Per questo motivo viene considerato un cane un po’ “freddo”. In realtà, l’esemplare, crea dei legami solidi con ogni componente della sua famiglia, seppur non lo dimostra come altre razze. È un cane molto fedele ed è considerato anche un ottimo guardiano proprio grazie al senso di protezione che riesce a sviluppare.

Classificazione FCI – n. 49
Gruppo 5 Cani tipo Spitz e tipo primitivo
Sezione 2 Cani nordici da caccia
Standard n. 49 del 03/06/2010 (en fr)
Nome originale Suomenpystykorva
Origine Finlandia